Traduci

CARLA CENCI poetessa

L’International Web Post è lieto di riservare questo nuovo spazio ad una delle forme più nobili della creatività dell’animo umano: la poesia.

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo la poesia della poetessa Carla Cenci, che arricchisce questa nostra rubrica “Sulle note dell’Anima””, di cui ciascun lettore potrà farsi protagonista inviandocene la propria.

cms_16663/2.jpg

Il nostro commento

In questa poesia il lettore viene invitato ad accogliere dentro di sé quella dimensione sonora dove le voci, i colori, i suoni, i cristalli di una memoria

rimpianta e ritrovata compongono una sinfonia interiore: qui le ombre possono restituire l’intensità di un mare profondo e non minaccioso, scrigno della propria essenza e sostare nelle geometrie note di una memoria rassicurante dove è possibile rintracciare immagini di percezioni antiche ed eternamente presenti…

Il viaggio ricomincia per assecondare le onde delle inquietudini pressanti che si sciolgono in atmosfere oniriche, dove i ritmi e le frequenze del respiro attraversano i sipari e valicano gli impensabili confini: anatomia dell’amore, anatomia delle emozioni, fiumi inarrestabili di parole sospese come un canto di angeli che annunciano una possibile salvezza, al di là della voragine.

… L’altrove ci chiama incessantemente nonostante la nostra resistenza. Ventagli di voci si intrecciano per ricomporsi in una unica melodia che contiene il codice segreto della parola.

Voci

echi di quel canto lontano di parti remote misteriose e rassicuranti

Voci

come caleidoscopio di nomi conosciuti che ritornano, in modo misterioso, a celebrare la vita.

Info:“Sulle note dell’anima” -International Web Post – Redazione di Nettuno – Via Santa Marinella 157 – 00048 Nettuno (RM)

Data:

21 Marzo 2020