Traduci

Caso marò, Girone e Latorre: “È la fine di un incubo”(Altre News)

Caso marò, Girone e Latorre: “È la fine di un incubo”

cms_18136/maro_fg_0207.jpg

“Siamo contenti di aver ricevuto dopo 8 lunghissimi anni la sentenza che tutti noi, familiari, amici e italiani, aspettavamo”. Così all’Adnkronos il marò Salvatore Girone commenta la pronuncia del tribunale dell’Aja che ha stabilito la competenza giurisdizionale italiana del caso dei due marò. “Per noi è la fine di un incubo”, conclude.

Ocean Viking: “Migranti minacciano di gettarsi in mare”

cms_18136/ocean_viking_rosso4_fg2.jpg

Le “tensioni a bordo della Ocean Viking stanno aumentando e alcuni migranti minacciano di buttarsi a mare”. Lo afferma un nota di Sos Mediterranee, che gestisce la nave, adesso al largo di Lampedusa con 180 migranti soccorsi nei giorni scorsi. “Abbiamo inviato cinque richieste alle autorità marittime italiane e maltesi per l’assegnazione di un porto di sbarco: finora non abbiamo ricevuto risposte eccetto due, negative. – continua la nota di Sos Mediterranee – I sopravvissuti hanno detto alle nostre squadre di aver trascorso da due a cinque giorni in mare prima di essere soccorsi dalla Ocean Viking. Cio’ significa che alcuni dei 180 sopravvissuti sono in condizioni precarie in mare da più di 8 giorni. Questa situazione è inaccettabile”.

“Dov’e’ finito l’accordo di Malta del 2019 per il trasferimento delle persone salvate in mare? – chiede Sos Mediterranee – Gli Stati membri dell’Unione Europea sono consapevoli del fatto che la gente ha continuato a fuggire dalla Libia su imbarcazioni non sicure per tutta la durata della crisi Covid-19 che ha colpito l’Europa in primavera e indipendentemente dall’assenza di navi dedicate alla ricerca e al salvataggio nel Mediterraneo centrale. Non solo la mancanza di capacità di ricerca e salvataggio per salvare vite umanein mare continua, ma l’Ue non riesce a garantire la sicurezza ai pochi che sono stati salvati da una nave di una Ong che cerca di colmare la lacuna del Sar”. “Dall’inizio di giugno, abbiamo sentito dichiarazioni che annunciano il ripristino dell’accordo di Malta quest’estate. Dalle comunicazioni che la Ocean Viking ha con le autorità marittime, – conclude la nota – non c’e’ attualmente alcun segno di un tale riavvio…Il sostegno degli Stati membri dell’Ue ha fatto la differenza in passato. Non deve fermarsi ora”.

Zanardi resta in coma farmacologico

cms_18136/zanardi_uni_fg_ipa.jpg

Senza sostanziali variazioni del quadro clinico di Alex Zanardi, sottoposto lunedì scorso a un secondo intervento neurochirurgico. E’ quanto apprende l’AdnKronos da fonti sanitarie del policlinico universitario di Santa Maria alle Scotte di Siena, dove l’ex campione di Formula 1 è ricoverato in prognosi riservata, in terapia intensiva, dal 19 giugno.

L’atleta paralimpico bolognese permane in coma farmacologico. Il paziente presenta condizioni cliniche “stazionarie” e un decorso stabile dal punto di vista neurologico, il cui quadro rimane “grave”. Ancora nessuna decisione sarebbe stata presa dallo staff medico che segue Zanardi su un suo possibile risveglio con la diminuzione del dosaggio dei farmaci che inducono il coma.

Roma, nuova illuminazione in Santa Maria in Trastevere

cms_18136/illuminazione_trastevere_adn.jpg

La Basilica Santa Maria in Trastevere torna a splendere con un nuovo impianto di illuminazione, realizzato grazie alla partnership tra Acea e Roma Capitale. All’inaugurazione, con la sindaca di Roma Virginia Raggi, era presente Giuseppe Gola, Ad di Acea Spa. “La Capitale dopo il Covid si sta risvegliando lentamente e si riaccende con tutte le sue luci”, ha detto la sindaca di Roma intervenendo in una piazza gremita di persone, tutte rigorosamente munite di mascherina, subito dopo la performance artistica della banda musicale, con la marcia di Radetzky della Polizia Locale di Roma Capitale.

“Questo nuovo impianto è stato realizzato coniugando alla sensibilità artistica e tecnologica, anche l’aspetto più tradizionale e antico della città. A nome di Roma Capitale, stasera voglio ringraziare il parroco della Basilica don Marco, la Comunità di Sant’Egidio e Giuseppe Gola, in qualità di Ad di Acea Spa, che hanno reso possibile tutto questo. Ciò che è stato fatto – ha aggiunto la prima cittadina – è stato un vero e proprio lavoro di squadra per dare una nuova luce a un monumento meraviglioso. Questo è e sarà un faro nel cuore di Trastevere, dove la luce rappresenterà un importante simbolo di rinascita che si affianca alla Chiesa, simbolo di solidarietà anche grazie alla Comunità di Sant’Egidio, simbolo della comunità cristiana”.

Il nuovo impianto di illuminazione, sostenibile e a luce led, “vuole essere non solo una luce di speranza nel buio, ma anche un punto fondamentale della bellezza artistica e culturale della città” ha sottolineato. Dopo gli interventi del parroco della Basilica, di Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, e dello stilista Jesus Guillermo Mariotto, è intervenuto l’Ad di Acea Giuseppe Gola che si è soffermato sulla complessità del progetto, composto da 51 proiettori: “Abbiamo scelto un’illuminazione calda, in linea con il quartiere, per cercare di coniugare l’estetica tradizionale della città di Roma con l‘evoluzione della tecnologia. Acea – ha aggiunto – ha voluto affiancare il Comune di Roma Capitale nella riqualificazione del patrimonio artistico e culturale della città. Ecco perché speriamo che il nostro lavoro piaccia ai romani”, ha concluso.

Maltempo, pioggia al Nord e allerta arancione in 3 regioni

cms_18136/maltempo_pioggia_vento_afp.jpg

Un’area depressionaria di origine atlantica sta raggiungendo le nostre regioni settentrionali, apportando un graduale peggioramento, con temporali più significativi nella giornata di oggi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna, con fenomeni che tenderanno ad essere diffusi e intensi nella giornata di domani, in particolare sulle zone pianeggianti. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani allerta arancione su alcuni settori della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia-Romagna. Allerta gialla, inoltre, nella Provincia Autonoma di Trento, in Liguria, Marche, Abruzzo, Umbria, su alcuni settori del Piemonte, della Lombardia e della Toscana, sui restanti territori di Veneto ed Emilia-Romagna.

LOMBARDIA – Il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità moderata (arancione) a causa del residuo temporalesco ancora presente sul bacino di Milano. In particolare si segnala una fase più critica nel corso della giornata di domani, con un peggioramento della situazione nel pomeriggio.

Il Comune di Milano attiverà di conseguenza il Centro Operativo di Comunale (Coc) per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e del radar e saranno allertate le squadre di Polizia locale, Protezione civile e MM servizi idrici al fine di graduare l’attivazione del piano di emergenza.

VENETO – In Veneto, oggi le precipitazioni saranno più frequenti e diffuse, con rovesci e temporali anche organizzati: saranno possibili fenomeni localmente intensi con forti rovesci, raffiche e grandinate e quantitativi di pioggia localmente consistenti. I fenomeni tenderanno ad esaurirsi nelle prime ore di sabato.

Sino alla mattina di sabato 4 negli altri bacini del Veneto (Basso Brenta e Bacchiglione, Basso Adige e Po Fissero-Tartaro e CanalBianco, Basso Piave Sile e bacino scolante in Laguna, Livenza Lemene e Tagliamento) permane lo stato di attenzione per criticità idraulica.

Autore:

Data:

3 Luglio 2020