Traduci

CIN CIN CAGLIARI! VINCE AL SAN NICOLA (3-0) E APPRODA IN SERIE A. SI ALLONTANA, INVECE, IL 3° POSTO PER IL BARI

Un epilogo inaspettato quello del San Nicola. Davanti a circa 30.000 spettatori, il Cagliari batte, con un secco 3-0, il Bari, e con due giornate di anticipo, approda nella massima serie e, contestualmente, interrompe la lunga striscia di risultati utili consecutivi dei biancorossi che durava dal 12 marzo 2016 (6-2 alla Pro Vercelli).

cms_3895/FOTO_2.jpg

Un traguardo meritato per il Cagliari, come testimoniano anche i numeri: 23 vittorie, 8 pareggi e 9 sconfitte (5 delle quali arrivate negli ultimi due mesi), 73 reti fatte (miglior attacco) e 40 subìte (16 delle quali incassate sempre negli ultimi due mesi). Si dirà che la squadra del Cagliari era stata costruita per <<ammazzare>> il campionato, ma un traguardo raggiunto è pur sempre un successo che va festeggiato. Un campionato, peraltro, dominato dagli isolani ad eccezione delle ultime 13 gare, dove hanno conquistato appena 16 punti (4 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte). Ma il Cagliari visto a Bari, a prescindere dai numeri, ha dimostrato di essere superiore come gioco e come organico.

cms_3895/FOTO_3_.jpg

E’ stata una buona partita – ha dichiarato il tecnico del Bari, Andrea Camplone dove i ragazzi si sono impegnati e hanno dato tutto, ma il Cagliari è squadra di altra categoria.”

In effetti, non si può rimproverare nulla alla squadra di Camplone, che ha provato a giocare alla pari con gli ospiti, soprattutto nel primo tempo, quando, solo due strepitosi interventi di Storari e Micai negano il gol a Maniero e Joao Pedro. Ma, la situazione di equilibrio dura fino al minuto 23, quando, un’errata rimessa laterale di Defendi, dà il via all’azione del gol di Joao Pedro. Da quel momento, il Bari perde sicurezza, mentre il Cagliari regala sprazzi di bel gioco, soprattutto con Joao Pedro, Farias e Giannetti, che si ritrovano a meraviglia con palla a terra e scambi di prima.

Nella ripresa arriva, al pronti-via, il gol del raddoppio sardo, su classica azione di contropiede finalizzata dall’ottimo Farias. Il Cagliari sente l’obiettivo più vicino e controlla la gara, mentre il Bari fa fatica a cambiare passo.

cms_3895/FOTO_4.jpg

Camplone, allora, inserisce Dezi per dare maggiore freschezza al centrocampo e, successivamente, anche Sansone, al posto di Maniero infortunato. Ma è De Luca che infiamma il pubblico sul finire della gara. Prima colpisce clamorosamente il palo, poi, effettua una spettacolare rovesciata deviata da un superlativo Storari. La legge del calcio, però, colpisce ancora. Dal possibile 1-2 arriva, invece, il terzo gol del Cagliari con Cerri che sigilla definitivamente il risultato.

Dopo il secondo gol non c’è stata più partita – riprende il tecnico biancorosso – anche se nel finale abbiamo avuto due ottime occasioni, con il palo e la rovesciata di De Luca. Abbiamo commesso qualche errore, ma è la voglia di fare dei ragazzi. Il risultato è forse eccessivo, ma meritato – conclude Camplone – e ora bisogna archiviare subito questa partita e recuperare le forze fisiche e mentali. Ora non possiamo sbagliare più niente. Il pubblico? E’ stato eccezionale. Ha applaudito sempre dall’inizio alla fine.” Da ammirare, in effetti, la voglia di provare a fare gol fino alla fine, anche quando il risultato era ormai acquisito, così come è stato quasi commovente la voglia di combattere fino al 95’.

cms_3895/FOTO_5.jpg

Anche il pubblico barese, consapevole dello sforzo dei propri beniamini, nonostante la netta sconfitta, al termine della gara ha continuato a cantare e ad applaudire i calciatori biancorossi invitandoli sotto la curva come se avessero vinto. Il San Nicola è anche questo.

Il Bari paga, forse duramente, l’infortunio involontario di Defendi che ha rotto l’equilibrio della gara, una condizione non ottimale di alcuni giocatori e probabilmente la convinzione di potersela giocare alla pari con un avversario di questo calibro. Ora, in attesa delle altre partite, i biancorossi, invece, vedono allontanarsi l’obiettivo del terzo e quarto posto.

Autore:

Data:

7 Maggio 2016