Traduci

CINA AFFRONTA ECONOMICA, PROSPETTIVA SCORAGGIANTE PER LA NAZIONE

La Cina sta entrando in un’era di crescita economica molto piu` lenta del previsto, sollevando una prospettiva scoraggiante.

Gli economisti sostengono che la seconda economia piu` grande del mondo, sembra destinata a deludere i suoi leader, l’intera popolazione cinese e addirittura gran parte del mondo.

I politici speravano di ridurre il divario di sviluppo della Cina con gli Stati Uniti. I giovani cinesi sono andati alle università per studiare per posti di lavoro nell’economia avanzata. L’Africa e l’America Latina contano sul fatto che la Cina acquisti i loro prodotti.

cms_31317/1.jpg

È improbabile che l’economia cinese supererà quella degli Stati Uniti entro il prossimo decennio o due”, ha detto Desmond Lachman, un membro anziano presso l’American Enterprise Institute.

Ci si aspetta che la crescita rallenti al 3%, una vera recessione economica, tenendo conto che la disoccupazione giovanile è già superiore al 20%.

Quando il Giappone ha cominciato a ristagnare nel 1990, aveva già superato il PIL medio pro capite delle economie ad alto reddito e si avvicinava ai livelli degli USA. La Cina, tuttavia, è appena al di sopra del reddito medio.

La crescita del secondo trimestre, pari al 6,3%, è stata deludente, considerando la bassa base causata dai blocchi della COVID-19 dello scorso anno, che ha aumentato la pressione sui leader cinesi che dovrebbero incontrarsi questo mese per discutere di una spinta a breve termine e di soluzioni a lungo termine.

La crescita annuale della Cina è stata in media intorno al 7% nell’ultimo decennio, e più del 10% negli anni 2000.

Spinti da tale perdita di slancio, gli economisti non attribuiscono più agli effetti della pandemia i deboli consumi delle famiglie e gli investimenti del settore privato, dando invece la colpa ai mali strutturali.

Questi includono lo scoppio di una bolla nel settore immobiliare, che rappresenta un quarto della produzione; uno degli squilibri più profondi tra investimenti e consumi; una montagna di debito del governo locale; e stretto controllo del Partito Comunista sulla società, comprese le imprese private. Inoltre la forza lavoro e la base di consumatori cinesi si stanno riducendo mentre il numero di pensionati si sta espandendo.

cms_31317/2_1690447894.jpg

Il capo della Commissione cinese per lo sviluppo e le riforme (NDRC), Zheng Shanjie, sostiene che la Cina deve “accelerare la costruzione di un moderno sistema industriale”.

Gli economisti citano il boom dei veicoli elettrici in Cina come prova del progresso, ma gran parte del suo complesso industriale non sta migliorando alla stessa velocità. Le vendite di auto oltreoceano rappresentano solo l’1,7% delle esportazioni.

La “prosperità comune” del presidente Xi Jinping contro la disuguaglianza ha incoraggiato le riduzioni salariali nella finanza e in altri settori.

Il deterioramento delle finanze della città ha indotto tagli salariali per i dipendenti pubblici, alimentando una spirale deflazionistica.

La Cina, nella sua valutazione, ha una recessione di bilancio, con i consumatori e le imprese che rimborsano il debito invece di prendere in prestito e investire.
L’unica cura sarebbe lo stimolo fiscale “rapido, sostanziale e sostenuto”.

Questo stimolo deve essere produttivo e completato da cambiamenti che consentano al settore privato di emergere sotto l’ombra dello Stato, anche attraverso migliori relazioni con i paesi d’origine degli investimenti esteri.

Data:

27 Luglio 2023