Traduci

CLIMATE AND CATASTROPHE INSIDHT REPORT 2024

La crisi climatica senza precedenti che stiamo affrontando sembra non avere sosta ed, anzi, nel 2023 i dati registrati da fonti diverse sottolineano un deciso aumento del numero di disastri naturali legati al clima, per non parlare delle temperature record registrate in tutte le stagioni e praticamente in ogni angolo del Globo. In questo scenario dai toni apocalittici, non si fanno solo i conti con le perdite di vite umane dovute ai disastri naturali e ai terremoti, ma anche con i danni materiali ed economici. Secondo quando calcolato da Aon, multinazionale specializzata nella consulenza dei rischi, nel report 2024 Climate and Catastrophe Insight Report, i danni complessivi causati dai disastri naturali nel mondo nel 2023 ammonterebbero a 380 miliardi di dollari, con un incremento di circa 25 miliardi rispetto al 2022.

Gli eventi più distruttivi nel mondo

La maggior parte dei danni complessivi rilevati dal report di Aon relativi al 2023 riguardano alcuni eventi specifici.

cms_33403/terremoto.jpg

A cominciare dalla scia di terremoti devastanti che si sono verificati in Turchia e Siria nel mese di febbraio con numerose perdite di vite umane e danni economici per oltre 90 miliardi di dollari. Altri eventi particolarmente disastrosi hanno caratterizzato l’anno passato. In Cina si sono verificate a più riprese inondazioni dovute a piogge torrenziali con danni economici superiori a 30 miliardi di dollari.

cms_33403/2_1707029883.jpg

Danni considerevoli, oltre 15 miliardi di dollari, anche in Messico a causa dell’uragano Otis, il più devastante mai registrato nel Pacifico Orientale. Ma non sono solo le straordinarie precipitazioni a causare disastri, anche la siccità prolungata provoca perdite economiche, come è successo dal Nord al Sud America. Per non parlare delle tempeste convettive dovute all’intenso riscaldamento, che essendo sempre più frequenti, nel loro insieme creano danni combinati di notevole portata. Per dare un’idea della portata distruttiva degli eventi naturali registrati nel 2023, si pensi che ben 66 eventi hanno causato danni per circa un miliardo di dollari di perdite economiche ciascuno. Lo studio sopra citato riporta anche le perdite assicurative legate ai risarcimenti elargiti dalle compagnie a causa di eventi estremi, che nel 2023 hanno superato i 100 miliardi di dollari per il quarto anno consecutivo e rispetto alla media del XXI secolo sono cresciute del 31%.

Lo scenario italiano

cms_33403/cesena-alluvione2023.jpeg

Nel nostro Paese tra i disastri naturali più pesanti a livello economico del 2023 si trova l’alluvione dell’Emilia-Romagna, avvenuta nel mese di maggio, il sesto evento catastrofale per perdita economica a livello mondiale con 9,8 miliardi di dollari di danni. Solo due mesi dopo, a luglio, diversi temporali con grandine e trombe d’aria nel Nord Italia hanno causato ingenti danni, con un costo stimato per il mercato assicurativo pari a 3,7 miliardi di euro.

cms_33403/alluvione_prato-640x360.jpg

L’autunno 2023 ha portato l’alluvione in Toscana, tra fine ottobre e inizio novembre, con perdite stimate in circa 2 miliardi di euro. Una serie di eventi estremi sempre più ricorrenti e devastanti che pongono il nostro Paese tra i più esposti a livello europeo per i rischi atmosferici

Data:

4 Febbraio 2024