Traduci

COLANTUONO: “DOBBIAMO CERCARE DI VINCERE TUTTE LE PARTITE, NON IL CAMPIONATO”

Domani il Bari farà visita al Cesena, squadra che, oltre a vincere in casa, ha incominciato da poco anche a prendersi i tre punti fuori casa. Questa trasferta non sarà di certo una gara facile per i biancorossi: “Lo stimolo per affrontare una squadra – ha dichiarato Colantuono nella consueta conferenza stampa pre–partita – ci deve essere sempre al di là dello stato di forma delle squadre che andiamo a incontrare settimanalmente. A volte, in questo campionato, si fa l’errore di andare a giudicare l’avversario di turno in base alla classifica, ma non c’entra nulla. In serie B il campionato è molto equilibrato. Il Cesena, per esempio, qualche settimana fa era in difficoltà, oggi no. Delle squadre che ho visionato fino ad ora, il Cesena è la squadra più forte che ho visto sotto tutti i punti di vista. E’ una squadra che mi ha davvero impressionato. In questo momento fa delle cose che, a tante altre squadre, non riescono. E’ una squadra in forma, che gioca e che viene da una striscia di gare positive. Anche in Coppa Italia ha fatto molto bene. E’ una squadra in grande spolvero. Per me il Cesena è una squadra che può rientrare, tranquillamente, in un discorso playoff ed è la migliore che c’è”.

Il tecnico, inoltre, si è detto non preoccupato per il discorso attaccanti visto qualche piccolo problema di salute. “Stiamo valutando le condizioni di Raicevic che ha preso un colpo alla tibia e, in queste ore, dovremo vedere se il gonfiore persisterà o meno. Floro Flores, invece, ha avuto l’influenza, ma credo che per lui non ci siano problemi. Li porteremo con noi sperando di poterli recuperare entrambi. Furlan non è recuperabile e credo che ne avrà ancora per una decina di giorni. Per quanto riguarda Maniero, invece, non ho ancora deciso, vedremo”.

Colantuono è poi tornato sulla gara di Cesena: “L’atteggiamento dovrà essere quello giusto, quello che, in altre gare, ci ha portato a fare delle buone prestazioni, almeno, per una parte di partita, come spesso accade in questo campionato. Ci saranno momenti in cui avremo il pallino in mano, ci saranno momenti in cui dovremo soffrire perché il pallino in mano lo avranno gli avversari. Noi dovremo essere bravi a farci trovare pronti in tutte le situazioni che presenterà la partita“.

Si è anche soffermato sulla difficoltà delle gare in trasferta: “A Verona abbiamo fatto una buona partita e non meritavamo di perdere; ad Ascoli, pur facendo una partita molto equilibrata, stavamo per portare a casa i tre punti. A Pisa è accaduta la stessa cosa. Alcune volte, in queste situazioni, subentra una specie di blocco psicologico. Ma, una squadra che vuole crescere e che vuole fare un certo tipo di campionato, deve incominciare a vincere anche fuori, al di là dell’avversario di turno”.

Sul futuro del Bari, il tecnico biancorosso è sembrato ottimista: “Adesso abbiamo un reparto offensivo più copioso rispetto a quello che avevamo prima e con più frecce nell’arco, anche se, queste frecce, non hanno ancora i novanta minuti. Il calcio richiede molta pazienza e noi dovremo aspettarli. Ma, una volta che questa rosa sarà cresciuta dal punto di vista della condizione e avrà avuto modo di conoscersi meglio, sicuramente avremo una squadra molto più competitiva di quella che avevamo prima, se non altro dal punto di vista numerico“.

Infine Colantuono si sofferma sulla nota questione delle pressioni ambientali: “La mia filosofia è stata sempre quella di avere pressioni. Avere aspettative fa parte di chi fa questo mestiere. E’ chiaro che “il tutto e subito” non è possibile. Le cose si cercano di costruire con calma e pazienza, anche se tutto questo tempo non lo abbiamo. Per questo abbiamo pensato di adottare la strategia di rinfoltire la rosa con giocatori validi. Non so se questa strategia sarà quella giusta, ma di certo, abbiamo cercato di fare tutto il possibile per raddrizzare il campionato senza lasciare nulla di intentato. Noi non dobbiamo cercare di vincere il campionato, ma tutte le partite“.

Autore:

Data:

10 Febbraio 2017