Traduci

COLANTUONO: “ENTELLA? PARTITA MOLTO COMPLICATA “

Dopo le tre vittorie consecutive con Ternana, Benevento e Brescia, la squadra di Colantuono è attesa sabato da un’altra partita difficile contro la Virtus Entella dell’ex Caputo. “Quella contro l’Entella – afferma il tecnico biancorosso – sarà una partita molto complicata sotto tanti punti di vista. Non vorrei che tutti i complimenti ricevuti in settimana (e che la squadra ha meritato), possano creare qualche calo di tensione che non possiamo permetterci. Abbiamo migliorato la classifica, ma dobbiamo continuare così. Le nostre sorti passano da questa trasferta che ritengo, in questo momento, sia una delle più difficili per tanti motivi“.

E sul prossimo avversario ha detto. “L’Entella è una squadra con un potenziale offensivo notevole che ha costruito la sua classifica soprattutto in casa. Mi aspetto tante insidie e inoltre andremo a giocare su un campo sintetico. Non bisogna pensare che la trasferta di Chiavari possa essere più facile del previsto. Credo che sarà una partita difficilissima, più complicata delle trasferte affrontate nel girone di ritorno. Nasconde tante insidie e tante trappole che dovremo essere bravi a leggere molto velocemente”.

Oltre all’Entella, il tecnico teme anche altro. “I doppi elogi fanno piacere perché questa squadra ha mangiato tanta polvere, per non dire altro, fino a qualche tempo fa. E’ giusto che ora i ragazzi siano acclamati e che gli vengano fatti i complimenti. Tuttavia sto invitando la squadra a non abbassare la guardia. Le squadre che vogliono fare il salto di qualità non possono permettersi passi falsi“.

Poi ritorna sulla gara contro il Brescia, partita dalla quale Colantuono ha avuto buone indicazioni: “L’ultima gara ha dimostrato che la squadra è compatta e lavora tutta insieme per un obiettivo e nessuno si demoralizza se non ha moltissimo spazio per giocare. Quando vengono chiamati in causa si fanno trovare pronti e credo che per un allenatore questo sia una delle soddisfazioni più belle“. L’innesto di Suagher e di Moras, per esempio, ha creato la sana concorrenza che tutte le squadre devono avere per far si che i giocatori siano sempre concentrati e sulla corda“.

Ha spiegato anche quali sono le condizioni di Brienza: ” Saranno da valutare molto attentamente le sue condizioni in quanto ha avuto un problema al collo, forse dovuto alla cervicale. Raicevic e Floro Flores hanno recuperato e saranno a disposizione“.

E sull’ex Caputo ha detto. “E’ un giocatore straordinario, uno dei migliori della categoria. Per lui parlano i numeri. Attualmente è vice – capocannoniere. C’è poco da parlare. Di Caputo parlano le “performance” e i numeri“.

Fino ad ora si è visto in campo un Bari con una punta centrale come Floro Flores e due esterni offensivi. In seguito tutto questo potrà cambiare. “E’ chiaro che se dovessimo giocare con due attaccanti, uno degli esterni offensivi sarà sacrificato. E’ un’alternativa tattica da non sottovalutare. Lo abbiamo già fatto e non è detto che non possiamo ripeterlo anche strada facendo. Dipenderà anche dai giocatori a disposizione”.

Autore:

Data:

3 Marzo 2017