“LA PAZZA GIOIA”, È IL MIGLIOR FILM

Migliore Regia a Paolo Virzì, miglior Attrice a Valeria Bruni Tedeschi, miglior Attore a Stefano Accorsi

LA_PAZZA_GIOIA.jpg

La Pazza Gioia di Paolo Virzì, è il miglior film ai David di Donatello 2017. La pellicola si aggiudica anche altre quattro statuette: miglior regia a Virzì, miglior Attrice Protagonista a Valeria Bruni Tedeschi, miglior Scenografia a Tonino Zera e miglior Acconciatura a Daniela Tartari. La serata, trasmessa dagli Studi De Paolis di Roma sui canali Sky Cinema e TV8, è stata condotta da Alessandro Cattelan che, nonostante l’impegno e l’esperienza, non riesce a togliersi di dosso la “polvere” accumulata da troppe edizioni di X-Factor (N.d.R. Noto reality show musicale trasmesso sulla piattaforma Sky).

cms_5881/FOTO_1.jpg

Tra gli ospiti di questa 61ma edizione del prestigioso premio del cinema italiano, standing ovation per Roberto Benigni che ritira quello alla carriera: “Questo è un premio bellissimo, nemmeno il Papa ieri a San Siro ha avuto tanti applausi, addirittura mi viene da dire una Messa, vi benedico anzi Dio vi benedica". Da segnalare, i David assegnati al film Indivisibili, vera rivelazione di quest’anno: il film, diretto da Edoardo De Angelis porta a casa i premi per la migliore Attrice non Protagonista a Antonia Truppo, Sceneggiatura, Produzione, Costumi, e ben due premi ad Enzo Avvitabile come miglior Musicista e miglior Canzone Originale.

cms_5881/FOTO_2.jpg

Per l’Accademia del Cinema Italiano il miglior Attore, invece, è stato Stefano Accorsi in Veloce come il vento che si aggiudica il David Come migliore Attore per la seconda volta in carriera. A metà cerimonia c’è stata una commovente carrellata di immagini, accompagnata da una scadente performance di Manuel Agnelli degli Afterhours del brano Across the Universe dei Beatles, di personaggi legati al Cinema Italiano scomparsi recentemente.

cms_5881/FOTO_3.jpg

Sul finire, a dare un po’ di brio alla serata alquanto piatta e fin troppo negli schemi, c’è stato il simpatico siparietto messo su dalla Tedeschi, salita sul palco per ritirare il premio di migliore attrice protagonista, con la Ramazzotti: “Vorrei condividere questo premio con Micaela Ramazzotti perché senza di lei, senza Donatella Beatrice non potrebbe esistere. Come Stanlio e Olio, ringrazio Paolo Virzì ringrazio l’amica d’asilo che mi diede amicizia e focaccia facendomi sentire magicamente non più sola e ringrazio la mia psicanalista e Leopardi, Ungaretti, Pavese e Natalia Ginzburg, De André, Chopin, mia madre, mia sorella, mia zia e ancora Paolo Virzì”.

Questi tutti i premi:

Miglior Film a ’La Pazza Gioia’ di Paolo Virzì

Migliore Attrice Protagonista a Valeria Bruni Tedeschi per ’La Pazza Gioia’

Migliore Attore Protagonista a Stefano Accorsi per ’Veloce Come Il Vento’

Migliore Produttore ad Attilio De Razza e Pierpaolo Verga per ’Indivisibili’

Migliore Documentario a ’Crazy For Football’ di Volfango De Biasi

Migliore Cortometraggio ad ’A Casa Mia’ di Mario Piredda

Migliore Regista a Paolo Virzì per ’La Pazza Gioia’

Migliore Autore Della Fotografia a Michele D’Attanasio per ’Veloce Come Il Vento’

Migliore Regista Esordiente a Marco Danieli per ’La Ragazza Del Mondo’

Migliore Canzone Originale ad ’Abbi Pietà Di Noi’, musica e testi di Enzo Avitabile per ’Indivisibili’

Migliori Effetti Digitali ad Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per ’Veloce Come Il Vento’

Migliore Montatore a Gianni Vezzosi per ’Veloce Come Il Vento’

Miglior Scenografo a Tonino Zera per ’La Pazza Gioia’

Miglior Film dell’Unione Europea a ’Io Daniel Blake’ di Ken Loach

Miglior Film Straniero ad ’Animali Notturni’ di Tom Ford

Migliore Musicista a Enzo Avitabile per ’Indivisibili’

Migliore Suono adAngelo Bonanni, Diego De Santis, Mirko Perri e Michele Mazzucco per ’Veloce Come Il Vento’

Premio David Giovani al film ’In Guerra Per Amore’ di Pierfrancesco Diliberto

Migliore Acconciatore aDaniela Tartari per ’La Pazza Gioia’

Migliore Truccatore a Luca Mazzoccoli per ’Veloce Come Il Vento’

Migliore Costumista a Massimo Cantini Parrini per ’Indivisibili’

Migliore Sceneggiatura Adattata a Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola per ’La Stoffa Dei Sogni’

Migliore Sceneggiatura Originale a Nicola Guaglianone, Barbara Petronio ed Edoardo De Angelis per ’Indivisibili’

Miglior Attirce Non Protagonista a Antonia Truppo per ’Indivisibili’

Miglior Attore Non Protagonista a Valerio Mastandrea per la sua interpretazione nel film ’Fiore’

U. D.G.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App