‘LA NOTTE DELLA TARANTA’

Conto alla rovescia per la serata finale del più grande festival italiano

LA_NOTTE_DELLA_TARANTA_ITALIA_Bandiera.jpg

Manca poco all’accensione delle luci che illumineranno il palco del Concertone de “La Notte della Taranta”, il più grande festival italiano e tra le più significative manifestazioni di cultura popolare d’Europa. Sabato 27 agosto, la città di Melpignano, in provincia di Lecce, ospiterà la serata conclusiva di un evento che ha visto 400 artisti esibirsi in una formula itinierante in oltre 21 comuni salentini. L’edizione di quest’anno ha come tema “La Tradizione del Nuovo”, per promuovere un dialogo tra musica, danza e poesia, che da 25 anni è tra i protagonisti dell’estate musicale ed artistica italiana; un mezzo per avvicinare il mondo della tradizione salentina alla riproposta, indaga le radici del cambiamento e rilegge la storia della musica popolare attraverso occasioni di pura sperimentazione. «La tradizione per rimanere viva ha bisogno di essere contaminata senza tradire la tradizione», ha detto Dardust (alias Dario Faini), pianista, compositore, produttore discografico e musicista italiano, Maestro Concertatore dell’evento.

cms_27259/foto_1_copia.jpg

Il Festival, è nato nel 1998 su iniziativa dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e dell’Istituto "Diego Carpitella", rendendosi in 15 anni protagonista di una crescita straordinaria per dimensioni, affluenza di pubblico e prestigio culturale. Diverse le tappe fondamentali che ne hanno scandito l’evoluzione: nel 2000, inoltre, è nato il Festival Itinerante, una rassegna dei gruppi più rappresentativi della scena della pizzica salentina, che oggi coinvolge quindici comuni (gli aderenti all’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, più i centri di Lecce, Galatina, Alessano e Cursi) e richiama nel complesso quasi centocinquantamila spettatori, incarnando un grande viaggio di avvicinamento al Concertone principale.

cms_27259/foto_2.jpeg

La formula del festival, che culmina nel Concertone finale di Melpignano si caratterizza in maniera del tutto originale ed innovativa per la presenza del Maestro Concertatore, invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di riproposta del Salento, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale. Sarà Madame la Maestra Concertatrice che, affiancata dal critico musicale Gino Castaldo, condurrà il concertone trasmesso su Rai 1 giovedì 1 settembre alle 23:15. Nel frattempo è stata confermata la presenza dell’artista belga Stromae come ospite internazionale, oltre ai nostrani Elodie, Marco Mengon, Samuele Bersani, Massimo Pericolo, Studio Murena e Kety Fusco. Per Dardust, la scelta di Stromae «non è stata casuale, ma ponderata e fortemente voluta». L’artista belga, «proporrà uno dei suoi pezzi più famosi e conosciuti: Alor on Danse con incursioni di musica popolare salentina. Una reinterpretazione del famoso brano che incontra la tradizione e che sarà capace di sorprendere ed emozionare il pubblico».

(foto copertina e foto 2 - pagina Facebook del Festival)

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram