432 HERTZ LA FREQUENZA DELL’UNIVERSO

Atomi, molecole, cellule e DNA… in natura tutto vibra

432_HERTZ_LA_FREQUENZA_DELL_UNIVERSO.jpg

Sapete che la frequenza di intonazione del diapason e degli strumenti musicali è stata determinata da una Legge della Repubblica Italiana? Legge 3 Maggio 1989 n. 170. Art. 1:Il suono di riferimento per l’intonazione di base degli strumenti musicali è la nota LA 3, la cui altezza deve corrispondere alla frequenza di 440 Hertz. Art. 2 E’ fatto obbligo agli istituti di istruzione musicale, alle istituzioni e organizzazioni comunque sovvenzionate dallo Stato e da Enti Pubblici, che gestiscono o utilizzano orchestre o altri complessi strumentali, e all’Ente cessionario del servizio pubblico radiotelevisivo di adottare stabilmente come suono di riferimento per l’intonazione la nota LA 3 di cui all’art. 1...”

cms_6577/3.jpgL’Hertz è l’unità di misura del Sistema Internazionale della frequenza, così chiamata in onore del fisico tedesco Heinrich Rudolph Hertz e viene usato per misurare qualsiasi evento caratterizzato da periodicità: il ticchettio dell’orologio, il battito del cuore, la replicazione del DNA, la sincronizzazione cerebrale, il movimento dei pianeti, la risonanza di Shumann. Se suoniamo i tasti del pianoforte, le note emetteranno 440 vibrazioni al secondo. Questa frequenza è stata adottata come standard nel 1955 dall’Organizzazione Nazionale per la Normazione (ISO).Ma facciamo un passo indietro.Tutte le popolazioni antiche, in tutte le epoche riconoscevano nel suono una potente modalità di guarigione. Molti medici e studiosi asseriscono che il motivo per cui una parte del corpo si ammala è perché la relativa frequenza si è alterata e il corpo vibra in modo disarmonico. La musica a 432hz, essendo in armonia con i processi biochimici del nostro corpo, sostiene e attiva il processo di guarigione. La frequenza 432 è alla base di tutta la creazione. Le altre frequenze semplicemente le ruotano attorno. Gli Egiziani, ed altre civiltà antiche avevano creato strumenti musicali molto avanzati, accordati a tale frequenza . Fu così per moltissimo tempo. Nell’antica Grecia, Pitagora, padre dell’acustica, insegnava ai suoi studenti come certi suoni e frequenze potessero produrre benefici sull’organismo umano. Platone, considerava tutto l’Universo come costituito da sequenze di suoni, fondamentali per la vita. Nel 1939 agli inizi della seconda guerra mondiale, il ministro nazista Joseph Goebbels notò che la frequenza 440hz, suscitava una maggior aggressività nei suoi soldati, così decise di modificare l’accordatura a quella frequenza. Nel 1971 questa misura divenne standard praticamente ovunque, nonostante le innumerevoli proteste dei musicisti e un referendum che chiedeva di rimanere a 432hz.

Oggi la musica è presente nella nostra vita più che mai. Ansia, impazienza, stress, malattie e aggressività, sono manifestazioni che, seppur in modo differente, colpiscono tutti. Che sia la musica uno dei fattori che vi contribuiscono?La fisica quantistica ci dice da tempo che siamo fatti di frequenza, quindi è ragionevole pensare che le frequenze a cui siamo esposti abbiano un’influenza importante su di noi. E’ noto che il suono 432 è collegato al chakra del cuore, diversamente dalla frequenza 440 che influisce sul chakra della testa (controllo mentale). La frequenza 440 limita il modo di pensare e di sentire delle persone, tenendole prigioniere di una certa realtà. La musica 432 favorisce la sincronizzazione cerebrale, il rilassamento, l’intuito. Stimola la produzione di serotonina e riduce gli sbalzi d’umore. Garantisce sollievo e benessere a tutto il corpo ed è assolutamente rigenerante. Questa frequenza è anche utilizzata per rilassamenti yoga, pratiche spirituali. È dunque lecito pensare che possa avere una buona influenza sullo sviluppo spirituale dell’ascoltatore.

cms_6577/2.jpg

La pianista Maria Renold per oltre venti anni ha studiato questo fenomeno. Ha intervistato e testato più di duemila persone e ha rilevato che attraverso la normale intonazione standard basata sulla frequenza 440hz, gli ascoltatori presenti nella stanza cominciavano ad assumere comportamenti polemici ed antisociali. Quando invece l’intonazione del medesimo strumento veniva eseguita a 432 hz, le stesse persone, rimanevano piacevolmente colpite ed entusiaste. Non solo, 9 ascoltatori su 10 apprezzavano di più il secondo concerto, pur non sapendo indicare il motivo. Questo esperimento è stato esposto dettagliatamente nel suo libro "Intervalli, scale, toni e concerti C 128Hz".

cms_6577/4.jpgMolti sono i sostenitori dell’accordatura aurea a 432hz: Mozart, i Pink Floid, Mick Jagger, Adele. I famosi violini Stradivari erano costruiti per essere accordati a 432hz. Giuseppe Verdi nel 1850 aveva proposto al Conservatorio di Milano di impostare lo standard italiano sulla frequenza di 432hz. I tenori Luciano Pavarotti, Placido Domingo e il soprano Renata Tebaldi affermavano che cantare a questa frequenza produce meno pressione sulle corde vocali ed il suono è più armonico.In rete si trovano moltissime canzoni di cantanti famosi convertite in 432hz. È possibile convertire qualunque brano, utilizzando appositi programmi. Chissà come cambierebbe la nostra società e la nostra vita se tutta la musica fosse accordata a 432hz…?

Tina Camardelli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App