AL VIA L’ALLEANZA INTERNAZIONALE PER IL VACCINO

I promotori sono ONU e OMS. Bill Gates: “Pagherò il vaccino per tutti”. Conte: “Orgogliosi di partecipare”

ALLEANZA_INTERNAZIONALE_PER_IL_VACCINO.jpg

L’Onu e l’Oms hanno chiamato a raccolta leader di tutto il mondo, organizzazioni internazionali e settore privato per un’iniziativa storica mirata a sviluppare, produrre e, soprattutto, distribuire un vaccino contro il Coronavirus. All’appello mancano al momento gli Stati Uniti e la Cina, che hanno deciso di non partecipare, nonostante siano tra i Paesi dove il virus ha causato e sta continuando a causare maggiori disastri.

cms_17231/1.jpg

“È una minaccia comune che può essere sconfitta soltanto con un approccio comune", sono state le parole del direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Questa iniziativa è la più grande collaborazione medico-scientifica della storia. Nessuno è salvo se non lo sono tutti", ha ribadito il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres.

cms_17231/Coronavirus_24_3_2020.jpgMentre il numero totale di decessi nel mondo causa CoVid si prepara a superare i 200.000, la comunità internazionale decide quindi di passare ad un’azione corale mai vista prima, mettendo (almeno temporaneamente) da parte dissapori e contrasti, con l’obiettivo di perseguire il bene superiore che è la preservazione della civiltà, messa a rischio da una delle più grandi pandemie di cui si abbia memoria, se non altro perché essa, sfruttando la globalizzazione, ha raggiunto davvero ogni angolo del Pianeta.

cms_17231/ursula_von_der_leyen.jpg

"Insieme agli altri partner mondiali condivido la volontà di lanciare il messaggio di speranza che insieme possiamo sconfiggere il virus e mi auguro che presto potremo tornare alla nostra vita normale", le parole della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha aggiunto che l’Europa spera di raccogliere 7,5 miliardi di euro per prevenzione, diagnosi, e trattamento.

cms_17231/merkel-macron-640x342.jpg

Mentre Merkel e Macron fanno appello alla solidarietà internazionale ("Sarebbe inspiegabile e non perdonabile se il vaccino contro Covid-19 fosse accessibile solo nel Paese in cui è stato trovato”, ha detto il Presidente francese), Giuseppe Conte rivendica la partecipazione “in prima linea” dell’Italia all’iniziativa: “Siamo orgogliosi di partecipare all’iniziativa globale dell’Oms per la ricerca e la distribuzione di un vaccino contro CoVid 19. Insieme ce la faremo”, il messaggio lanciato dal Presidente tramite un post sui suoi profili social ufficiali.

cms_17231/Bil_6_melinda_gates.jpg

"Sono particolarmente grato al presidente Emmanuel Macron, alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e a Bill e Melinda Gates per la loro leadership e il loro sostegno", ha detto il direttore generale dell’Oms.

cms_17231/99.jpgDa sottolineare è proprio il nome di Bill Gates, che si è impegnato in una promessa da applausi a scena aperta: “Se il vaccino testato dall’Università di Oxford funziona, io ed altri in un consorzio faremo in modo che ci sarà una produzione massiccia”. Tradotto: Bill Gates, dalla sua posizione di secondo uomo più ricco del mondo, è disposto a sobbarcarsi, almeno in parte, gli esorbitanti costi della produzione delle miliardi di dosi di vaccino che saranno necessarie per proteggere la popolazione mondiale. Una decisione, quella di uno dei più generosi filantropi della storia, che sorprende un po’ meno se si pensa a ciò che Gates aveva scritto alcuni giorni fa sul suo blog uffficiale: “Questo virus è come una guerra mondiale, tranne che per il fatto che stiamo tutti dalla stessa parte”. Un punto di vista chiaro, davanti al quale il fondatore di Microsoft non ha potuto esimersi dal fare la sua parte. Sarebbe bello pensare che gli altri super-ricchi del Mondo possano seguire il suo esempio, ma di persone come Bill Gates, purtroppo, ne nascono poche.

Giulio Negri

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App