APPLE SOSPENDE I RAPPORTI CON PEGATRON

“Violati i diritti dei lavoratori”

1605116874copertina.jpg

Secondo quando riferito da Bloomberg, Apple avrebbe deciso di sospendere temporaneamente tutte le attività con Pegatron, uno dei principali fornitori di Apple, dopo aver individuato numerose violazioni relative a un programma di formazione offerto a stagisti e studenti nelle strutture cinesi del produttore. Pegatron è uno dei più importanti partner di Apple, secondo solo a Foxconn, per quanto riguarda la catena di produzione e anche alcuni dei componenti del nuovo iPhone 12. La società di Cupertino da anni obbliga i suoi partner a rispettare un rigido regolamento che mira a salvaguardare i dipendenti. Obbliga anche a corsi di aggiornamento, oltre a permettere di accedere agli studi per far crescere la carriera. Per verificare che tutti rispettino questo regolamento ci si avvale di aziende indipendenti per effettuare verifiche e sondaggi a sorpresa, oltre a eseguire analisi a campione periodicamente.

cms_19938/foto_1.jpg

Apple ha inoltre dichiarato a Bloomberg “Abbiamo un rigoroso processo di revisione e approvazione per qualsiasi programma di lavoro per studenti, che vieta gli straordinari o i turni notturni agli stagisti. Pegatron ha falsificato i documenti per mascherare le violazioni del nostro codice, obbligando gli studenti a lavorare di notte e/o straordinari e in alcuni casi di svolgere lavori senza essere aiutati dal loro manager. Le persone responsabili delle violazioni hanno fatto di tutto per eludere i nostri meccanismi di controllo.”. Ma queste “sviste” di Pegatron non sono nuove alle orecchie del Colosso di Cupertino, dato che già nel 2015 la società fu pizzicata a far lavorare dei dipendenti oltre il limite delle 60 ore settimanali, pagando a volte una paga più bassa di quella prevista. La risposta di Pegatron però non è tardata ad arrivare, infatti in risposta alle accuse ha dichiarato in una nota ufficiale “Alla scoperta di questa attività non conforme, abbiamo immediatamente tolto gli studenti e gli stagisti dalle linee di produzione e abbiamo lavorato affinché tornassero alle loro case o scuole con un adeguato compenso insieme a tutto il supporto necessario”. Nonostante questo la Apple ha infine preferito intraprendere un approccio cautelativo mettendo in “stand-by” l’azienda fino a quando lo riterrà opportuno.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos