APPROVATO IL RECOVERY PLAN DELL’ITALIA

Draghi: “Celebriamo l’inizio della ripresa”. Von der Leyen: “Che sia il motore della crescita dell’UE”

1624394700Copertina.jpg

Il cielo è azzurro sul Parlamento Europeo. La Commissione Europea ha ufficialmente approvato il Piano nazionale di ripresa e resilienza proposto dall’Italia. Il suo valore è di 191 miliardi di euro e mezzo, dei quali 68 e 900 milioni saranno spesi in sovvenzioni mentre 122 e 600 milioni in prestiti. Stanti queste cifre la Commissione ha promosso il piano, che ora dovrà passare sotto la lente del Consiglio entro la fine del prossimo mese. Il punteggio ottenuto è molto più che soddisfacente: ben dieci A raccolte e una sola B, sui costi. “La collaborazione con la Commissione dell’Unione Europea sul Piano nazionale di ripresa e resilienza è stata molto proficua – commenta il premier Mario Draghi in una conferenza stampa con Ursula Von Der Leyen, presidentessa della Commissione Europea – spero che sia l’alba della ripresa dell’economia italiana”. Il PNRR, come è stato soprannominato dagli amici, è il primo passo. Un primo passo lungimirante, parte di un percorso ambizioso che mira a creare un futuro migliore per l’Italia e per l’Europa intera. “Certamente il governo italiano e tutti noi abbiamo una responsabilità nei confronti del resto dei Paesi europei, nei confronti dei cittadini europei che pagano le tasse – ammette – abbiamo quindi la responsabilità non solo nei confronti di noi stessi ma anche nei confronti dei cittadini dell’Europa”.

cms_22284/Foto_1.jpg

I contributi del Recovery Plan permetteranno di fare dell’Italia il motore della crescita in Europa, la Commissione sarà vigile per assicurare che sia sfruttato tutto il potenziale di Next Generation European Union – asserisce la Von Der Leyen – il vostro successo è il nostro successo, il successo dell’Italia è il successo dell’Europa”. È un’Italia forte a rendere l’Europa più forte. “Sono orgogliosa che Next Generation European Union aiuterà il popolo italiano a guardare al futuro con fiducia e ambizione, ora è il momento di concretizzare – continua la presidentessa – saremo al vostro fianco in ogni fase del percorso per garantire che il piano sia un successo italiano ed europeo, effettuiamo sempre una valutazione molto prudente dell’impatto che il rispetto piano nazionale di resilienza della ripresa avrà sull’economia nazionale”.

cms_22284/Foto_2.jpg

Rimettendola sui numeri: il piano preparato dall’Italia avrà, all’’incirca, un impatto dall’1.5% al 2.5% del PIL e di oltre 240mila nuovi posti di lavoro nel Bel Paese fino al 2026. Parola della Von der Leyen. Il PNRR italiano è il più importante di tutto il progetto continentale Next Generation European Union e destina, stando alla valutazione effettuata dai tecnici di Bruxelles, il 37% della spesa generale in favore di misure di sostegno degli scopi climatici e il 25% al digitale. Italia caput Europae.

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos