ARTIGLIO DEL DIAVOLO E ARNICA:PROPRIETA’, USO,CONTROINDICAZIONI

Natura Amica

1652402332ARTIGLIO_DEL_DIAVOLO_E_ARNICA_NATURA-amica.jpg

cms_26021/01.jpgL’Artiglio del diavolo è una pianta erbacea perenne originaria dell’Africa meridionale e orientale.

Le sue radici, essiccate, sono utilizzate per la preparazione di molti prodotti sia erboristici e fitoterapici per il suo potere analgesico ed antinfiammatorio.

Impiegato da secoli nella medicina tradizionale dei popoli sudafricani per la cura di vari problemi del sistema osteo-articolare. Trova oggi utilizzo soprattutto nelle situazioni che causano dolore.

L’artiglio del diavolo è quindi possibile naturale panacea per la sciatica, il mal di schiena, mal di testa da artrosi cervicale, dolori generici alla cervicale, artrite, artrosi, devo.

Per problematiche simili.

cms_26021/02.jpgIn erboristeria si utilizza anche l’arnica con analogo effetto antinfiammatorio utile però solo per uso esterno.

A differenza dell’arnica l’artiglio del diavolo può essere somministrato anche per via orale, con azione più forte.

Oltre a questo aspetto, si tende a optare per arnica o si tende del diavolo in base al disturbo da trattare: l’arnica è più adatta in caso di traumi, contusioni ed ematomi, mentre l’artiglio del trova impiego anche nel dolore cronico.

L’artiglio del diavolo ei prodotti ricavati da questa pianta possono essere acquistati in tutte le erboristerie. Di questo uso naturale le radici tuberizzate, raccolte in autunno da piante spontanee. Le radici sono poi vendute sotto forma di droga grezza o utilizzate per preparare capsule, compresse, pomate, unguenti e creme. Con la pianta intera si preparano le tinture madre.

Benefici dell’artiglio del diavolo

cms_26021/3.jpg

L’artiglio del diavolo apporta benefici in caso di infiammazioni di lieve entità poiché aiuta a ridurre la flogosi e il dolore a essa associato. L’efficacia analgesica e antinfiammatoria è data dalla presenza di glucosidi iridoidi – tra cui l’arpagoside - contenuti nella radice della pianta. All’artiglio del diavolo sono attribuite anche queste proprietà ipocolesterolemizzanti, ipotensive, antiaritmiche e digestive, ultime date dall’azione amaricante degli iridoidi, capaci di stimolare la produzione di succhi gastrici e bile.

Effetti collaterali dell’artiglio del diavolo

L’artiglio del diavolo è generalmente ben tollerato e può essere assunto senza effetti collaterali gravi anche per lunghi periodi, ad esempio in caso di dolori cronici. Le proprietà digestive dell’artiglio del diavolo, date dalla presenza di amaricanti, rende questa droga controindicata a chi è da gastrite e ulcera peptica, poiché stimola la secrezione gastrica. L’artiglio interagisce inoltre con farmaci anticoagulanti, ipotensivi, ipoglicemizzanti orali, antiaritmici e FANS, dunque se ne sconsiglia l’uso a chi è a tipo di terapia.

L’artiglio del diavolo, infine, non deve essere somministrato in gravidanza poiché può stimolare le contrazioni uterine.

Diana Filippi

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram