A Copenaghen è già tempo di Natale

Migliaia di Babbi Natale hanno invaso le vie del centro danese

A_Copenaghen_e_gia_tempo_di_Natale.jpg

Sfiancati dal gran caldo, questo è il periodo in cui sui social fanno capolino i primi segnali di intolleranza alla stagione estiva. Sembra un rituale che si ripete puntuale quando umidità, afa e lunghe code sulle strade del rientro ci proiettano in un immaginario countdown per la regina delle feste. Sembra quasi un delirio collettivo, ma di fatto, ogni qualvolta il pensiero ci rimanda a quella che per antonomasia è la festività più fresca dell’anno, si percepisce l’illusoria sensazione che la canicola estiva allenti la morsa.

In Danimarca l’occasione del più antico raduno al mondo sul tema natalizio fa riflettere su come sia un vero peccato che la festa più suggestiva dell’anno si debba festeggiare in un solo periodo.

Il World Santa Claus Congress è il raduno di Babbi Natale (uomini e donne) provenienti da tutto il mondo giunto quest’anno alla sessantunesima edizione.

Al grido di “mancano cinque mesi a Natale. Solo cinque mesi!”, 125 Babbi e Mamme Natale si sono radunati in Danimarca per parate, eventi, spettacoli e concerti con il tradizionale gran finale del bagno nel mare della spiaggia di Bellevue, rigorosamente in costume natalizio.

cms_10003/2.jpg

Durante la tre giorni del congresso i nostalgici amanti del Natale riescono, ogni anno, a dare vita allo spirito natalizio non solo con gli eventi proposti ma anche attraverso una fedele riproposta delle tipiche pietanze natalizie.

E tra un boccale e l’altro della tipica birra di Natale si portano avanti con il lavoro cominciando a buttar giù le liste dei bambini più meritevoli.

cms_10003/3.jpg

Il World Santa Claus Congress è stato creato nel 1957 e si tiene ogni anno dal 23 al 26 luglio. L’inventore di questo antichissimo evento è Christian Jorgen Nielsen, detto “professor Tribini”, il leggendario animatore del parco di divertimenti di Bakken (Dyrehavsbakken) che si trova a Klampenborg, piccolo centro 12 km a nord di Copenaghen. Nielsen era convinto che si dovesse festeggiare il Natale più di una volta all’anno e così pensò bene di riproporre la festività anche nel periodo estivo.

cms_10003/4.jpg

Il singolare evento nato per la passione di pochi è diventato negli anni una vera attrattiva per i turisti, uno show che allieta le vacanze di migliaia di visitatori attratti dalle numerose iniziative programmate nelle tre giornate, compresa la parata ufficiale che si svolge nelle vie del centro della capitale danese.

A ben vedere, superato lo smarrimento iniziale dei bambini più attenti, che riconoscono nella Lapponia Finlandese l’unica residenza ufficiale del famoso Babbo, c’è da ammettere che non è male l’idea di riproporre uno dei periodi più belli dell’anno anche in estate, previo tacito e comune accordo di bypassare il gravoso impegno di fare regali, ma questo è solo il mio personalissimo pensiero.

Qualora vi foste persi questa deliziosa anticipazione del Natale, vi sarà utile sapere che la Danimarca non è l’unica terra di romantiche bizzarrie natalizie.

Nelle Filippine il Festival delle Lanterne Giganti (Ligligan Parul Sampernandu) illumina con i suoi colori, ogni sabato prima della Vigilia di Natale, la città di San Fernando, eletta per questo, a buon titolo, la “Capitale del Natale” delle Filippine.

cms_10003/5.jpg

Il festival che vede impegnati undici villaggi in competizione per realizzare la lanterna più elaborata, attira ogni anno spettatori da tutto il mondo.

Meno rassicurante, soprattutto per i bambini, è la leggendaria creatura demoniaca dalle sembianze animalesche che vaga per le vie della città spaventando e punendo i monelli. Avviene in Austria, dove, secondo la tradizione, mentre San Nicola premia i bambini buoni, il mostruoso Krampus cattura quelli cattivi e li porta via con sé.

Il rituale si “consuma” durante la prima settimana di dicembre, quando gli adolescenti travestiti da Krampus vanno in giro spaventando i più piccoli con campane e catene cigolanti.

In Norvegia si rinnova da secoli una delle tradizioni meno ortodosse caratterizzanti la vigilia di Natale. Sono in molti infatti a nascondere, nei giorni che precedono la festa, le scope migliori in un posto sicuro della casa affinché non vengano rubate da streghe e spiriti maligni.

Siete sportivi e odiate le feste in panciolle? Il Natale giusto per voi si svolge a Caracas. Nella capitale venezuelana, ogni vigilia di Natale, gli abitanti della città si recano in chiesa su pattini a rotelle. Non è dato conoscerne il motivo, che sembra essere custodito gelosamente tra gli abitanti, ma di fatto questa bizzarra tradizione è così radicata che le strade della città vengono chiuse al traffico per consentire ai cittadini di pattinare in tutta sicurezza. Dopo tanta fatica per ritemprare il fisico ci si abbandona ai piaceri della tavola gustando una cena di Natale a base di “tamales” (tortilla di farina di granoturco farcita con carne e successivamente cotta al vapore).

cms_10003/6.jpg

Il giorno delle Candeline, in Colombia, segna l’inizio delle festività natalizie per la popolazione locale. Finestre, balconi e cortili fanno da cornici alle colorate composizioni di candele e lanterne di carta, in un suggestivo caleidoscopio di colori e profumi. La spettacolare iniziativa dedicata alla Vergine Maria e all’Immacolata Concezione vede alcune delle più belle espressioni tra i quartieri di Quimbaya.

Cavalcade of Lights segna l’inizio del Natale di Toronto. Piazza e albero di Natale illuminati da più di 300.000 led a basso consumo si intrecciano con giochi pirotecnici davvero spettacolari. Cimentarsi in una pattinata sul ghiaccio delle piste all’aperto con questo scenario equivale ad entrare in una favola.

Per intanto, se siete tra i fortunati che si godono gli ultimi scampoli di estate e condividete idealmente l’iniziativa danese non vi resta che tuffarvi bardati di barba, cappello e tradizionale vestito rosso, ma fate attenzione: le renne non sono ammesse in acqua.

Maria Cristina Negro

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App