A PISTOIA UN ANZIANO AGGREDITO DA 5 MINORI

A_PISTOIA_UN_ANZIANO_AGGREDITO_DA_5_MINORI.jpg

Angelo Brozzi, un anziano pensionato di 76 anni, ex imbianchino, a detta del paese “un uomo bravo, gentile e mansueto”, alcuni giorni fa è stato accerchiato da una banda di cinque ragazzini dai 13 ai 16 anni, il fatto è avvenuto alle ore 11 di mattina, sulla strada che lo avrebbe riportato a casa. Pare che i minorenni, lo abbiano prima circondato e successivamente gli abbiano strappato il bastone dalle mani, facendolo cadere per terra tra risa, schiamazzi e videocamere di telefonini puntate.

cms_8514/2.jpgAngelo, il povero anziano dopo essersi alzato a fatica dalla strada è tornato subito a casa riportando alcune ferite agli arti ma senza raccontare niente ai familiari. “Li ho perdonati, sono pur sempre dei ragazzi, spero solo che mettano la testa a posto, perché non mi hanno fatto solo male al ginocchio, ma hanno ferito la mia dignità!” Queste le parole dichiarate dal povero anziano oltraggiato, con un sorriso rassegnato sul volto.

L’accaduto pare sia avvenuto a Casalguidi, un comune di poche anime in provincia di Pistoia dove tutti si conoscono e l’amicizia e la solidarietà hanno ancora un grande valore. L’aggressione è venuta alla luce, grazie ad un video inviato su “whatapp” ad un altro minore che subito dopo averlo ricevuto, ha deciso di smascherarli.

cms_8514/3.jpgQuattro dei ragazzi facenti parte della banda, sono stati denunciati al tribunale per i minorenni di Firenze, mentre il quinto no, poiché (non imputabile). Si ipotizzano, dopo accurate indagini coordinate dal capo della squadra mobile di Pistoia, Antonio Fusco, reati di tentato furto con strappo e di lesioni, probabilmente nessuno della banda voleva rubare quel bastone. Dopo essere stati accompagnati in questura dai loro genitori, i ragazzini non sono apparsi ne spaventati ne tantomeno hanno versato lacrime, quasi sicuramente non si sono resi conto di aver commesso un oltraggio e non una semplice bravata, ad una persona anziana, che sarebbe potuto degenerare. Il capo della squadra mobile Fusco inoltre afferma che i minorenni coinvolti nell’aggressione, appartengono a famiglie “normali”, “ Gente perbene che lavora dignitosamente e non riesce a spiegarsi il comportamento dei loro figli” dice. Lo stesso Federico Gorbi, vicesindaco, ribadisce ”Anche io ho parlato con i genitori, sono amareggiati, si sentono responsabili, sono rimasti sorpresi”. Ovviamente a questo punto ci chiediamo “ E’ esclusivamente tutta colpa di cinque ragazzi minorenni lasciati allo sbaraglio”? Fausto Tardelli, vescovo di Pistoia ammonisce dichiarando: “Di fronte ad un video postato fingiamo tutti di rimanere scandalizzati, condanniamo, fingiamo di indignarci ed emettiamo sentenze per non riconoscere semplicemente una cosa e cioè il cosiddetto “voyerismo”, l’indifferenza e anche la violenza, i ragazzini le hanno imparate da noi”.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram