A TORINO UN GRANDE BARCELLONA AFFONDA LA JUVENTUS

La Lazio, invece, pareggia contro il Bruges in trasferta

29_10_2020_RL_CHAMPIONS_LEAGUE.jpg

Il secondo turno della fase a gironi di Champions League non sorride neppure alle altre due squadre italiane impegnate in Europa. In Belgio, infatti, la Lazio pareggia 1-1 contro il Bruges, mentre la Juventus perde in casa contro un forte Barcellona 0-2. Un bilancio abbastanza negativo, dunque, per le quattro squadre italiane che hanno chiuso questo secondo turno con tre pareggi (Inter, Atalanta e Lazio) ed una sconfitta (Juve).

JUVENTUS - BARCELLONA: 0-2

LA PARTITA - Con il 4-4-2 l’allenatore della Juve, Pirlo manda in campo: Szczesny; Cuadrado, Demiral, Bonucci, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Dybala, Morata. Con il 4-2-3-1, invece, il tecnico del Barcellona, Koeman, opta per: Neto; Sergi Roberto, Araujo, Lenglet, Jordi Alba; Pjanic, de Jong; Dembelé, Griezmann, Pedri; Messi.

cms_19723/2_Pirlo_AFP_buona_ok.jpg

All’Allianz Stadium di Torino non brilla la Juventus di Pirlo. Ne approfitta, così, il Barcellona che con grande personalità conquista l’intera posta in palio grazie alle reti messe a segno da Dembele (14’) nel primo tempo e da Messi (90’, c.d.r.) allo scadere. Una vittoria meritata per Messi & company che avrebbero potuto anche arrotondare il risultato se non fosse stato per Szczesny, autore di un paio di interventi prodigiosi e per un palo colpito da Griezmann nei primi minuti della gara. La Juve ha provato dal canto suo a far male al Barcellona senza mai riuscirci, però, in maniera significativa. Ci prova soprattutto Morata che, però, si vede annullare (giustamente) tre gol dall’arbitro Makkelie con il supporto dalla Var. Nel finale la Juve resta in dieci per l’espulsione di Demiral. La situazione del Gruppo G è ora la seguente: Barcellona 6 punti, Juventus 3, Dinamo Kiev e Ferencvaros 1.

CLUB BRUgEs - LAZIO: 1-1

LA PARTITA - Con il 3-5-2 l’allenatore del Club Bruges, Clement, schiera: Mignolet; Clinton Mata, Kossounou, Deli; Diatta, Vormer, Ritz, Vanaken, Sobol; Bonaventure, De Katelaere. Con lo stesso modulo il tecnico della Lazio, Inzaghi, risponde con: Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Parolo, Akpa Akpro, Fares; Caicedo, Correa.

cms_19723/3_Inzaghi_Simone_Afp_ok.jpg

Dopo la vittoria contro il Borussia Dortmund nella gara d’esordio, la Lazio di Simone Inzaghi non va oltre il pareggio in casa del Bruges. Un buon risultato se si considerano le tante defezioni in casa laziale per via di infortuni e di alcuni tamponi risultati positivi. Nonostante ciò, sono proprio i biancocelesti a passare in vantaggio in avvio di gara con un tiro dal limite di Correa (14’). Ma nel finale di tempo, dopo aver controllato abbastanza agevolmente la gara, arriva il pareggio dei padroni di casa con Vanaken (42’, c.d.r.). Nella ripresa la gara resta sostanzialmente equilibrata. Un paio di occasioni nel finale – una per parte - ma il risultato resta fermo sull’1-1.

Con questo risultato la classifica del Gruppo F è la seguente: Lazio e Bruges (4 punti), Borussia Dortmund (3) e Zenit (0).

(Foto da adnkronos.com Afp - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos