A VOLTE CAPITA

A_VOLTE_CAPITA_NR_13_I_SEGRETI_DELLA_PAROLE_prima_-_Copia.jpg

cms_20116/0.jpg

A volte capita di incrociarle distrattamente mentre si percorrono le strade provinciali o statali, "vestite" con abiti colorati e appariscenti, talvolta qualcuno le importuna o insulta, il più delle volte si fa finta di nulla, e sono solo volti e figure indifferenti; ma dietro a quei volti, quei corpi, quegli occhi, si cela il dramma umano del fenomeno di giovani donne schiavizzate dagli sfruttatori del business della prostituzione, donne che rapite dai luoghi di origine subiscono violenze di ogni tipo, o soggiogate da falsi miraggi, oppure che devono farlo per portare il minimo per il sostentamento delle loro famiglie, donne che provengono da ogni parte del mondo, donne alle quali non bisogna rubare la Dignità.

Donne che prima di tutto sono DONNE e non prostitute o in qualsiasi altro epiteto volgare le si voglia apostrofare.

FIORI RECISI

Giovani fiori, steli leggeri,

boccioli sottili colorati,

recisi, calpestati,

ai bordi delle strade

agli angoli degli incroci

delle periferie isolate e desolate.

Foglie leggere, insudiciate da porci insensibili

lacerate da lupi famelici

pisciate da cani affamati

per delimitare il loro territorio d’azione

come un’effimera conquista.

Dolce fiore spezzato

con occhi d’incanto e ricolmi d’illusione

sei sbocciato sognando il sole,

sogni di viaggiare lontano con la fantasia

accarezzato con i colori dell’arcobaleno,

ma solo la notte, solo il buio

ha segnato ha tua dolce corolla,

il tuo cuore ferito.

Il branco famelico

ha macchiato ed annientato

quel manto colorato che pennellava il tuo cuore.

Voi giovani donne,

giunte da lontano in cerca di un sogno,

le giovani prostitute schiavizzate.

Giuseppe Milella

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos