Alda Merini, un festival le rende omaggio

Per la prima volta in assoluto Milano dedica un Festival alla poetessa dei Navigli

Alda_Merini_un_festival_le_rende_omaggio.jpg

Su idea e coordinamento di Diana Battaggia e Ave Comin, la prima Edizione del Festival intitolato ad Alda Merini viene promossa dalla Casa delle Artiste, associazione culturale di promozione sociale. Via Mogolfa, 32 apre le porte al pubblico dal 21 al 23 marzo.“La nostra Associazione - dice Diana Battaggia - è nata per promuovere l’arte e gli artisti vari, per diventare così un luogo dove le persone possano condividere il meglio di sé”. La Casa delle Artiste è costituita da circa 150 socie e soci, fra cui si contano sia artisti affermati sia giovani emergenti e aspiranti tali. Le socie fondatrici si propongono di avere un’attenzione particolare per l’arte "di matrice femminile" alludendo alla creatività delle donne, ma intendendo anche indicare con questa espressione qualcosa di presente in ognuno, indipendentemente dal genere.

cms_5818/2.jpg

In questa prima edizione del Festival non poteva mancare il contributo sia economico che di conforto, della Regione Lombardia. È stato Fabrizio Cecchetti a dire, in conferenza stampa che “I Navigli Milanesi diventano famosi anche grazie a Merini”. Lo stesso, insieme alla sua collega Sara Valmaggi, ha assicurato la sua presenza all’apertura dell’evento coincidente con il compleanno della poetessa che il 21 marzo avrebbe compiuto 86 anni. In questa data si celebreranno anche, non a caso, la Giornata Mondiale della Poesia e quella delle Vittime di mafia, temi che saranno ricordati nella celebrazione del Festival. Il Presidente del Municipio 6, Salvo Minieti, ha detto che “Alda Merino ha fatto grande Milano e la sua Casa è un’eccellenza del nostro territorio". Al Festival aderiscono tante aassociazioni culturali come Il Ponte degli Artisti, che nel pomeriggio del 21 organizzerà l’evento di pittura “10 Artisti per Alda”. Non mancheranno i lavori dell’artista Lorenzo Maria Bottari con l’esposizione "Un sorso in tinta".

cms_5818/3.jpgConosciuta la poetessa nel lontano ’91e innamoratosi della sua ironia, è l’unico pittore riuscito a ritrarla. Alla Casa delle Arti Si possono già ammirare alcune delle sue magnifiche opere. Bottari ha realizzato 500 mostre in giro per il Mondo e ricorda con affetto e orgoglio due delle sue amicizie più belle e importanti della sua vita: Alda Merini e Ibrahim Kodra. Ci sarà poi Giovanni Nuti, giovane artista che ha contribuito alla diffusione della poesia di Alda Merini tramite la musica. Nato a Viareggio e cresciuto con le canzoni di De André e Battisti, ha collaborato con Dalla, Vecchioni e Mango. Dal 2004 tutto il suo percorso artistico è stato dedicato alla "Musa dei navigli" con gli album "Milva canta Merini", "Poems della croce" e "Rasoi di sera". Alle 21 del 21marzo sarà al Teatro di San Lorenzo alle Colonne, nel quartiere di Alda, con lo spettacolo "Sono nata Il 21 a primavera".Al Festival ha aderito anche l’associazione culturale "Baobab" che, tramite il progetto "Ambasciatori Migranti", porta Milano in tutto il mondo. La Casa delle Artiste ha tenuto a ringraziare la scrittrice messicana Jannette Lazano Clariond, traduttrice delle opere della poetessa nei paesi dell’America Latina. Ringraziamenti vanno anche alla casa editrice "La vita felice" che ha pubblicato il suo primo libro, "Ipotenusa d’amore" e che, a distanza di 25 anni, ha dato vita a numerose altre collane. Il 22 sarà ospite del festival l’editore, nonché amico della poetessa milanese, Gerardo Mastrullo. Buon compleanno Alda!

Marsela Koci

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos