Amore Criminale: quando l’inchiesta diventa Fiction

La nostra intervista a Loredana Mendicino

amore-criminale.jpg

Riparte su Raitre, la nuova stagione di “Amore Criminale”, condotto da Barbara De Rossi, per la Regia di Matilde D’Errico e Maurizio Iannelli. Lo storico programma, alla sua quindicesima edizione si occupa di crudeli casi di cronaca che vedono le donne vittime di violenze fisiche e psicologiche, che molto spesso sfociano in gesti omicidi da parte del loro carnefice.

cms_1327/474390447_295x166.jpg

Attraverso accurate e metodiche ricostruzioni di questi sconvolgenti fatti di cronaca la Ruvido Produzioni, si propone di rappresentare in maniera il più verosimile possibile, gli accadimenti dei vari casi narrati. Il linguaggio narrativo scelto è quello della Docu-Fiction, la quale si avvale di attori che prestano i loro volti ai personaggi coinvolti nelle vicende. Non fanno eccezione i protagonisti di una delle otto puntate dedicata al caso Delle Foglie, che vede Laura Mantovi nei panni di Sabrina Blotti ed Enrico Firpo in quelli di Delle Foglie. Al fianco degli attori protagonisti, troviamo Loredana Mendicino che affronta un ruolo chiave nella ricostruzione del “caso Delle Foglie” interpretando la Dottoressa Patrizia Suppressa la quale aveva in cura Delle Foglie. Alcuni attori invece, sono presenti in studio per leggere alcuni stralci tratti dagli atti giudiziari dei casi raccontati in puntata, ricordiamo Leo Gullotta, Duccio Camerini, Enrico Lo Verso.

cms_1327/Loredana_Mendicino.jpgAbbiamo incontrato Loredana Mendicino
- E’ stato difficile interpretare il tuo ruolo?
Beh, diciamo che ero preoccupata di svolgere al meglio la rappresentazione, e cmq ho avuto un grande supporto dalla regista che è al contempo una bravissima acting-coach.
- Preferisci recitare in altri contesti o ti adatti ad ogni copione?
Considerando il fatto che non sono un’attrice di professione, in quanto lavoro nel backstage, le volte che mi é capitato di farlo, ho sempre accolto di buon grado la sfida di confrontarmi con soggetti diversi e personaggi molto distanti da me.
- Secondo te la ricostruzione di delitti in forma factuale è televisivamente efficace?
Assolutamente sì, i real-movie sono costituiti da approfondimenti dati dal supporto dei parenti delle vittime, avvocati, criminologi, psicologi e tutte quelle figure che concorrono a dare una chiara rappresentazione degli eventi. La mission è quella di risvegliare le coscienze di tutte quelle donne che sono vittime di violenza e lo share di Amore Criminale evidenzia il successo di tale scelta.
- Caso Delle Foglie ne avevi sentito parlare?
Sì, certo, oltretutto é accaduto solo due anni fa, quindi lo ricordo molto bene.
- Parteciperesti ancora ad una nuova trasposizione?
Quando si tratta di dare il proprio contributo al fine di rappresentare qualcosa che possa essere socialmente utile accetto sempre.
- Sappiamo che hai partecipato anche ad un’altra docu-fiction che tratta l’argomento dello Stalking.
Sì, per la regia di Daniel Mercatali. In quel caso interpreto il ruolo di una giornalista.
- Puoi raccontarci qualcosa in più in merito a questo?
Il lavoro è in fase di montaggio e al momento non posso rilasciare alcuna dichiarazione.

Sabrina Angeli

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App