Annuncio a sorpresa di Apple: ecco i nuovi iPad

Ecco perché Apple Pencil 2 non è supportata

ecco_i_nuovi_iPad.jpg

È un’inaspettata foto su Twitter a rivelare i nuovi modelli di iPad del 2019, con circa una settimana di anticipo sull’evento ufficiale “Showtime” del 25 marzo dedicato ai servizi di streaming. La foto postata sul profilo del Ceo Tim Cook, vedrebbe quest’ultimo impegnato a scrivere “Hello” sul nuovo iPad mini 5. Una trovata che rompe la routine alla quale Apple ci ha abituati in questi tempi, e racconta di come la comunicazione sia cambiata. I due modelli presentati sono stati l’iPad Air 10.5” e l’iPad mini 5: entrambi potranno farsi vanto del nuovo processore A12 Bionic con Neural Engine di Apple, che ha una velocità di clock di 2.49 GHz proprio come iPhone XS. Almeno per quanto riguarda il modello Air, la casa di Cupertino ha dichiarato che con questo chip oltre ad avere un incremento di prestazioni di circa il 70%, raddoppierà la capacità grafica. Inoltre, sempre iPad Air, potrà contare su una batteria che promette fino a 10 ore di autonomia, al contrario quella di IPad Mini dovrebbe offrire un giorno intero di operatività.

cms_12206/2.jpg

Entrambi i modelli integreranno una fotocamera frontale da 7 MP (compatibile Facetime HD) e una posteriore da 8 MP. Per quanto riguarda il prezzo Apple ha proposto 4 opzioni differenti, disponibili anche in Italia già da subito: Wifi da 64 GB 569 euro; Wifi da 256 GB 739 euro; Wifi + Cellular da 64 GB 709 euro; Wifi + Cellular da 256 GB 879 euro. Belle chicche anche per la versione Mini, che con i suoi 7,9 pollici risulta solo leggermente più grande della media degli smartphone attuali, garantendo così un’estrema portabilità. Migliorata anche la qualità dello schermo, con una luminosità del 25% superiore al modello precedente e il supporto alla tecnologia True Tone, come su iPad Air. I prezzi partirebbero da 459 euro per la versione da 64 GB e solo Wi-Fi e 599 euro per quella con modulo 4G. Si sale a 629 euro per il modello con 256 GB e Wi-Fi per arrivare ai 769 euro per la versione che include il modulo 4G. Purtroppo in nessuno dei due modelli ci sarà il Face ID, ovvero lo sblocco riconoscimento facciale, ma continuerà ad esserci l’ormai anziano Touch ID integrato nel tasto fisico “home”.

cms_12206/3.jpg

Ma la vera novità presente in entrambi i modelli è il supporto ad Apple Pencil, la famosa penna brandizzata introdotta un paio di anni fa, e smart-pen di terze parti. È alquanto bizzarro però il fatto che nessuno dei due dispositivi supporti la seconda generazione di Apple Pencil, ma solo la prima. Secondo dei “rumors” provenienti direttamente da Cupertino, questa decisione sarebbe stata presa perché la tecnologia di ricarica a induzione di questo stilo sarebbe troppo costosa per poter essere integrata nell’hardware dei nuovi tablet. Inoltre a confermare questa versione ci pensa John Gruber, noto blogger USA che vanta da sempre ottimi agganci all’interno dei Campus di Apple. Ma la ricarica ad induzione non sarebbe l’unico ostacolo. Infatti per poter agganciare lo stilo magneticamente al tablet, Cupertino avrebbe dovuto ridisegnare completamente lo chassis per realizzare un bordo piatto con magneti integrati, facendo salire notevolmente il prezzo. Infine Apple starebbe anche lavorando ad un suo servizio di streaming in abbonamento, così da far concorrenza al gigante Netflix, ma per avere maggiori informazioni bisognerà aspettare l’evento “Showtime” del 25 marzo.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App