Antonio Galizia - Poeta

"Filantropo"

Antonio_Galizia_Sulle_note_dell_Anima.jpg

L’International Web Post è lieto di riservare questo nuovo spazio ad una delle forme più nobili della creatività dell’animo umano: la poesia.

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo la poesia del poeta Antonio GALIZIA, che arricchisce questa nostra rubrica "Sulle note dell’Anima”", di cui ciascun lettore potrà farsi protagonista inviandocene la propria.

cms_17211/Poesia_A_Galizia.jpg

Il nostro Commento.

In questa poesia si rintracciano associazioni libere per identificare e caratterizzare una precisa identità, quella del filantropo. Cerchiamo di ripercorrere con l’autore, passo dopo passo, l’ipotetico labirinto mentale iniziando dalla prima parola " ...l’afa aderisce sulla pelle...".

Questa adesione può inibire il passaggio dalla nostra fisicità all’esterno delle idee fuori controllo e potenzialmente pericolose.

Antonio inizia la sua narrazione con un’immagine molto precisa che esprime coraggiosamente: una urgente necessità di elaborare le idee, di assemblarle per farle diventare energia positiva e creativa verso un progetto di crescita emozionale. Un’ amara irrisorietà può essere molto temuta perchè potrebbe indebolire il progetto desiderato e distruggere la trama del ricamo della tenerezza e dell’amore.

Il prezioso tessuto esprime una nobile progettualità, degna di essere protetta e difesa. Questo importante programma rischia di essere danneggiato dal disincanto e dalla passività. L’ autore ci immerge nei variegati colori della trama creativa e nella caleidoscopica tenerezza.

L’ impegno etico è la trasposizione nella realtà del ricamo creato dal cuore, l’unico che possa contenere la speranza di una nuova oblatività. Necessario è eliminare il pericolo del disincanto e della irrisorietà. L’autore ci descrive l’importanza di proteggere una progettualità per un rinnovato umanesimo esistenziale.

Quando si affievoliscono le intuizioni della mente e del cuore, si crea spazio al fallimento della potenzialità amorosa e si evidenzia quanto ogni nostra azione generi precise conseguenze e tutto quello che noi realizziamo in qualche modo condizioni anche la vita degli altri.

Antonio teme la presenza della negatività, vede la minaccia delle istanze non benevole portatrici di un messaggio distruttivo, teme che il percorso spirituale, il percorso donante del filantropo, possa in qualche modo essere inibito.

La maturazione interiore ci rende capaci di amare gli altri, di andare verso il prossimo, di essere empatici. Nei versi della poesia si dichiara l’importanza di elaborare un processo di autonomia nei confronti dei diktat imperanti ed a volte limitanti per giungere alla bellezza della libertà creatrice. L’autore confessa di voler rintracciare nella memoria e nel vissuto la preziosità di parti da recuperare e nello stesso tempo desidera testimoniarci l’assoluta importanza di essere liberi da tutto quello che impedisce il nostro percorso di realizzazione evolutiva perché il nostro prossimo ha bisogno del nostro amore e della nostra attenzione empatica.

Recuperiamo quindi le speranze frantumate e rendiamole colonne portanti per una nuova visione della vita. Il nostro poeta ci invita a liberarci dalla passività inibente e da false ideologie fuorvianti. Desidera recuperare tasselli di memoria che possano ispirare un nuovo percorso per una rinnovata umanità. Stiamo attenti quindi a non sprecare gli affetti ed i sentimenti; il nostro vissuto esperienziale potrebbe aiutarci ad arrivare a quella profonda consapevolezza colma di speranza e di fantasia.

Nel titolo di questa poesia "Filantropo" palpita la speranza di una progettualità esistenziale. Come un excursus , un tracciato, un labirinto interiore dove l’autore può iniziare un percorso per realizzarsi come filantropo.

Info:“Sulle note dell’anima” -International Web Post - Redazione di Nettuno - Via Santa Marinella 157 – 00048 Nettuno (RM)

Maria Casalanguida - Manuela Fiorini de Rensis

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram