Aumentano i contagi nel mondo, 218mila in un giorno . Oms: "Per 17 vaccini già in corso trial sull’uomo".

I decessi dall’inizio dell’emergenza sono 34.818. Pregliasco: "Meno di mille ricoverati, Italia sempre meglio"

covid_3_7_5_2020.jpg

cms_18134/johns-hopkins-university-1580683593.jpg

La pandemia di coronavirus ha provocato 218mila nuovi contagi in tutto il mondo nelle ultime 24 ore, superando il precedente record di 191mila contagi raggiunto il 26 giugno. Lo rileva l’ultimo bilancio dell’Istituto Johns Hopkins, che segnala un totale di oltre 10,7 milioni di contagi e 516mila morti.

Gli Stati Uniti sono il paese più colpito con 2,68 milioni di casi e 128.062 morti. Seguono il Brasile con 1,44 milione di contagi e 60.632 morti. Insieme Stati Uniti e Brasile hanno registrato 97mila nuovi contagi, poco meno della metà dei nuovi casi di tutto il mondo. La Russia è al terzo posto con 653.479 casi positivi e 9.668 morti.

cms_18134/Ana_Maria_Henao_Restrepo_(Oms),.jpg

"Sono già 17 i candidati vaccini contro Covid-19 per i quali sono in corso trial clinici, ovvero studi sull’uomo di fase 1, 2 o 3. Siamo molto incoraggiati da questo e dalla collaborazione e trasparenza mostrata del mondo della ricerca. La pipeline è molto ricca, perché abbiamo circa 150 candidati vaccini, che si stanno muovendo verso gli studi clinici". A spiegarlo è Ana Maria Henao Restrepo, medico della R&D Blueprint dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel corso di una conferenza stampa a Ginevra per fare il punto sulla ricerca su Covid-19.

"C’è il vaccino di Oxford, di cui si è scritto molto e che si sta muovendo verso la fase 3, ma abbiamo anche altri 5 prodotti in fase 2 di ricerca. Si tratta di vaccini che adottano approcci differenti, ovvero a vettore virale, a mRna, a Dna e proteici", aggiunge l’esperta. "Bisogna dire che è emersa in questi giorni l’esigenza di procedere con rapidità, ma anche con rigore, per dimostrare sicurezza ed efficacia dei candidati vaccini", ha sottolineato Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell’Oms.

cms_18134/4.jpg

cms_18134/LOGO-PROTEZIONE-CIVILE-NAZIONALE.jpgAltri 30 morti in Italia per coronavirus. I decessi dall’inizio dell’emergenza sono 34.818, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati altri 201 casi, che portano il totale a 240.961. Il numero dei guariti si è incrementato di altre 366 unità: nel complesso sono 191.083. Il numero degli attualmente positivi è 15.060, 195 in meno nelle ultime 24 ore. In isolamento domiciliare 14.015 persone, mentre 963 sono ricoverate con sintomi e 82 sono in terapia intensiva.

cms_18134/bilancio_0207.jpg

cms_18134/Pregliasco.jpg

"Meno di mille ricoverati in Italia: andiamo sempre meglio". A dirlo è il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco, che commentando i dati di ieri della pandemia di Covid-19 sottolinea come "sia molto positivo anche il dato dei ricoveri in terapia intensiva, che sono 82".

"Resta il caso Lombardia, ma soprattutto il nodo dei focolai, un elemento con cui convivere. Dobbiamo essere pronti a intercettarli e spegnerli, per poter vivere un’estate e un autunno tranquilli. Insomma, il mio messaggio è quello di essere sereni ma vigili", conclude Pregliasco.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos