BALENCIAGA/ADIDAS AND BALENCIAGA SPRING-SUMMER COLLECTION 2023

Fashion news e beauty trend alert

1653727342BALENCIAGAADIDAS_AND_BALENCIAGA_SPRING-SUMMER_COLLECTION_2023.jpg

La sala delle contrattazioni della Borsa di New York è stata la meta da raggiungere per assistere al fashion show della maison Balenciaga dove, contemporaneamente, sono state presentate sia la spring-summer collection 2023 che la collection Garde-Robe, Eveningwear e Balenciaga/Adidas nata dalla collaborazione con il noto brand di sportswear. Il designer, Demna Gvasalia non ha mancato di far parlare di sé e della sua collezione facendo sfilare in passerella modelle celate da tute in lattex che sembravano più delle aliene prive di identità che degli esseri umani. Il messaggio, anche se provocatorio, è stato inquietante: non importa che faccia hai, ma quello che indossi!cms_26218/foto1.jpg

Lo stesso designer è uscito a fine fashion show incappucciato definendo i capi un feticcio, ma che il feticcio più importante sono i soldi, non è un caso che l’invito allo show era un pacco di banconote false legate da una fascetta con inciso il nome della maison. Certamente è stata una provocazione, anche se di cattivo gusto, ma la cosa più sbalorditiva sono stati i capi che, da questa collaborazione, escono molto simili a quelli originali tranne che per il prezzo.

cms_26218/foto_2.jpg

L’iconico logo a tre strisce di Adidas segue quello di Balenciaga, l’iconica giacca sporty di Adidas dalla collaborazione ne esce con il logo cambiato e le maniche un po’ più lunghe, ma al costo di mille e ottocento euro, i leggings rivisitati al costo di seicento novantacinque euro, quando quelli originali possono essere acquistati a venticinque euro. I capi sporty di Adidas “rivisitati” Balenciaga non hanno brillato per originalità, basterà una minima variazione di logo per indurre il consumatore ad acquistare i capi della collezione Garde-Robe la prossima primavera? La stessa collezione spring-summer 2023 della maison non ha brillato per originalità riproponendo in passerella un mood dark-fetish, body in lattex, abiti second skin, linee over, accessori imbottiti, tanto nero con accenti di fluo. Anche per la collezione spring-summer la domanda è lecita: “basteranno i preziosi tessuti come la seta, la pura lana, la gabardine ad indurre il consumatore ad acquistare Balenciaga? Per tutti coloro che hanno risposto affermativamente subito dopo lo show, hanno potuto acquistare alcuni capi selezionati, sia online che nello store di Balenciaga di Madison Avenue a New York, ma per acquistare tutti i capi della collezione bisognerà attendere la prossima primavera-estate.

cms_26218/foto_3.jpg

Foto 4

Dopo aver conquistato gli spettatori del grande schermo la tecnologia 3D conquisterà anche la strategia comunicativa del fashion system? Per gli addetti ai lavori del mondo della comunicazione è risaputo che per attirare il cliente i cartelloni pubblicitari devono essere sempre più grandi, sempre più spettacolari, ma nell’ultimo anno sono esplosi gli ADV che “bucano” il cartellone. I billboard 3D sono sempre più frequenti per pubblicizzare accessori fashion come quello apparso a Seul, lo scorso marzo, in occasione del “Air Max Day”. Il brand Nike ha suscitato grande scalpore con il suo billboard che mostrava una scatola che si apriva e da cui fuoriuscivano i vari modelli della sneakers Air Max 1. Alcuni giorni fa, sempre a Seul, la maison Bottega Veneta, per celebrare la sua borsa più iconica: la Casette Bag ha installato un billboard in 3D. Anche la maison Balenciaga, in collaborazione con Fortnite ha esposto billboard in 3D a Tokyo, Londra, New York, Seul dove il protagonista del popolarissimo videogioco, Doggo indossa un outfit griffato Balenciaga che si protendeva verso gli spettatori lasciandoli a bocca aperta. L’ADV 3D sta conquistando soprattutto paesi come il Giappone, la Cina, la Corea del sud dove è riuscita a creare un’interazione più intima tra prodotto e cliente, ma saprà conquistare anche la vecchia Europa e gli Stati Uniti?

cms_26218/foto_5.jpg

L’ultimo oggetto del desiderio delle bag addicted di mezzo mondo, ma soprattutto della generazione Z è la Cagole della maison Balenciaga. La bag, a forma di croissant, dove sono incastonati borchie, fibbie, nappe con uno specchietto a forma di cuore sta diventando un vero e proprio feticcio tra le trendsetter più influenti al mondo. Non è un caso che la maison, tra aprile e maggio, ha aperto dodici pop-up sparsi per il mondo per celebrare la Cagole (parole dello slang francese che indica un atteggiamento trasgressivo), i pop-up avranno come fil rouge il furry total pink che ricoprirà l’intera superficie. Nei pop-up i clienti potranno anche personalizzare la propria Cagole con le iniziali impresse sullo specchietto a forma di cuore.

cms_26218/foto_6.jpg

Anche le nostre sopracciglia sono in continuo cammino per inseguire il trend del momento, a volte con esiti irreparabili, oggi è il momento delle bleached brows già avvistate su molti red carpet e passerelle. Il trend di decolorare le sopracciglia arriva da lontano, dagli anni ’60, ma che oggi è tornato virale su TikTok come mezzo per affermare la propria personalità. La prima a fiutare il trend è stata Cher in tempi non sospetti, lo scorso anno, passando sotto silenzio, ma oggi sono già tante le star avvistate con le sopracciglia decolorate come cantante Lady Gaga, le top model Gigi e Bella Hadid sulla passerella di Versace, l’attrice Maisie Williams, l’influencers Kendal Genner e Kim Kardashian. Se volete seguire il trend, discutibile, ma virale, dovete tenere a mente che una volta decolorate le sopracciglia hanno bisogno di circa un anno per ricrescere, sarebbe più saggio e sicuro affidarsi ai tanti tutorial di make up che spopolano su TikTok per ricreare l’effetto “sbiadito” senza passare per la decolorazione.

T. Velvet

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos