BIDEN, TROVATE ALTRE CARTE SEGRETE - Trump: "Quando raid Fbi?"

AMERICA_Licenze_Creative_Commons.jpg

L’Attorney General Merrick Garland ha nominato un procuratore speciale, Robert Hur, per indagare sui documenti classificati ritrovati nella casa del presidente americano Joe Biden nel Delaware. "Farò in modo che il signor Hur riceva tutte le risorse di cui ha bisogno per svolgere il suo lavoro", ha affermato Garland.

cms_29028/1.jpg

"La gente sa che considero i documenti classificati una cosa seria, stiamo collaborando a pieno con l’indagine del dipartimento di Giustizia", ha detto Joe Biden rispondendo alle domande di giornalisti dopo che la Casa Bianca ha confermato che è stato ritrovato un secondo gruppo di carte segrete, questa volta nella sua residenza in Delaware. "Nell’ambito di questo processo, i miei legali hanno controllato i posti dove sono conservate le carte relative al mio mandato da vice presidente, hanno finito la revisione la notte scorsa ed hanno trovato un piccolo numero di documenti classificati in un deposito nel mio garage e nella mia biblioteca personale", ha aggiunto.

Il consigliere legale speciale di Biden, Richard Sauber, ha spiegato che questo secondo gruppo di documenti classificati sono stati ritrovati dopo che la Casa Bianca nei giorni scorsi ha reso noto che all’inizio di novembre erano stati trovati dei documenti classificati in un armadio di un ufficio privato a Washington utilizzato da Biden tra il 2017 e il 2020.

"Durante la revisione, gli avvocati hanno scoperto tra documenti personali e politici un piccolo numero di altri documenti Obama-Biden classificati - ha aggiunto Sauber - tutti i documenti tranne uno sono stati trovati in un deposito nel garage della residenza del presidente a Wilmington. Solo un documento, di una sola pagina, è stato trovato tra il materiale conservato in una stanza adiacente".

Sauber ha spiegato che le residenze di Wilmington e Rehoboth Beach erano i due posti, oltre all’ufficio del Penn Biden Center di Washington, dove erano state mandate le casse al momento del trasloco dell’allora vice presidente.

"Come abbiamo detto in precedenza, stiamo collaborando a pieno con gli archivi nazionali ed il dipartimento di Giustizia nel processo teso a garantire che ogni documento dell’amministrazione Obama-Biden sia adeguatamente in possesso degli archivi", ha aggiunto il consigliere legale nella sua dichiarazione, precisando che il team legale di Biden ha concluso ieri sera l’operazione di controllo e di ricerca nelle residenze private del presidente.

***** ***** ***** ***** *****

Trump: "Quando raid Fbi?"

cms_29028/2_1673578604.jpg

"Quando l’Fbi farà irruzione nelle numerose case di Joe Biden, forse anche alla Casa Bianca? Questi documenti non sono stati assolutamente declassificati". Così l’ex presidente Donald Trump ha reagito alla notizia del ritrovamento di documenti classificati in un ufficio privato di Biden, risalenti all’epoca in cui era vice presidente. Trump, accusato di aver portato via documenti classificati che sono stati trovati in perquisizioni condotte dall’Fbi nella sua residenza di Mar-a-Lago, ha scritto sul social Truth, condividendo l’articolo della Cbs con le rivelazioni sul ritrovamento nell’ufficio di Biden.

Diversi documenti riservati del periodo in cui il presidente Joe Biden era vicepresidente sono stati scoperti lo scorso autunno in un ufficio privato a Washington che Biden ha utilizzato dal 2017 al 2019. A trovare i documenti riservati, meno di una dozzina, sono stati gli avvocati di Biden. Non è chiaro cosa riguardino o perché siano stati portati nell’ufficio. I titolari di cariche federali sono tenuti per legge a rinunciare a documenti ufficiali e documenti classificati al termine del loro servizio governativo.

"La Casa Bianca sta collaborando con gli archivi nazionali e il Dipartimento di giustizia per quanto riguarda la scoperta di quelli che sembrano essere documenti dell’amministrazione Obama-Biden, incluso un piccolo numero di documenti con contrassegni classificati", ha dichiarato Richard Sauber, consigliere speciale del presidente Biden in una dichiarazione. Il giorno della scoperta, il 2 novembre 2022, l’ufficio del consiglio della Casa Bianca ha notificato agli archivi nazionali. L’Archivio ha preso possesso dei materiali la mattina seguente.

"La scoperta di questi documenti è stata fatta dagli avvocati del presidente - ha aggiunto Sauber - I documenti non sono stati oggetto di alcuna precedente richiesta o indagine da parte degli Archivi. Da quella scoperta, gli avvocati personali del presidente hanno collaborato con gli Archivi e il Dipartimento di Giustizia".

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram