BIN SALMAN “UNO PER TUTTI”

Il viaggio del principe saudita e di Joe Biden tra Egitto, Giordania e Turchia

1655951925Quanto-e-ricco-Mohammed-bin-Salman-il-principe-dellArabia-Saudita.jpg

La seconda parte del famoso motto dei Tre Moschettieri di Alexandre Dumas calza a pennello con le intenzioni di Mohammed Bin Salman. Intenzioni nobili, in tutti i sensi.

cms_26524/1.jpg

Il principe, erede al trono dell’Arabia Saudita, si è recato al Cairo; la capitale egiziana è la prima tappa di un viaggio che lo condurrà anche in Giordania e Turchia. L’obbiettivo è incontrare Recep Tayipp Erdogan per richiudere in maniera definitiva la frattura generatasi a seguito dell’omicidio di Jamal Khashoggi.

cms_26524/2_1655950349.jpg

Il viaggio del principe saudita arriva con un mese di anticipo rispetto al previsto ciclo di incontri nella regione da parte del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che visiterà anche il leader saudita. L’erede al trono saudita ha incontrato ieri mattina al Palazzo Presidenziale della capitale il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi.

cms_26524/Foto_1.jpg

Il dittatore egiziano ha accolto avantieri sera il principe all’aeroporto in segno di rispetto per Riyadh, sostenitore finanziario il regime egiziano. Solo all’inizio di quest’anno, Arabia Saudita, Qatar ed Emirati Arabi Uniti hanno versato alle casse di Sisi 22 miliardi di dollari in depositi e fondi di investimento, volti a stabilizzare l’economia egiziana ulteriormente indebolita dal conflitto in Ucraina. In Giordania, invece, è programmato l’incontro con re Abdullah II, altro suo alleato. La visita segue l’incontro di Erdogan con il re saudita Salman a Gedda alla fine di aprile, ma soprattutto, dopo quasi quattro anni di tensioni dopo l’omicidio di Khashoggi, la tanto attesa stretta di mano. La visita aiuta a rivedere le relazioni tra i due paesi in vari campi e pone le basi per un accordo che potrebbe essere firmato durante la prossima visita di MBS in Turchia. Il viaggio del presidente turco è avvenuto quando il processo a carico di 26 funzionari sauditi accusati da Ankara di aver ucciso il giornalista è stato spostato da un tribunale di Istanbul alla capitale saudita, Riyadh.

cms_26524/Foto_2.jpg

Dopo l’uccisione del giornalista, Erdogan non ha lasciato andare le accuse contro "i più alti vertici della monarchia", ritenuti i veri artefici dell’omicidio. Il Presidente degli Stati Uniti Biden visiterà il Medio Oriente dal 13 al 16 luglio, durante la quale visiterà anche Israele e la Cisgiordania. Tuttavia, il faccia a faccia con Bin Salaman rimane al centro dell’agenda di Biden. Il presidente degli Stati Uniti punta a un importante contributo dell’Arabia Saudita per alleviare la crisi del prezzo del petrolio causata dalla guerra in Ucraina. La visita ha posto fine a un raffreddamento dei rapporti tra i due storici alleati dopo l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi, ucciso a Istanbul nel 2018. La morte dell’editorialista del Washington Post è stata la ragione della spaccatura tra Erdogan e Mbs. Dopo la Giordania, il principe dovrebbe incontrare Erdogan faccia a faccia nella capitale turca Ankara, segnando "una nuova pagina nelle relazioni tra i nostri due Paesi", come la definisce Erdogan.

Francesco Bulzis

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos