BONUS 200 € IN ARRIVO

Sconto prezzo benzina e diesel fino a 2 agosto - Bollette luce e gas, nuovo intervento contro i rincari

1656138711ITALIA_NEWS.jpg

cms_26558/distributore_di_benzina_benzinai_carburanti_pompe_di_benzina.jpegProrogato fino al 2 agosto il taglio di 30 centesimi al litro sul prezzo della benzina e del diesel. Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco e il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il Decreto interministeriale che prolunga la durata delle misure attualmente in vigore per ridurre il prezzo finale dei carburanti.

Uno sconto che però secondo l’Unione Nazionale Consumatori è "insufficiente e inadeguato a quella che oramai è un’emergenza nazionale", denuncia il presidente Massimiliano Dona. "Limitarsi a prorogare il taglio delle accise di 25 cent, che poi diventano 30,5 considerando l’Iva, ha già dimostrato di non bastare per frenare i prezzi impazziti".

"Da quando è iniziata la guerra - sottolinea Dona - nonostante l’intervento del Governo, sia il gasolio che la benzina hanno già superato la soglia di 2 euro anche in modalità self, un litro di benzina, secondo i dati ufficiali del Mite, costa oltre 21 cent in più, con un rialzo dell’11,5%, pari a 10 euro e 68 cent per un pieno da 50 litri, mentre il gasolio è maggiore di oltre 28 cent al litro, con un balzo del 16,5%, pari a 14 euro e 18 cent a rifornimento", denunciano i consumatori. Insomma "se il Governo non voleva tornare ai prezzi amministrati come da noi proposto - conclude Dona - doveva alzare la riduzione di almeno altri 10 cent, in deroga per il gasolio alla normativa europea, e ridurre l’Iva dal 22 al 10%".

***** ***** ***** ***** *****

cms_26558/luce_gas_bollette_123rf.jpgIl Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto contro i rincari delle bollette di luce e gas. Via libera anche alla misura per garantire liquidità alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale, e al contributo per le aziende che importano gas naturale sul mercato italiano.

Stando alla bozza, il nuovo intervento del governo ammonta a 3,27 miliardi di euro. Azzerati gli oneri generali di sistema nel settore elettrico per il terzo trimestre 2022, idem per il gas, con la riduzione dell’Iva confermata al 5%. Un provvedimento snello, appena due pagine e sei articoli. L’articolo 1, sul contenimento dei rincari delle bollette elettriche, prevede l’annullamento degli oneri generali di sistema "anche connesse in media e alta/altissima tensione o per usi di illuminazione pubblica o di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico", si legge nel testo.

Si applicano anche alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale le misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese (tramite garanzie prestate da Sace) introdotte con il ’decreto Aiuti’ del 17 maggio scorso.

Le imprese che importano gas in Italia dovranno versare un contributo che verrà versato alla alla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA). Viene inoltre previsto che l’’obolo’ venga reso in caso di perdita. "Ai soggetti che abbiano registrato, nel bilancio certificato dell’esercizio o degli esercizi che includono il periodo oggetto dell’intervento, una perdita - si legge infatti nel testo - sono restituiti gli importi precedentemente versati nei limiti del valore della perdita".

"Oggi abbiamo prorogato le misure a sostegno di imprese e famiglie" contro il rincaro bollette, dice la ministra della Famiglia Elena Bonetti lasciando Palazzo Chigi subito dopo il Consiglio dei ministri, "un ulteriore conferma dell’impegno del governo. A breve ci sarà un nuovo provvedimento per il taglio dei prezzi del carburante. Ci sarà un provvedimento ad hoc da parte dei ministeri competenti".

***** ***** ***** ***** *****
cms_26558/banconote_soldi_ftg_rit.jpg

Bonus 200 euro in arrivo. Previsto dal decreto Aiuti di maggio, è un sostegno una tantum deciso dal governo per lavoratori dipendenti e autonomi, ma anche per pensionati, stagionali, disoccupati e percettori del reddito di cittadinanza. La misura interessa oltre 30 milioni di italiani che nel 2021 non hanno avuto un reddito superiore a 35mila euro.

Il mese previsto per l’erogazione di questo bonus è luglio. L’Inps ha precisato quale sia “la retribuzione erogata nel mese di luglio 2022”. "In particolare, si chiarisce, d’intesa con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali", si legge in una recente circolare, "che la retribuzione nella quale riconoscere l’indennità da parte dei datori di lavoro è quella di competenza del mese di luglio 2022, oppure, in ragione dell’articolazione dei singoli rapporti di lavoro (ad esempio, part-time ciclici) o della previsione dei CCNL, quella erogata nel mese di luglio del corrente anno, seppure di competenza del mese di giugno 2022". "Il rapporto di lavoro, in ogni caso, deve sussistere nel mese di luglio 2022", si legge ancora.

Inoltre "stante il riferimento generale ai lavoratori dipendenti e al riconoscimento dell’indennità una tantum da parte dei datori di lavoro, la predetta indennità deve essere erogata, sussistendo il rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, nel mese di luglio del corrente anno e gli altri requisiti posti dal menzionato articolo 31, anche laddove la retribuzione di competenza di luglio 2022 (o giugno 2022, secondo quanto chiarito in precedenza) risulti azzerata in virtù di eventi tutelati (ad esempio, in ragione della sospensione del rapporto di lavoro per ammortizzatori sociali in costanza di rapporto - CIGO/CIGS, FIS o Fondi di solidarietà, CISOA - o congedi)".

Bonus 200 euro, chi ne ha diritto

- lavoratori dipendenti;

- lavoratori autonomi;

- pensionati;

-percettori di Reddito di cittadinanza;

- disoccupati che nel mese di giugno ricevono l’assegno di disoccupazione o la Naspi;

-lavoratori stagionali;

-lavoratori domestici.

Pensionati, pre-pensionati e disoccupati riceveranno il bonus da 200 euro direttamente dall’Inps o dall’ente di previdenza da cui percepiscono normalmente l’assegno. I disoccupati dovranno aver percepito a giugno l’assegno di disoccupazione o la Naspi.

La soglia di reddito lordo di 35mila euro verrà calcolata sulla base di tutti i redditi percepiti di qualsiasi natura (inclusi quelli esenti da imposta o soggetti ad imposta alla fonte o a imposta sostitutiva). Sono esclusi dal calcolo:

-i redditi legati alla casa di abitazione e alle sue pertinenze;

-i trattamenti di fine rapporto (Tfr);

-le competenze arretrate che hanno una tassazione separata;

-gli assegni familiari;

-l’assegno unico universale.

Il bonus non fa reddito e non può essere ceduto, sequestrato o pignorato.

BONUS AUTONOMI
Bonus 200 euro per gli autonomi? Il decreto attuativo ancora non c’è e i lavoratori iniziano a chiedersi se e quando riceveranno l’indennità prevista contro il caro energia. Per partite Iva e professionisti il bonus potrebbe non essere da 200 euro come per i lavoratori dipendenti e i pensionati, ma il vero dubbio riguarda ora le tempistiche di ricezione.

Come spiega Money.it, il governo avrebbe dovuto emanare il decreto attuativo entro il 17 giugno. La scadenza, però, è già passata e il provvedimento del ministero del Lavoro di concerto con il Mef non è arrivato. L’indennità una tantum per i lavoratori autonomi, comunque, non è a rischio: il bonus arriverà, ma a questo punto è probabile uno slittamento.

L’indennità per gli autonomi è prevista dall’articolo 33 del decreto Aiuti, che ha introdotto un fondo per il bonus da erogare ai professionisti non dipendenti e alle partite Iva. La dotazione finanziaria è di 500 milioni di euro, ma nel decreto non viene chiarito né quanto spetterà ai singoli lavoratori né quali sono i requisiti per accedere al bonus né, tanto meno, si specificano le modalità di richiesta.

Per tutti questi dettagli si attendeva il decreto attuativo del ministero del Lavoro che, però, non è ancora arrivato. Il governo e i ministeri sono in ritardo sui tempi rispetto alla scadenza del 17 giugno. Questo non vuol dire che il bonus per gli autonomi non arriverà. Ma che, probabilmente, arriverà in ritardo: l’ipotesi più probabile è che se ne riparli dopo l’estate.

Redazione

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos