BREVI DALL’EUROPA

Ambiente- Commercio Internazionale

1487911110dalla__ns_redazione_di_Bruxelles.jpg

AMBIENTE

Riduzione delle quote di emissioni di carbonio

cms_5607/2_.jpg

Il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha adottato una risoluzione che approva la proposta della Commissione europea di riduzione ogni anno del 2,2% del sistema di scambio delle quote di emissioni di carbonio dell’UE (ETS) volta a rafforzare i limiti alle emissioni di gas serra.

Dalla vendita all’asta delle quote ETS saranno finanziati un fondo di ammodernamento dei sistemi energetici degli Stati membri e un fondo di innovazione per il sostegno finanziario per le energie rinnovabili.

La proposta dovrà ora essere approvata dal Consiglio dei Ministri dell’UE.

Pesticidi biologici a basso rischio

cms_5607/3.jpg

Il Parlamento europeo, nel corso della sessione plenaria a Strasburgo, ha adottato una risoluzione nella quale chiede alla Commissione di proporre una proposta legislativa per la valutazione, l’autorizzazione e la registrazione dei pesticidi biologici a basso rischio.

I deputati europei hanno infatti notato che l’utilizzo dei prodotti fitosanitari tradizionali è sempre più oggetto di dibattiti a causa dei potenziali rischi che presentano per la salute umana, gli animali e l’ambiente.

I prodotti fitosanitari a basso rischio di origine biologica possono rappresentare un’alternativa praticabile e contribuire a un’attività agricola più sostenibile.

COMMERCIO INTERNAZIONALE

Il Parlamento europeo approva l’accordo commerciale UE-Canada

cms_5607/4.jpg

Il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha adottato una risoluzione con la quale ratifica l’accordo economico e commerciale globale tra l’unione europea e il Canada (CETA).

Il CETA prevede l’eliminazione dei dazi sulla maggior parte dei beni e dei servizi e prevede il mutuo riconoscimento della certificazione per una vasta gamma di prodotti. Inoltre, l’Unione europea avrà garantita la protezione di più di 140 indicazioni geografiche europee, un terzo delle quali italiane, e la salvaguardia degli standard ambientali e sociali.

L’accordo non rimuoverà le barriere doganali nel settore dei servizi pubblici, dei servizi di trasporto e per alcuni prodotti agricoli.

Su indicazione del Parlamento europeo, infine, il meccanismo di risoluzione delle controversie investitore-Stato è stato sostituito dall’Investment Court System (ICS) in modo da garantire il controllo del governo sulla scelta degli arbitri e migliorarne la trasparenza.

Per l’entrata in vigore si dovrà ora aspettare il processo di ratifica da parte dei parlamenti nazionali e regionali.

Ivan Forte

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App