Borse europee in calo, Milano resiste con il lusso

Palazzo_Borsa_Milano.jpg

La Borsa di Milano resiste intorno ai 23.500 punti a fine seduta (+0,08%), mentre sulle altre piazze europee prosegue il trend ribassista iniziato lunedì con il forte rialzo dell’Euro sulle principali valute. La moneta unica è scambiata a 1,223 dollari.

Nonostante Wall Street resti in area record con il Dow scambiato a 25.981 punti (+0,7%) e il Nasdaq a 7.200 (+0,4%), gli indici del Vecchio Continente chiudono tutti negativi: Londra perde lo 0,39%, Francoforte lo 0,47%, Madrid lo 0,4%. Giù anche Parigi, che cede lo 0,36%.

Negli Stati Uniti la produzione industriale è cresciuta più delle attese a dicembre (+0,9%), mentre in Europa gli analisti si interrogano sulle mosse della Banca centrale europea nel 2018, che dovrà decidere se prolungare o meno il quantitative easing oltre il mese di settembre. In un’intervista, Jens Weidmann, numero uno della Bundesbank e membro del consiglio direttivo della Bce ha detto che il QE potrebbe finire quest’anno.

Sul Ftse Mib, dove sono positive Moncler (+3,14%), Leonardo (+1,8%) e le utility (A2a +1,35%), le pressioni al ribasso si sono fatte sentire sul comparto bancario, contrastato. Bper, con un calo dell’1,95%, è il titolo più venduto della giornata. Giù anche Banco Bpm (-1,09%) e Ubi banca (-0,55%). Intesa Sp sale dello 0,45%, Unicredit dello 0,99%.

Tim perde l’1,6% dopo il cda che ha deciso di andare avanti sulle trattative per una collaborazione con Canal+ nel settore dei contenuti, "con l’obiettivo di una rapida conclusione". Fca torna a crescere (+0,43%), Carige è sempre positiva (+2,2%).

Redazione Economia

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App