COS’È REALMENTE LA COMUNITÀ DI SAN PATRIGNANO?

Una docu- serie getta ombre sulla gestione del fondatore Muccioli

1609786067Copertina.jpg

Quanto male sei disposto a tollerare perché venga fatto del bene”. Con questo grande enigma, la serie SanPa entra nelle case degli italiani, aprendo un nuovo dibattito sulla realtà di una delle comunità più chiacchierate al mondo. Le polemiche non mancano, ma a detta degli stessi autori, lo studio sulla documentazione è stato minuzioso. Andiamo per gradi, perché le questioni da sollevare sono diverse! La docu-serie è stata girata in ben due anni, dove il primo anno è servito per sviscerare tutta la parte teorica, con testimonianze di ogni genere. L’intento degli autori, era quello di riportare in luce una storia da troppo tempo dimentica. Infatti, la regista Cosima Spender chiarisce il suo punto di vista: “A mio avviso, ci voleva una docu- serie per raccontare questa serie nei minimi dettagli perché possiamo sempre imparare dal passato, questo nostro lavoro ci da la possibilità di rivedere la storia con più sfumature”.

cms_20535/foto_1.jpg

Vero! La vicenda Muccioli ha sollevato un dibattito molto forte fino al 1995 (anno della sua morte), chiedendosi dove può arrivare il confine tra vita e morte. La serie solleva numerose questioni, interpellando persone che hanno vissuto quella realtà e che hanno dato una descrizione diversa. In sintesi si riapre nuovamente la polemica a distanza di 25 anni. Ovviamente, la risposta di San Patrignano non si è fatta attendere, etichettando questa produzione televisiva come “faziosa e non riconducibile alla verità”. Non poteva esserci risposta più scontata, ma secondo la dirigenza, gli autori hanno interpellato persone che erano in causa con la stessa comunità e che tra le altre cose hanno perso. Un bel calderone di dichiarazioni da analizzare ma di difficile lettura. Certamente, l’intento della comunità non è negativo, anzi: voler salvare persone dalla tossicodipendenza è un gesto lodevole.

cms_20535/foto_2.jpg

Ma la domanda di apertura risveglia molti dubbi, soprattutto nel capire la metodologia usata dallo stesso Muccioli. La serie è scritta con garbo giornalistico, non tralasciando nulla al caso. Infatti, prima di girare è stato fatto uno studio approfondito su un archivio vastissimo. Ad ogni modo, la polemica sembra appena incominciata e la comunità di San Patrignano promette battaglia. Non a caso, le dichiarazioni lasciano intravedere molta rabbia: “Per trasparenza e correttezza, abbiamo ospitato la regista della serie, la quale è stata libera di parlare con chiunque all’interno della comunità e abbiamo fornito un ampio elenco di persone che hanno vissuto all’interno della comunità”.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos