COSA C’E’ NEL MILLEPROROGHE 2017 ?

DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLA SICUREZZA ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA

COSA_C’E’_NEL_MILLEPROROGHE_2017.jpg

Come da tradizione, il decreto Milleproroghe, il consueto provvedimento di fine anno, è arrivato. Il Consiglio dei ministri n. 7 del 29 dicembre 2017, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha approvato il decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini previsti da disposizioni legislative.I correttivi in arrivo con il decretone sono tanti, rilevanti e riguardanti molti settori: dal fisco all’anti-terrorismo, passando per le banche, argomento incandescente degli ultimi mesi.

cms_5230/2.jpg

Punto centrale sembra essere il pubblico impiego, con il salvataggio sul filo di lana di 40mila precari i cui contratti sarebbero scaduti per effetto del Jobs Act. Confermata anche l’efficacia delle graduatorie per le assunzioni a tempo indeterminato e la proroga delle liste dei vincitori di concorsi banditi dalla polizia penitenziaria per assumere circa 900 agenti. Prorogati anche i contratti dei ricercatori universitari a tempo.

cms_5230/3.jpg

Nel 2017, inoltre, secondo quanto previsto dal decreto, verrà estesa la concessione dell’integrazione salariale straordinaria per un massimo di 12 mesi alle imprese che operano in aeree industriali di crisi complessa e l’accesso agli ammortizzatori però è subordinato alla presentazione da parte dell’impresa di un piano di recupero occupazionale. Il decreto stabilisce anche l’operatività per ulteriori 12 mesi dell’unità Anac, l’autorità anticorruzione composta da personale in comando, fuori ruolo o distacco anche della Guardia di Finanza

cms_5230/4.jpg

La finestra di sei mesi in più per rispettare l’obbligo di installare nei condomini termovalvole e sistemi di contabilizzazione del calore è stata prevista nel decreto, nonostante il termine del 31 dicembre 2016 sia fissato da una direttiva europea. Resta da vedere, dunque, se la Commissione non avrà obiezioni. Per ora, i proprietari dribblano le sanzioni da 500 a 2.500 euro per ogni appartamento.

cms_5230/5.jpg

Varie le proroghe in favore delle popolazione colpite dal sisma del 2016. A partire dalla sospensione anche per il 2017 delle rate dei mutui contratti per gli edifici danneggiati o distrutti dal sisma del Centro Italia. Viene prorogata, inoltre, di ulteriori sei mesi, limitatamente ai soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, della casa di abitazione, dello studio professionale o azienda, la sospensione temporanea dei termini di pagamento delle fatture di gas, elettricità, telefonia, assicurazioni, acqua.

cms_5230/6.jpg

Sul fronte sicurezza appare confermata la possibilità per l’intelligence di effettuare colloqui preventivi nei confronti di detenuti per raccogliere informazioni utili a prevenire delitti di terrorismo.

cms_5230/7.jpgProrogato fino al subentro del nuovo concessionario, e comunque fino al 31 dicembre 2017, il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti al Sistri, la disciplina sul sistema di controllo della tracciabilità. Prorogato fino al subentro del nuovo concessionario e comunque fino al 31 dicembre 2017 anche ildimezzamento delle sanzioni per le imprese che non si iscrivono al Sistri e il pagamento del contributo per l’iscrizione stessa.Come sempre il decreto Milleproroghe è stato, anche quest’anno, un “calderone” contenente decide di misure differenti, senza alcuna relazione l’una con l’altra, ma necessarie per concludere i 365 giorni un po’ più serenamente.

Mary Divella

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram