COVID,OMS:"ITALIA SECONDA PER NUOVI CONTAGI E QUINTA PER MORTI IN 7 GIORNI"

In Italia ulteriori 47.039 contagi e altri 152 morti - I dati dalle Regioni - Cure domiciliari Covid, Galli: "Per ora non ci sono"

16517129115_5_2022.jpg

cms_25916/OMS_MONDO.jpg

Covid, Oms: "Italia seconda per nuovi contagi e quinta per morti in 7 giorni"

Continua il calo dei casi e dei morti di Covid-19 a livello globale, a conferma di un trend iniziato a fine marzo. Nella settimana dal 25 aprile al primo maggio, sono oltre 3,8 milioni i nuovi contagi segnalati (-17% rispetto ai 7 giorni precedenti) e oltre 15mila i nuovi decessi (-3%), per un totale di oltre 500 milioni di casi confermati e oltre 6 milioni di morti registrati nel pianeta da inizio pandemia. E’ quanto emerge dall’ultimo report settimanale dell’Organizzazione mondiale della sanità, che indica l’Italia seconda a livello globale per nuove infezioni riportate e quinta per nuovi decessi, e rispettivamente seconda e terza in Europa per le due voci.

Nel periodo analizzato - si precisa nel rapporto - non tutte le regioni Oms hanno segnalato un andamento in discesa: complice la diffusione di nuove sottovarianti di Omicron, il numero dei nuovi casi settimanali è aumentato nella regione africana (+31%) e nelle Americhe (+13%), mentre il numero delle nuove morti è salito nella regione Sudest asiatico (+69%), principalmente a causa di un ritardo nella segnalazione dei decessi dall’India.

Ancora una volta l’Oms ribadisce che "queste tendenze dovrebbero essere interpretate con cautela, poiché diversi Paesi hanno progressivamente modificato le loro strategie di test, con una conseguente riduzione del numero complessivo di tamponi eseguiti e dunque dei casi rilevati".

cms_25916/4.jpg

cms_25916/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 47.039 contagi e altri 152 morti

Sono 47.039 i nuovi contagi da coronavirus in Italia secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Si registrano inoltre altri 152 morti.

335.275 i tamponi, tra molecolari e antigenici, processati nelle ultime 24 ore che fanno rilevare un tasso di positività al 14%. ).

9614 i ricoveri (-81), mentre sono 371 (+5)le persone in terapia intensiva.

Sono 164.041 i morti e 16.633.911 le persone contagiate da inizio pandemia. Gli attuali positivi sono 1.187.070 (-12.890) mentre i guariti toccano la soglia di 15.282.800 (+60.381).

cms_25916/italia.jpg

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 4 Maggio 2022)

LOMBARDIA - Sono 6.471 i nuovi casi di Covid in Lombardia, a fronte di 50.286 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 12,8%. Nelle ultime 24 ore sono morte 10 persone, per un totale di 40.043 decessi nella regione da inizio pandemia. Aumenta il numero di ricoverati: in terapia intensiva sono 36, 2 più di ieri; nei reparti Covid ordinari 1.190, 14 più di 24 ore fa.

Nel territorio metropolitano di Milano i nuovi casi sono 1.903, di cui 867 nella città capoluogo. Seguono la provincia di Brescia con 881 contagi, Monza e Brianza con 611, Bergamo con 547, Varese con 511, Como con 432, Pavia con 409, Mantova con 298, Lecco con 251, Cremona con 218, Lodi con 150 e Sondrio con 99.

LAZIO - Oggi nel Lazio si registrano 4.759 nuovi contagi da coronavirus secondo i dati Covid dell’ultimo bollettino della Regione; sono 15 i decessi mentre 1.171 i ricoverati (+26), 58 le terapie intensive (stabili) e 5.450 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 12,0%. I casi a Roma città sono a quota 2.157". Lo riferisce l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

Nel dettaglio, i numeri delle ultime 24 ore. Asl Roma 1: sono 835 i nuovi casi e 2 i decessi. Asl Roma 2: sono 686 i nuovi casi e 1 decesso. Asl Roma 3: sono 636 i nuovi casi e 1 decesso. Asl Roma 4: sono 249 i nuovi casi e 1 decesso. Asl Roma 5: sono 343 i nuovi casi e 1 decesso. Asl Roma 6: sono 389 i nuovi casi e 3 i decessi.

Nelle province si registrano 1.621 nuovi casi. Asl di Frosinone: sono 579 i nuovi casi e 1 decesso. Asl di Latina: sono 735 i nuovi casi e 2 i decessi. Asl di Rieti: sono 155 i nuovi casi e 1 decesso. Asl di Viterbo: sono 152 i nuovi casi e 2 i decessi.

EMILIA ROMAGNA - Sono 4.306 i nuovi contagi da covid in Emilia Romagna secondo il bollettino di oggi, 4 maggio. Si registrano inoltre altri 27 morti. Dall’inizio dell’epidemia, nella regione si sono registrati 1.424.258 casi di positività. 21.406 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 11.221 molecolari e 10.185 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 20,1%.

PIEMONTE - Sono 2.496 i nuovi contagi da covid in Piemonte secondo il bollettino di oggi, 4 maggio. Si registrano inoltre altri 6 morti. I tamponi effettuati sono 18.564, di cui 16.179 test antigenici, il rapporto positivi tamponi si attesta al 13,4%. I ricoveri ordinari sono 744 (- 21 rispetto a ieri), quelli in terapia intensiva 15 invariati rispetto a ieri.

SARDEGNA - Sono 1.474 i nuovi contagi da coronavirus oggi, 4 maggio 2022 in Sardegna, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 5 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.499 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 9, uno in meno da ieri.I pazienti ricoverati in area medica sono 283, 8 in meno da ieri. In isolamento domiciliare 27.517 persone.

VENETO - Sono 4.468 i nuovi contagi da coronavirus oggi 4 maggio in Veneto, secondo i dati dell’ultimo bollettino Covid-19 di Azienda Zero. Si registrano 8 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia è arrivato a 1.684.296, mentre gli attualmente positivi sono 65.284. Il totale dei decessi da inizio pandemia è 14.486. Negli ospedali veneti sono ricoverate 596 persone in area medica e 17 in terapia intensiva. Negli ospedali di comunità i ricoverati positivi sono 120. Nella giornata di ieri sono state effettuate 583 vaccinazioni anti-Covid.

TOSCANA - Sono 2.521 i nuovi contagi da coronavirus oggi 4 maggio in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 13 morti. I nuovi casi, 661 confermati con tampone molecolare e 1.860 da test rapido antigenico, portano il totale a 1.106.846 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 1.050.707 (94,9% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 3.112 tamponi molecolari e 16.128 tamponi antigenici rapidi, di questi il 13,1% è risultato positivo. Sono invece 3.704 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 68,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 46.247, -2,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 592 (24 in meno rispetto a ieri), di cui 25 in terapia intensiva (3 in più). Dei 13 nuovi decessi, 6 sono uomini e 7 sono donne con un’età media di 81,8 anni.

PUGLIA - Sono 3.101 i nuovi contagi da coronavirus oggi 4 maggio in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 10 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 20.136 tamponi, sono così suddivisi per provincia: Bari: 1.179; Bat: 170; Brindisi: 321; Foggia: 334; Lecce: 574; Taranto: 487; Residenti fuori regione: 27; Provincia in definizione: 9. Sono 98.484 le persone attualmente positive, 545 ricoverate in area non critica e 25 in terapia intensiva. Dati complessivi: 1.079.385 casi totali, 10.633.718 tamponi eseguiti, 972.582 persone guarite e 8.319 decessi.

ABRUZZO - Sono 1.553 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 4 maggio 2022 in Abruzzo, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 4 morti per un totale di 3.229 vittime. Da ieri sono guarite 2.004 persone. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 3.260 tamponi molecolari e 8.448 test antigenici con un tasso di positività al 13.26 per cento.

I ricoverati in area medica sono 326, 4 in più rispetto a ieri, mentre le terapie intensive occupate sono 11, uno in meno rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 5.290. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi Chieti a 513, L’Aquila a 273, Pescara a 360 e Teramo a 334.

BASILICATA - Sono 545 i nuovi contagi da covid in Basilicata secondo il bollettino di oggi, 4 maggio. Si registra inoltre un altro morto. 2.299 i tamponi (molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore. La persona deceduta è un’anziana di Lavello. Nella stessa giornata sono state registrate 469 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 112 di cui 4 in terapia intensiva: 83 (di cui 4 in TI) nell’ospedale di Potenza; 29 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 29.868. Per la vaccinazione, ieri somministrate 189 dosi. Finora 468.131 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,6 per cento della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 441.800 hanno ricevuto la seconda (79,9 per cento), 355.705 sono le terze dosi (64,3 per cento) e 2.166 le quarte dosi (0,4 per cento), per un totale di 1.267.802 somministrazioni effettuate.

VALLE D’AOSTA - Sono 70 i nuovi contagi da coronavirus registrati oggi, 4 maggio, in Valle D’Aosta secondo i dati Covid dell’ultimo bollettino della Regione. Non si registrano invece morti e 40 sono i guariti.

Gli attuali positivi sono 1.455 di cui 27 ricoverati in ospedale. Nessun paziente risulta ricoverato in terapia intensiva.

CALABRIA - Sono 1.594 i nuovi contagi da coronavirus oggi 4 maggio in Calabria, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 5 morti. I nuovi casi individuati su 8.182 tamponi effettuati. I guariti sono +3.404. I decessi sono in totale da inizio pandemia 2.520. Il bollettino, inoltre, registra -1.815 attualmente positivi, +6 ricoveri (per un totale di 257) e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 15).

SICILIA - Sono 3.131 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 4 maggio 2022 in Sicilia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 20 morti, di cui uno nelle ultime 24 ore, per un totale di 10.646 vittime nell’isola da inizio pandemia. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 761, mentre si trovano in terapia intensiva 42 pazienti. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 1.037 a Palermo, 755 a Catania, 386 a Messina, 262 a Ragusa, 372 a Trapani, 353 a Siracusa, 202 a Caltanissetta, 325 ad Agrigento e 50 a Enna.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 898 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 4 maggio 2022 in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 8 morti, portando il numero delle vittime da inizio pandemia a 5.020. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 4.223 tamponi molecolari e 3.885 test rapidi antigenici. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 366.145 persone con la seguente suddivisione territoriale: 79.581 a Trieste, 152.611 a Udine, 87.417 a Pordenone, 40.967 a Gorizia e 5.569 da fuori Regione.

cms_25916/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_25916/GALLI_massimo.jpgCure domiciliari Covid, Galli: "Per ora non ci sono"

"Che fare per affrontare la Covid a casa? Se non si hanno problemi importanti: ossimetria per tenere sotto controllo la saturazione dell’ossigeno, valutazione dei sintomi e paracetamolo. E basta. A casa non ci sono terapie da fare se non il paracetamolo, appunto, per l’eventuale febbre e i sintomi. Per le persone a rischio di peggioramento, c’è, per le cure domiciliari, l’antivirale Paxlovid, ma si tratta di prevenzione la progressione della malattia destinata a categorie limitate di persone e solo nella primissima fase dell’infezione". A fare il punto, per l’Adnkronos Salute, sulle possibilità di cure domiciliari anti Covid, Massimo Galli, già direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano.

"Se qualcuno dice che stando male e avendo una saturazione bassa dell’ossigeno ci si può curare a casa sta dicendo una sciocchezza", aggiunge Galli. "Questa malattia, ancora oggi - continua - ha qualche possibilità di cura quando diventa grave. E questo si può fare in ospedale. C’è, invece, la possibilità con gli antivirali, ed è provato, di prevenire l’avanzamento della malattia nelle persone a rischio. Purtroppo abbiamo pochissime chance con gli anticorpi monoclonali, perché la quasi totalità di questi farmaci non funziona con Omicron e ’derivati’".
In sintesi, quindi, le terapie mirate alla cura e non alla prevenzione "non hanno senso. Il cortisone a casa non ha senso. L’eparina a casa ha senso solo per chi la sta già prendendo per un suo problema di base, ma in generale no. Stesso discorso per gli antibiotici, inutili se non ci sono seri motivi per pensare che ci siano infezioni batteriche sovrapposte a Covid. Per le persone con patologie che li rendono fragili, infine, c’è l’indicazione alla terapia antivirale, che ha senso solo ed esclusivamente, entro la prima settimana dalla scoperta della positività a Sars-Cov-2. Ma, ribadisco, si tratta di prevenzione non di terapia".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram