COVID, SCIENZIATI USA ELOGIANO CUBA:"SUCCESSO VACCINI MODELLO GLOBALE"

In Italia ulteriori 181.181 contagi e altri 549 morti - I dati dalle Regioni - Covid, Pregliasco: "Ondata per Natale. Vaccino? Richiamo a 6 mesi, non è quarta dose"

NUOVA_12_11_2022.jpg

cms_28249/covid_nel_mondo.jpg

Covid, scienziati Usa elogiano Cuba: "Successo vaccini modello globale"

cms_28249/VACCINO_CUBA.jpgLa capacità di Cuba "di sviluppare propri vaccini anti-Covid e immunizzare la maggior parte dei suoi cittadini dovrebbe servire da modello per i Paesi in via di sviluppo di tutto il mondo che affrontano le emergenze di salute pubblica". Lo sottolinea un report realizzato dalla prima delegazione scientifica, guidata dagli Stati Uniti, che ha visitato Cuba negli ultimi 5 anni. Il viaggio è stato promosso da Medical Education Cooperation with Cuba, un’organizzazione no-profit con sede negli Stati Uniti che promuove il dialogo e la collaborazione sui temi della salute. Il report, al termine della visita, è stato curato tra gli altri da David Williams, docente di Salute pubblica dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston.

Il team di scienziati ha evidenziato "che il tasso di vaccinazione Covid-19 di Cuba nei bambini e negli adolescenti è stato alto e superiore a qualsiasi Paese del mondo" e che questo impegno "dovrebbe essere considerato da altri Paesi un modello per ridurre i tassi di trasmissione nella popolazione visto che proprio i ragazzi sono i principali vettori per le malattie infettive".

Inoltre, il report sottolinea che "dovrebbe essere esplorata anche la possibilità di utilizzare il vaccino Soberana Plus di Cuba come booster universale a livello globale". La delegazione ha invitato gli scienziati cubani "a muoversi più rapidamente per garantire la pubblicazione, sottoposta a revisione tra pari, dei risultati delle loro sperimentazioni cliniche".

cms_28249/COVID_SITUAZ_ITALIA.jpg

cms_28249/COVID_Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 181.181 contagi e altri 549 morti

Sono 181.181 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia dal 3 al 10 novembre 2022 in Italia, secondo il bollettino settimanale - regione per regione - della Protezione Civile e del ministero della Salute. In 7 giorni si registrano inoltre altri 549 morti. Questi i dati e i numeri Covid aggiornati.

cms_28249/COVID_italia.jpg

I dati pervenuti dalle Regioni

(Bollettino settimanale Covid - dal 3 al 10 novembre 2022)

LAZIO

Sono 2.716 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 11 novembre 2022 nel Lazio, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 3 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 2.517 tamponi molecolari e 13.834 antigenici con un tasso di positività al 16,6%. I ricoverati sono 602, uno in meno di ieri, 26 le terapie intensive, due in meno di ieri, e 3.290 i guariti. I casi a Roma città sono a quota 1.527.

Nel dettaglio, questi i numeri delle ultime 24 ore. Asl Roma 1: sono 522 i nuovi casi e 1 decesso. Asl Roma 2: sono 570 i nuovi casi. Asl Roma 3: sono 435 i nuovi casi. Asl Roma 4: sono 61 i nuovi casi. Asl Roma 5: sono 190 i nuovi casi. Asl Roma 6: sono 265 i nuovi casi e 1 decesso.

Nelle province si registrano 673 nuovi casi. Asl di Frosinone: sono 176 i nuovi casi. Asl di Latina: sono 330 i nuovi casi. Asl di Rieti: sono 76 i nuovi casi. Asl di Viterbo: sono 91 i nuovi casi e 1 decesso.

SARDEGNA

Sono 614 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 11 novembre 2022 in Sardegna, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri c’è stato un morto. Nelle ultime 24 ore sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 1.693 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 6 pari a ieri. I pazienti, ricoverati in area medica, sono 103, 3 in più di ieri, mentre sono 8.037 i casi di isolamento domiciliare.

ABRUZZO

Sono 4.783 i contagi da Covid in Abruzzo registrati dall’ultimo bollettino tra il 5 e l’11 novembre, 8 i morti. Il totale dei casi dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – sale a 595.744. Il bilancio totale dei pazienti deceduti si attesta invece a 3.731 .Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità, precisando che nel numero dei casi positivi sono compresi anche 577.969 dimessi/guariti (+4770 rispetto a venerdì scorso).

Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 14044 (+5 rispetto a venerdì scorso). Di questi, 176 pazienti (+12 rispetto a venerdì scorso) sono ricoverati in ospedale in area medica; 4 (invariato rispetto a venerdì scorso) in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare. Nell’ultima settimana sono stati eseguiti 5695 tamponi molecolari (2525693 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 23953 test antigenici (4525076).

Del totale dei casi positivi, 121757 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+1230 rispetto a venerdì scorso), 169951 in provincia di Chieti (+1150), 140837 in provincia di Pescara (+1351), 141795 in provincia di Teramo (+1033), 12717 fuori regione (+25) e 8687 (-6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

CALABRIA

Sono 550 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 11 novembre 2022 in Calabria, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 4 morti per un totale di 3.089 vittime. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 3.138 tamponi, tra molecolari e antigenici. Da ieri sono guarite 931 persone. Il bollettino, inoltre, registra 4 ricoveri in più per un totale di 123 e, infine, 5 terapie intensive occupate, due in meno di ieri.

BASILICATA

In Basilicata sono 888 i nuovi casi di Sars Cov-2 su un totale di 4.394 tamponi eseguiti e non si registrano decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino settimanale della task force regionale per i giorni dal 4 al 10 novembre. Il tasso di positività è del 20,21%, l’incidenza su 100mila abitanti di 164,44. Nello stesso report sono state registrate 795 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 38, 8 in più di ieri, di cui nessuno in terapia intensiva. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 4.754.

cms_28249/COVID_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_28249/Pregliasco.jpgCovid, Pregliasco: "Ondata per Natale. Vaccino? Richiamo a 6 mesi, non è quarta dose"

"Il Covid non è finito. Ci saranno onde di risalite, tra un mese, per Natale, insieme a una massiccia dose di influenza e a infezioni respiratorie". A mettere in guardia è il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all’Università Statale di Milano ospite di ’Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.

"Le nuove varianti" di Sars-CoV-2, in particolare i sottolignaggi di Omicron BQ.1/BQ.1.1 e BA.2.75, "Cerberus e Centaurus, stanno emergendo sempre di più" e "schivano le protezioni" conferite da vaccini e guarigione.

Tuttavia Pregliasco insiste sull’importanza del richiamo con il vaccino aggiornato alle varianti Omicron. "Dopo 6 mesi dalla terza dose io farei un richiamo. Non chiamiamola quarta dose", afferma il medico.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram