DENIS 0’REGAN E SUA MAESTÀ ‘THE QUEEN’

Il Medimex presenta a Bari, in anteprima nazionale, la mostra fotografica su una delle band più iconiche della storia della musica

1657647633copertina.jpeg

Hanno venduto milioni di dischi, con la memorabile esibizione a Wembley nel 1986 sono stati i trascinatori nella raccolta fondi del Live Aid, l’album “A Night at the Opera” è stato considerato tra i più belli lavori Rock di sempre e nel 2018 è stato ammesso nella Grammy Hall of Fame, Hollywood ha anche prodotto un biopic (Bohemian Rapsody) da 4 Oscar e ancor oggi le loro hit vengono trasmesse dalle emittenti radiofoniche in ogni angolo della terra; insomma i Queen sono un tassello fondamentale della musica di tutti i tempi. Grazie soprattutto a Freddie Mercury, inoltre, sono diventati una band iconica nel panorama della musica internazionale. E come ben sappiamo, l’immagine è molto importante per un artista, perché la musica nell’era contemporanea ha sempre viaggiato parallelamente alle immagini: da quelle delle copertine degli LP a quelle delle riviste, dagli scatti fotografici ai video delle single hit e delle tournée. E proprio a proposito delle fotografie, oggi 13 luglio a Bari nello Spazio Murat il Medimex presenta alla stampa e alle autorità la mostra Denis O’Regan with QUEEN a cura di Ono Arte Contemporanea.

cms_26766/foto_1.jpeg

O’Regan è un fotografo inglese tra i più importanti della scena musicale Rock, Punk, Heavy Metal, New Romantic e Grunge. David Bowie, Duran Duran, The Rolling Stones, The Who, Queen, Kiss, Europe, Neil Diamond, Pink Floyd, Thin Lizzy, AC/DC e ZZ Top, sono solo alcuni degli artisti catturati dalla sua fotocamera. L’incontro con i Queen risale al 1973: la band suonava come gruppo di spalla di Mott the Hoople all’Hammersmith Odeon di Londra. C’è un aneddoto che David O’Regan ama raccontare ed è quello legato al Magic Tour di Mercoury e compagni: al Knebworth Park a nord di Londra, suonarono per un pubblico di circa 115.000 persone. causa del grande traffico attorno al luogo del concerto, i Queen dovettero arrivare in elicottero. Per poter scattare le foto che sarebbero diventate tra le più famose della rock band britannica, Denis si recò in un aeroporto locale e la band affittò per lui un elicottero con pilota, in modo in modo che potesse scattare loro le foto mentre volavano da Londra.

cms_26766/foto_2.jpeg

“Nella mia foto più importante dei Queen, i Queen non si vedono”, avrebbe detto più tardi: “ma questo è anche la testimonianza di quanto fossero diventati grandi. L’elicottero parlava per loro”. Ma anche i live al Wembley Stadium sono memorabili per O’Regan. Tra gli scatti indimenticabili uno dei più famosi è sicuramente il grandangolo di Freddie Mercury che indossa la sua famosa corona d’oro, un braccio alzato al cielo, e il suo mantello regale drappeggiato sulle spalle. L’accesso privilegiato che O’Regan ebbe gli permise di scattare alcune delle foto più iconiche della band così come i momenti intimi dei quattro di Londra nel momento di apice (il Magic Tour) e anche l’ultimo della loro carriera. La mostra allestita fino al 28 agosto presso lo Spazio Murat di Bari, oltre a includere opere presentate in anteprima nazionale, comprende 60 fotografie esposte all’interno di un allestimento immersivo.

(photo courtesy ©denis O’Regan)

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram