ECCO SVELATO PERCHE’ CI PIACE IL BLACK FRIDAY E IL CYBER MONDAY

Wishlist di capi ed accessori cool per fashion hi-tech addicted

1637890091ECCO_SVELATO_PERCHE_CI_PIACE_IL_BLACK_FRIDAY_E_IL_CYBER_MONDAY_T_VELVET.jpg

Il venerdì nero, quello successivo alla festa del Ringraziamento per gli Stati Uniti, dal lontano 1924, dà il via alla corsa per gli acquisti natalizi a prezzi scontati, che nella cara e vecchia Europa si è dilatato nella black week sconfinando in un mese intero dedicato allo shopping a prezzi scontati. E se è vero che c’è sempre una buona ragione per fare shopping i grandi store di prodotti tecnologici hanno pensato bene di inventarsi il cyber Monday, ovvero il lunedì successivo al venerdì nero per acquistare prodotti tecnologici a prezzi scontati. Ma perché ci piace tanto il black Friday, il cyber Monday e in generale qualsiasi scontistica a tempo anche se viviamo in un mondo di sconti eterni, dove l’affare non è più un’eccezione, ma una quotidianità soprattutto per lo shopping online? Secondo le neuroscienze sono quattro i meccanismi che si attivano nel cervello dell’acquirente: il primo in assoluto è il piacere dell’affare, di riuscire ad acquistare un capo ad un prezzo scontato, anche se non è un vero e proprio affare, anche se non ci serviva effettivamente, anche se in tempi “non scontati” non l’avremmo mai acquistato. Il secondo è strettamente legato al primo, ossia zero rimpianti: “l’ho acquistato a prezzo scontato non ho nulla da rimproverarmi!”, ma anche: “non posso “vivere” con il rimpianto di non averlo acquistato”. Il terzo è il tempo limitato dello sconto che per il nostro cervello si trasforma nella sensazione che il capo desiderato diventi un capo da acquistare immediatamente, altrimenti qualcun altro lo acquisterà soffiandoci l’affare. A metterci il carico da undici ci pensano gli store, soprattutto quelli online, quando creano l’effetto incertezza del riassortimento del capo e a quale prezzo tornerà disponibile. L’ultimo meccanismo, ma non il meno importante è quello dell’imitazione, del seguire l’onda emotiva collettiva “se tutti fanno acquisti durante il black Friday o il cyber monday perché non dovrei farlo anch’io?”.

Se conosci il nemico e te stesso la tua vittoria è sicura, scriveva Sun Ztu nel libro “L’arte della guerra”, ma siccome siamo fashion addicted e con il nemico shopping non facciamo la guerra, ma l’amore vi lascio una ristretta ed esclusiva wishlist per trasformare quest’inverno in un inverno davvero super cool!

cms_23942/foto_1.jpg

Per una fashion addicted cosa c’è di meglio di un capo o di un accessorio sparkling? Niente! e dopo un periodo, come quello della pandemia, buio caratterizzato dal mood comfy e da nuance neutre, il post pandemia ha un solo e grande diktat: brillare! Tra i feticci must have di quest’inverno, ostentati da influencer e trendsetter di mezzo mondo, ci sono i sandali in pelle decorati con cristalli della maison Bottega Veneta e la mini bag a spalla in nylon e cristalli all-over della maison Prada. Fortunatamente il trend sparkling ha conquistato tutti i brand, anche quelli del fast fashion e riuscire a trovare cloni di queste cool star del fashion non sarà difficile.

cms_23942/foto_2.jpg

Del capospalla per eccellenza, il cappotto, l’armadio di una fashion addicted ne è pieno: long, mini, oversize, classico, militare, teddy, ma quest’inverno per dare quel twist fashionista al capospalla ci pensano le frange. L’oggetto dei desideri è il teddy coat della maison Bottega Veneta, ma anche il trend frange ha conquistato l’intero fashion system, anche il colosso spagnolo del fast fashion Mango che ha proposto un long coat white (colore must have di stagione per i capospalla) davvero molto bello.

cms_23942/foto_3.jpg

Se lo scorso anno il mondo dei biker boots è stato monopolizzato dai monolith della maison Prada, quest’anno è la maison “giovane” di Prada, Miu Miu a lanciare il modello biker più desiderato da tutte le fashion addicted. I massicci biker al ginocchio, oppure nella versione che si fermano alla caviglia, sono muniti di grandi catene, fibbie, robusto battistrada a carrarmato e un aspetto poco gentile. Per contrasto, vengono indossati con abiti fluttuanti e romantici, gonne midi in satin, abiti bon ton.

cms_23942/foto_4.jpg

L’amore tra il mondo del fashion e quello dell’hi-tech continua a gonfie vele e dopo la nascita delle cover very cool dei vari brand, oggi l’amore tra fashion e hi-tech si consolida grazie agli AirPods. Gli auricolari wireless di Apple sono diventati l’accessorio irrinunciabile di ogni fashion-hi-tech addicted e le maison hanno subito fiutato l’affare. La maison Dior ha rivisitato i suoi iconici orecchini tribales D-Vibe con una catenina removibile in modo da poterli agganciare agli auricolari, anche la maison Prada ha lanciato degli orecchini in ottone con un mini pendente decorato da cristalli da agganciare agli AirPods Pro. Più minimal-chic è la scelta della maison Louis Vuitton che ha realizzato delle mini catenelle in oro da applicare agli auricolari con molteplici soluzioni per personalizzazione il proprio AirPods.

cms_23942/foto_5.jpg

La fama dello styler Dyson airwrap non teme cedimenti, è ancora, dopo quattro anni dalla sua comparsa sul mercato, il beauty tool dei desideri di tutte le fashion addicted, l’accessorio più glam da esporre nel proprio bagno, il nuovo status symbol da esibire in fatto di beauty tool. L’airwrap è lo styler multitasking che asciuga, elimina il crespo, crea pieghe lisce, onde voluminose, boccoli senza danneggiare i capelli con il calore estremo di qualsiasi altro beauty tool sino ad oggi in commercio. Oltre al classico colore nichel-fucsia, oggi sono stati lanciati altre combinazioni glam, nuovi accessori e la possibilità di personalizzare il proprio airwrap con gli accessori più consoni alle proprie esigenze e al proprio tipo di capello.

cms_23942/foto_6.jpg

Per un viso sempre giovane e bello l’ultimo beauty tool sul mercato sono le maschere viso a luce LED a diversa frequenza, dove ogni frequenza dà vita ad un colore differente che promette di risolvere le diverse problematiche della pelle come le macchie solari, le rughe, i gonfiori, i pori dilatati, il sebo in eccesso.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram