ECDC,OMICRON:6.430 I CASI NEL MONDO,1.686 IN 23 PAESI DELL’AREA UE/SPAZIO ECONOMICO EUROPEO

In Italia ulteriori 12.712 contagi,altri 98 morti - I dati delle Regioni - Stato emergenza proroga 2022 - Pregliasco:"A Natale 250 morti e 30mila casi al giorno"

163945497314_12_2021.jpg

cms_24125/Omicron_coronavirus-variante-sudafricana.jpg

cms_24125/Ecdc.jpgEcdc,variante Omicron: 6.430 i casi nel mondo, 1.686 i casi segnalati da 23 Paesi dell’area Unione europea/Spazio economico europeo.

Variante Omicron in Italia, al momento sono 27 i casi. E’ il dato aggiornato rilasciato dall’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che - al 13 dicembre - conta 1.686 casi finora segnalati da 23 Paesi dell’area Unione europea/Spazio economico europeo.

Gli altri Paesi Ue/See che hanno segnalato casi di Omicron sono: Austria (17), Belgio (30), Croazia (3), Cipro (3), Repubblica Ceca (8), Danimarca (195), Estonia (26), Finlandia (20 ), Francia (59), Germania (82), Grecia (3), Islanda (20), Irlanda (10), Lettonia (5), Liechtenstein (1), Paesi Bassi (62), Norvegia ( 958), Portogallo (49), Romania (8), Slovacchia (3) Spagna (36) e Svezia (23), secondo informazioni provenienti da fonti pubbliche. Inoltre, sono stati segnalati numerosi casi probabili in diversi Paesi.

"Tutti i casi per i quali sono disponibili informazioni sulla gravità erano asintomatici o lievi. Finora non sono stati segnalati decessi correlati a Omicron. Questi dati - ribadisce l’Ecdc - devono essere valutati con cautela, poiché il numero di casi confermati è troppo basso per capire se lo spettro clinico della malattia provocata da Omicron differisce da quello delle varianti precedentemente rilevate".

Complessivamente a livello mondiale ci sono stati 6.430 casi confermati di Omicron, segnalati da 70 Paesi, secondo il dato dell’ultimo bollettino diffuso dall’ente europeo. Di questi, 47 sono Paesi e territori al di fuori dell’Ue/See, che hanno segnalato in tutto 4.744 casi di Omicron. Ad aver comunicato contagi da questa variante sono stati: Argentina, Australia, Bahrain, Bangladesh, Bermuda (Regno Unito), Botswana, Brasile, Canada, Cile, Cuba, Regione amministrativa speciale di Hong Kong, Fiji, Ghana, Gibilterra, India, Israele, Giappone, Giordania , Kuwait, Libano, Malawi, Malesia, Maldive, Mauritius, Messico, Namibia, Nepal, Nigeria, Russia, Arabia Saudita, Senegal, Sierra Leone, Singapore, Sud Africa, Corea del Sud, Sri Lanka, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Tunisia, Turchia, Uganda, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Stati Uniti d’America, Zambia e Zimbabwe.

Dopo i casi iniziali di variante Omicron di Sars-CoV-2 collegati a viaggi, ora "viene segnalato che un numero crescente di infezioni è stato acquisito all’interno dell’Ue/Spazio economico europeo, anche come" contagi facenti parte di "cluster e focolai, e con casi rilevati pure in campioni rappresentativi raccolti nell’ambito di sistemi di sorveglianza di routine. Un’analisi preliminare dei casi iniziali di Omicron segnalati al sistema di sorveglianza europeo Tessy mostra che i casi importati o relativi ai viaggi rappresentano il 13% (22), mentre il 70% (121) risultano acquisiti a livello locale, incluso un 45% (78) di casi campionati nell’ambito di indagini epidemiche locali". E’ quanto spiega l’Ecdc.

I Paesi europei che segnalano casi senza una storia di viaggio recente o di contatto diretto con viaggiatori al di fuori dell’Ue/See includono Belgio, Danimarca, Finlandia, Spagna e Islanda. "Ciò indica che una trasmissione comunitaria non rilevata potrebbe essere in corso nell’Ue/See", osserva l’Ecdc.

A proposito dei vaccini, l’ente europeo cita i risultati di uno studio sull’efficacia condotto nel Regno Unito e pubblicato in versione pre-print (non ancora sottoposto dunque a revisione fra pari). Lo studio, spiega l’Ecdc, "mostra una riduzione dell’efficacia del vaccino contro l’infezione da Omicron, rispetto a Delta, in persone immunizzate con due dosi. Tuttavia, in chi ha ricevuto una dose aggiuntiva di vaccino anti-Covid l’efficacia contro Omicron era simile a quella osservata contro l’infezione da variante Delta. Lo studio non ha valutato l’efficacia del vaccino contro gli esiti gravi di Covid".

cms_24125/4.jpg

cms_24125/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 12.712 contagi e altri 98 morti

Sono 12.712 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano inoltre altri 98 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 313.536 tamponi con un tasso di positività al 4%.

I ricoverati sono 6.951 (+254). Le terapie intensive occupate sono 856 (+ 27). Da ieri sono guarite 6.726 persone, che portano il totale a 4.812.535 dall’inizio della pandemia nel nostro Paese.

cms_24125/italia.jpg

I dati dalle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 13 Dicembre 2021)

SICILIA - Sono 782 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia secondo il bollettino di oggi, 13 dicembre. Registrati inoltre altri 5 morti: 2 decessi si sono verificati ieri mentre gli altri si riferiscono a giorni precedenti. 15.193 i tamponi processati. Nell’Isola gli attuali positivi salgono così a 16.504. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, da cui emerge che in un solo giorno i guariti sono stati 291, 7.287 i morti dall’inizio dell’emergenza pandemica. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 398, mentre si trovano in terapia intensiva 52 pazienti. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 149 a Palermo, 349 a Catania, 73 a Messina, 20 a Ragusa, 83 a Trapani, 30 a Siracusa, 25 a Caltanissetta, 38 ad Agrigento e 15 a Enna.

CAMPANIA - Sono 992 i nuovi contagi da coronavirus oggi 13 dicembre in Campania, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 7 morti. I nuovi casi sono emersi dall’analisi di 18.794 tamponi. Dei 7 nuovi decessi, 5 sono avvenuti nelle ultime 48 ore, 2 in precedenza ma registrati ieri). Nella regione sono 30 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 358 i pazienti ricoverati in reparti di degenza.

TOSCANA - Sono 703 i nuovi contagi da coronavirus oggi 13 dicembre in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19 anticipato sui social dal presidente della regione Eugenio Giani. Registrati 4 morti. "I nuovi casi Covid registrati in Toscana sono 703 su 16.118 test di cui 7.124 tamponi molecolari e 8.994 test rapidi - si legge - Il tasso dei nuovi positivi sale a 4,36% (14,7% sulle prime diagnosi), mentre ieri si era attestato a 2,65% (9,6% sulle prime diagnosi)".

Dei nuovi casi 685 sono confermati con tampone molecolare e 18 da test rapido antigenico. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 289.937 (93,4% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 13.150, +1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 354 (12 in più rispetto a ieri), di cui 50 in terapia intensiva (3 in più). Si registrano 4 nuovi decessi: un uomo e 3 donne con un’età media di 75,8 anni (1 a Pistoia, 1 a Livorno, 2 a Siena).

LOMBARDIA - Sono 1.339 i nuovi contagi da Coronavirus in Lombardia di oggi, lunedì 13 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 23 morti per un totale di 34.599 da inizio pandemia. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 48.415 tamponi, tra molecolari e antigenici, con un indice di positività del 2,7%. Negli ospedali lombardi sono ricoverate 1.135 persone, 27 in più di ieri, e in terapia intensiva 143, stabili da ieri.

Sono 488 i nuovi positivi registrati a Milano e hinterland, di cui 231 nel centro città. Secondo i dati della Regione Lombardia, a Bergamo sono 68, a Brescia 143, a Como 41, a Cremona 19, a Lecco 27, a Lodi 28, a Mantova 91, a Monza e Brianza 126, a Pavia 67, a Sondrio 52 e a Varese 145.

PUGLIA - Sono 228 i nuovi contagi da coronavirus oggi 13 dicembre in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19.

Si registrano altri 5 morti. I nuovi casi, individuati su 16.476 tamponi effettuati, sono così suddivisi per provincia: Bari: 49; Bat: 1; Brindisi: 29; Foggia: 92; Lecce: 48; Taranto: 7; Residenti fuori regione: 0; Provincia in definizione: 2. Sono 5.539 le persone attualmente positive, 127 quelle ricoverate in area non critica, 19 in terapia intensiva. Dati complessivi: 283.724 casi totali, 5.046.392 i tamponi eseguiti, 271.266 le persone guarite, 6.919 le persone decedute.

VENETO - Sono 2.096 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 13 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Si registrano altri 10 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 38.093 tamponi. Il tasso di positività è al 5,50%. I pazienti covid ricoverati in ospedale sono 1.052 (+25). In area non critica sono ricoverate 916 persone (+22).

I pazienti in terapia intensiva sono 136 (+3). La regione andrà in zona gialla dalla prossima settimana, a partire da lunedì 20 dicembre secondo lo scenario delineato dal governatore Luca Zaia sulla base dei numeri covid della regione. "Abbiamo un’incidenza settimanale di circa 450 casi su 100mila abitanti, è un’incidenza alta. Abbiamo il 12,8% di tasso di occupazione delle terapie intensive. Entrambi i parametri sono da zona gialla. Siamo appesi alla zona bianca per l’occupazione dell’area medica: siamo al 13,7%, a 1,3% dalla soglia della gialla", dice Zaia.

BASILICATA - Sono 97 i nuovi contagi da Coronavirus in Basilicata oggi, lunedì 13 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri non c’è stato alcun morto nella Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 1.391 tamponi molecolari nella Regione.

Dei nuovi casi, 28 sono a Matera dove il sindaco Domenico Bennardi, con ordinanza, da ieri ha ripristinato l’obbligo di uso di mascherine all’aperto nei mercati, nelle vie e nelle piazze centrali e nei luoghi in cui si tengono le manifestazioni natalizie. I lucani guariti o negativizzati sono 21. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 21 (sette a Potenza e 14 a Matera) di cui 1 in terapia intensiva. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 1.391.

Per la vaccinazione, in due giorni sono state effettuate 6.035 somministrazioni di cui oltre 5.500 sono terze dosi. Finora 440.696 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (79,7 per cento del totale della popolazione residente in Basilicata, compresi under 12), 408.709 hanno completato il ciclo vaccinale (73,9 per cento) e 96.199 sono le terze dosi (17,4 per cento), per un totale di 945.604 somministrazioni effettuate.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 406 i nuovi contagi da Coronavirus in Friuli Venezia Giulia, oggi lunedì 13 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 8 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 3.054 tamponi molecolari e 6.283 test rapidi antigenici.

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 28, mentre i pazienti presenti in altri reparti risultano essere 306. Per quanto riguarda l’età, oltre il 28% dei nuovi contagi riguarda persone con meno di 19 anni. Da inizio pandemia nella Regione sono morte 4.078 persone.

ABRUZZO - Sono 89 i nuovi contagi da coronavirus oggi 13 dicembre in Abruzzo, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Non si registrano morti. I nuovi casi, di età compresa tra 1 e 85 anni, portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 90955 (inferiore in seguito a riallineamenti). Il bilancio dei pazienti deceduti, non registrando nuovi casi, resta fermo a 2609. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 82682 dimessi/guariti (+187 rispetto a ieri).

VALLE D’AOSTA - Sono 4 i nuovi contagi da coronavirus in Valle d’Aosta secondo il bollettino di oggi, 13 dicembre. Non si registrano invece nuovi decessi. Il totale delle persone contagiate da virus da inizio epidemia nella regione è di 13.841.

I casi positivi attuali sono 736 di cui 714 in isolamento domiciliare, 20 ricoverati in ospedale, due in terapia intensiva. Il totale delle persone guarite è di 12.622 unità, invariato rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 101.152, i tamponi effettuati 314.310. I decessi di persone risultate positive al virus da inizio epidemia ad oggi in Valle d’Aosta sono 483.

LAZIO - Sono 1.470 i nuovi contagi da coronavirus nel Lazio secondo il bollettino di oggi, 13 dicembre. Registrati inoltre altri 8 morti. I nuovi casi a Roma città sono 753. Oggi nella regione "su 13.081 tamponi molecolari e 19.130 tamponi antigenici per un totale di 32.211 tamponi, si registrano 1.470 nuovi casi positivi (-495), sono 8 i decessi (+5), 821 i ricoverati (+39), 114 le terapie intensive (+2) e +466 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,5%. I casi a Roma città sono a quota 753", ha evidenziato l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato nel bollettino al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.828 i nuovi contagi da coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino di oggi, 13 dicembre. Registrati inoltre altri 9 morti. Dall’inizio dell’epidemia, "nella Regione si sono registrati 476.413 casi di positività, 20.433 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore".

La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8,9%; un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 16 sono state somministrate complessivamente 7.802.172 dosi; sul totale sono 3.577.955 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 834.985.

cms_24125/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_24125/logo_governoit_-_Copia.jpgStato emergenza 2022, ecco proroga

Mentre l’Italia è alle prese con l’aumento dei contagi giornalieri da covid e la variante Omicron preoccupa il Paese e l’Europa, si va verso la proroga dello stato d’emergenza per altri tre mesi.

Infatti il Consiglio dei ministri per il via libera dovrebbe tenersi già nel pomeriggio di oggi.

Nel dl, spiegano fonti governative, la proroga al 31 marzo 2022 "e misure connesse".

cms_24125/Pregliasco.jpgCovid Italia, Pregliasco: "A Natale 250 morti e 30mila casi al giorno"

Covid in Italia, 30mila contagi e 250 morti al giorno per Covid a Natale. E’ il pronostico del virologo Fabrizio Pregliasco, docente della Statale di Milano. "Nessuna previsione ferale, è un modello matematico consolidato e - spiega l’esperto - con tutti i margini di errore della stima è ciò che potrebbe accadere".

E a Natale potrebbe non essere raggiunto neppure il picco della curva a causa della nuova variante di Sars-Cov-2. "Omicron potrebbe essere una fregatura - sintetizza lapidario Pregliasco - potremmo avere una coda che si prolunga ulteriormente. C’è già stato un morto ed è chiaro che aumentando i contagi arriva anche qualche caso grave. In Sudafrica la casistica è molto diversa, la popolazione è molto più giovane, quindi abbiamo bei guai".

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos