ELON MUSK PRESENTA TESLA OPTIMUS

Ma I prototipi presentati non hanno convinto gli esperti

ELON_MUSK_PRESENTA_TESLA_OPTIMUS.jpg

A un anno di distanza dall’annuncio ufficiale, Elon Musk ha recentemente presentato al “Tesla AI Day 2022”, il primo prototipo funzionante di Optimus, il robot umanoide ideato da Tesla per aiutare l’uomo nei lavori più pesanti. All’inzio della presentazione, Musk ha fatto entrare in scena un prototipo di Optimus in grado di deambulare da solo per la prima volta senza alcun supporto di cavi o altro. Mentre l’anno scorso, allo stesso evento, Musk aveva orchestrato uno scherzo in cui sul palco si erano presentati dei ballerini in tuta vestiti da robot Oltre a muoversi con Autopilot, la stessa AI usata per la guida automatica sulle vetture Tesla, Optimus ha poi mostrato anche alcune sue funzionalità delle sue braccia meccaniche: ha salutato il pubblico presente in sala e alzato le mani a ritmo di musica come farebbe un DJ. Inoltre, a sorpresa Musk ha mostrato anche un secondo prototipo, più esteticamente elegante del precedente, ma che era assicurato ad un supporto in quanto non ancora in grado di reggersi in piedi da solo.

cms_27771/1.jpg

I prototipi però non hanno esattamente brillato per agilità dato che, in particolare il primo, hanno avuto delle movenze un po’ goffe e barcollanti ed hanno ancora tantissima strada da fare prima di arrivare all’autonomia del prodotto finale. ma Elon Musk e il suo team sono fiduciosi che la strada sia quella giusta e che il prodotto raggiungerà la produzione di massa come da programmi, anche se potrebbero volerci dai tre ai cinque anni e un costo inferiore ai 20.000 dollari per unità l’utente finale. Secondo alcuni esperti del settore, il debutto dei due robot è stato al quanto deludente evidenziando come, a dispetto dei numerosi progressi delle intelligenze artificiali, sia ancora estremamente difficile costruire macchine capaci di operare in modo articolato nel caotico mondo reale.

cms_27771/foto_2_copia.jpg

Melone Wise, CEO di Fetch Robotics, sulla presentazione ha affermato: “L’idea che tra cinque anni questo robot sia in qualche modo utile è ridicola, ci sono molte lacune evidenti” sottolineando che le articolazioni del robot di Tesla siano piuttosto rudimentali e diano l’impressione di essere rigide e poco flessibili. Tesla infatti, almeno per il momento, non sarebbe riuscita a rivaleggiare con altre aziende come Boston Dinamics, che ha fatto eseguire ha fatto eseguire movimenti di parkour e danza ad Altas, la macchina umanoide. Infine, anche dopo aver dato una forma reale a questo prodotto, non si sono ancora placate le preoccupazioni per un futuro dipinto come roseo ma che per qualcuno potrebbe rappresentare un punto di non ritorno in quella distopica sostituzione della manodopera umana con delle macchine. Musk però ha subito spiegato che Optimus sarà complice di “una transizione in cui l’uomo ne sia beneficiario e non vittima del cambiamento”.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram