FAMIGLIA CHIUSA IN CANTINA ASPETTANDO LA FINE DEL MONDO

FAMIGLIA_CHIUSA_IN_CANTINA_ASPETTANDO_LA_FINE_DEL_MONDO.jpg

Davvero bizzarra e dai contorni ancora poco chiari la storia di una famiglia di Ruinerworld, un paesino nei pressi di Drenthe in Olanda composta da padre e sei figli che si è rintanata in una fattoria per nove anni in attesa della fine del mondo. Erano praticamente convinti che la fine del mondo sarebbe giunta molto presto e così hanno pensato bene di rintanarsi nello scantinato della loro fattoria, ma dopo nove anni il figlio maggiore stanco della situazione ha deciso di scappare. Il 25enne è andato nel pub del villaggio più vicino alla fattoria e ha raccontato anche se in modo piuttosto confuso e con termini, a detta del proprietario del pub, infantili per la sua età la sua incredibile vicenda. Lo stesso proprietario del pub ha raccontato alla BBC che il ragazzo dopo essere entrato nel suo locale ha ordinato subito cinque birre e poi iniziando a chiacchierare con lui si è sentito rispondere che era scappato via da una fattoria e di aver bisogno di aiuto. Il barista ha inoltre aggiunto: “aveva i capelli lunghi, barba incolta con indosso abiti molto vecchi. Sembrava molto confuso dichiarando di non essere mai andato a scuola, né dal barbiere da nove anni”, a tal punto ha deciso di chiamare la polizia.

cms_14571/foto_1.jpg

Il caso in pochissimo tempo è stato ripreso a cascata da numerose testate diventando virale mentre la fattoria di Ruinerworld situata nel bel mezzo di un bosco è diventata la scena delle indagini della polizia dove durante la perquisizione gli agenti hanno trovato una scala nascosta dietro la credenza che portava direttamente in cantina, giunti in cantina hanno trovato un uomo allettato a causa di un ictus e i suoi sei figli di età compresa tra i 18 e i 25 anni, ma che non risultano registrati all’anagrafe. Dalle prime ricostruzioni è emerso che questo nucleo familiare sia vissuto per tutto questo tempo completamente fuori dal mondo a tal punto che alcuni dei figli pensavano di essere gli unici abitanti della terra. Il padre li aveva obbligati a vivere in quello scantinato aspettando la fine del mondo mentre gli inquirenti ipotizzano che la madre dei ragazzi sia sepolta da qualche parte nella fattoria. Dalle testimonianze di alcuni vicini è emerso che nessuno ha mai visto i ragazzi in questi lunghi anni, ma solo il padre mentre il sindaco del paese ha tenuto a fare alcune precisazioni: “quello non è il padre dei ragazzi, nè tanto meno il padrone della fattoria. Ancora non è chiara la sua identità né il suo ruolo”. Il sindaco ha inoltre sottolineato che come la madre dei ragazzi fosse morta prima che la famiglia andasse a vivere in quella fattoria nel bosco dove successivamente sono stati ritrovati. Al momento sia l’uomo che i ragazzi sono stati accompagnati in una struttura in attesa che la polizia operi le necessarie perquisizioni volte a far luce in una storia ancora poco chiara dove le autorità cercano di mantenere il più stretto riserbo per il rispetto della privacy dei protagonisti di questa incomprensibile vicenda.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram