FIURIN DEL QUINDES

1615588261FIURIN_DEL_QUINDES_NR_13_I_SEGRETI_DELLA_PAROLE_(1).jpg

cms_21250/0.jpg

Fiurin del quindes (in dialetto abbiatense)

Tutt quella vita chì a l’è ‘n tornà

indree al mè d’on foeugh, la su’ lengua,

i spuss, i vos, i mus, al taj di oeucc

di qji angiul analfabeta che cercheven

l’amour a cust de massass de bòtt.

Chi l’è che ta see tì, fiurin del quindes,

che ta ma luma in fund a quella curt?

Chi l’è che sii tucc vialter, brigada morta,

che chì, in del sangh, la vos, quell mus

chì, in del taj che den’gh’hoo, suttee viv?

Traduzione

Bambino del quindici

Tutta questa vita è un ritornare

al mio fuoco, la sua lingua,

gli odori, le voci, i visi, il taglio degli occhi

di quegli angeli analfabeti che cercavano

l’amore a costo di ammazzarsi di botte.

Chi sei tu, bambino del millenovecentoquindici,

che mi scruti in fondo a quel cortile?

Chi siete tutti voi, compagnia morta,

che qui, nel sangue, nella voce, in questa faccia,

nel taglio che ho dentro, continuate a vivere?

cms_21250/2.jpgRiflessione di Maria Luisa Tozzi:

Grazie per la foto storica: uno di quei bambini( c’è anche qualche bambina) ha (aveva)l’età di mio padre. Una storia che andrebbe riletta come prelusiva all’entrata in guerra e a disastrose decimazioni; alla obbligata consegna di quei bambini al fascismo; alla loro adolescenza ammaestrata da sogni imperiali, facili come contrappunto della miseria (in ogni senso) del ventennio. Quando parli di COEUR questa verità salta fuori.

Nel tuo poetare (scelta scontata) sai ascoltare questo coeur: è un segno originario che ha vissuto quella durezza, quelle asprezze quotidiane, quell’osmosi sacra (panteistica) con una terra già stata e il Tesin che reifichi. Dunque vai avanti: la tua voce è importante, trascina un legame storico, generazionale, che questo tempo inquinato tende a cancellare; è un valore fermo, da non perdere.

Luis Balocchi

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos