FOCUS D-MONDO

Sulla sedia di lillà

1637377743Iacopo-Melio.jpg

“Ma troppi amici hanno tradito continuava innervosito

Ma troppi amici hanno tradito per la causa dell’Amore

Sono andato a casa sua, sono andato con i fiori”.

Un’altra canzone cult direttamente dai successi italiani del passato: “Sedia di lillà” di Alberto Fortis è impressa nella nostra mente, e chissà quante volte l’avremmo cantata! Ma dove voglio arrivare?

Forse vi parlerò della coltivazione di alcune piante oppure dei nostri pollici verdi? Starete pensando…

E invece no!

Ormai non è una novità: Iacopo Melio ha pubblicato un libro dal titolo, Tutti i fiori che sei – dodici storie per mia sorella, edito da Rizzoli.

Si tratta questa volta di una raccolta di aneddoti che raccontano di persone comuni, eroi della quotidianità, ovvero coloro che l’autore definisce “Cavaliere e Cavalieri con la macchia e con la paura”.

cms_23881/3.jpg

Questi personaggi, infatti, sono i protagonisti di vicende di formazione per la sorella Costanza che accede all’età adulta, ma a ben vedere, anche per chi desidera crescere.

Tutte sono distinte da un fiore, ma sono accomunate dalla determinazione dei loro personaggi che non si fermano davanti a nulla, in vicende di straordinaria ordinarietà.

A contribuire al progetto c’è Barbara, madre di Iacopo e Costanza, che ha scritto una parte dedicata all’importanza della propria identità; troviamo anche il poeta Guido Catalano, con un intervento riguardante il concetto di prendersi tutto il tempo che ci occorre per il perseguimento dei nostri traguardi.

cms_23881/2v.jpgIn questo lavoro le emozioni hanno un ruolo essenziale, al pari dei personaggi presenti: c’è anche un elenco delle stesse elencate alfabeticamente, al fine di dare la giusta definizione a ciò che si prova.

A questa pubblicazione si aggiunge il valore delle evocative illustrazioni di Agnese Innocenti, illustratrice per ragazzi che nel 2021 ha vinto il Premio Andersen per la categoria Miglior libro a fumetti.

cms_23881/00.jpgDopo aver pubblicato libri inerenti a varie tematiche, “Tutti i fiori che sei” svolge un ruolo di svolta nella carriera dell’autore ed attivista: la raccolta di storie che aiutano ad evolversi può infatti essere un genere trasversale, potenzialmente per tutti e tutte.

In particolare, questo libro si propone come oggetto di confronto e discussione per gli alunni delle scuole, nell’ottica in cui “ci sono storie che quando le incroci poi dopo niente è più come prima”, come riportato sul retro della copertina.

Che dire… Questo potrebbe essere un bel regalo per chi ama i fiori! E voi, cosa ne pensate?

(fonte:https://mysuperabile.inail.it/cs/superabile/tempo-libero/inchiostro/20211026-sedia-di-lilla-imprudente)

Claudio Imprudente

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos