GIOVANNI PRATI

Marionette

Giovanni_Prati__Marionette_03_SPAZIO_LETTERARIO.jpg

cms_20692/0.jpg“Mentre si contano a dozzine, ogni anno, le nuove edizioni dei Canti di Leopardi, chi voglia leggere le poesie di Giovanni Prati (1814-1884) deve affidarsi all’improbabile efficienza delle biblioteche o cercarle nella preziosa (e costosa) antologia dei Poeti minori dell’Ottocento, di Ricciardi. Cari editori, non sarebbe il caso di dedicare un volume delle tante collane economiche al più grande esponente della poesia romantica italiana?” (da POESIA, anno I n. 11, 1988)”. Il tempo è stato galantuomo, in questo caso, e le pubblicazioni anche recenti non mancano; ciò che invece non è accaduto – salvo errori e omissioni – nei blog, nei forum letterari e nei convegni, sebbene il Consiglio della Provincia Autonoma di Trento avesse disposto, nel 2014 a duecento anni dalla nascita, di far meglio conoscere il letterato e politico trentino, proponendo un anno pratiano. Chi era dunque Giovanni Prati? Ginnasio a Trento, legge a Padova, convola a nozze con Luigia (Elisa) Bassi nel 1834, che tuttavia muore giovanissima, nel 1840. Nelle sue liriche la ricorderà a lungo. A Milano, nel 1841, conosce Manzoni e pubblica Edmengarda: i suoi endecasillabi raccontavano una storia d’amore e di adulterio, amatissima dal pubblico e stroncatissima dalla critica. Canti lirici, canti per il popolo e ballate e Memorie e lacrime e Nuovi canti sono del ’43-’44; successivamente viaggerà: Padova, Venezia, Firenze, per raggiungere Torino: sostenne la Monarchia Sabauda (e per questo fu espulso dagli austriaci dal Regno Lombardo-Veneto).

cms_20692/giovanni-prati.jpegNon erano anni facili, ma la sua fedeltà agli ideali risorgimentali fu poi premiata da Vittorio Emanuele II, che lo nominò Storiografo della Corona. Nel ’51 si risposa con Lucia Arnaudon, nel ’61 è eletto deputato: farà parte della Sinistra Storica. A Roma, nel ’71, è eletto Senatore del Regno e nel ’78 sarà nominato Direttore dell’Istituto Superiore di Magistero. Questo l’uomo, ma il poeta? Luigi Baldacci afferma che tra i poeti minori dell’800 (lo sono tutti, secondo lui, tra il Leopardi e l’avvento del Pascoli) solo Carducci e Aleardi meritano un confronto con Prati. “Incantesimo resta uno dei vertici della poesia italiana dell’Ottocento”. Tuttavia “il Prati non conobbe soluzioni simboliste”, poco intaccato dai preziosismi innovatori già presenti oltralpe. Ma alcuni suoi versi prefigurano addirittura esiti dannunziani o pascoliani e lo stesso Carducci (di vent’anni più giovane) ne ammirava soprattutto i sonetti. Prati era stato, nei suoi anni ruggenti, quasi un’iperbole; poi il silenzio. Eppure, Iside sarebbe da rileggere: che ne pensano i curatori-cultori dei blog? Con Psiche Prati finge di voler consegnare il suo libro non nelle mani dell’editore ma del fabbricante di bare. Un uomo “moderato” (a parte quest’ultima boutade) e un poeta “assoluto”, sebbene inguaribilmente figlio del suo tempo. Che per i posteri sarebbe stato foscoliano, manzoniano e carducciano. Per Prati, allora, non c’era più spazio. E ora?

Marionette

Al fantolino, più che pesca o mela,
piace il casotto degl’incanti, dove
un picciol mondo di figure nove
al suo cupido e fermo occhio si svela:

né sa che dietro la dipinta tela
per fili arcani in giocolier le move;
e crede velo il finto; e in quelle prove,
in quegli atti, in que’ volti avvampa e gela.

Grandeggia quindi il fantolin con l’ora:
e nel mondo degli uomini s’aggira,
e crede vero ciò ch’ è finto ancora.

Uom poi diventa, e si travaglia e stanca
pur dietro a sogni: e il dì che l’ombra ei mira
del Ver, spìa sul quadrante, e il tempo manca.

Raffaele Floris

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram