GLI ITALIANI ALL’ASSALTO DEL "MURO DI HUY"

Prosegue il trittico delle Ardenne con Alejandro Valverde alla ricerca del poker. Tra gli azzurri, oltre a Enrico Gasparotto, favorito Diego Ulissi della Lampre-Merida

Ciclismo_Umberto_de_giosa.jpg

cms_3773/Gasparotto.jpg

Dopo la vittoria di Enrico Gasparotto, del team Wanty, all’Amstel Gold Race, oggi si torna nelle Ardenne (Belgio) per la penultima delle “Classiche del Nord” di ciclismo.

cms_3773/Gruppo.jpg

Si corre l’edizione n° 80 della Freccia Vallone, una sorta di antipasto della Liegi – Bastogne - Liegi (la corsa più antica tra le “classiche”), su di un percorso vallone di 196 Km che va dal Lussemburgo alla provincia di Liegi. La planimetria non presenta grosse difficoltà, tranne che per la parte finale con pendenze spacca-fiato. Gli atleti in gara, soprattutto quelli d’alta classifica, sanno benissimo che si tratta di una corsa di transizione che serve a scaldare i “motori” in vista della Doyenne (dal francese Decana) di domenica 24 aprile.

cms_3773/Planimetria_Frecia_Vallone.jpg

Si parte da Marche-en-Famenne per arrivare a Mur De Huy. Dodici in totale le asperità disseminate lungo il cammino. I primi sessanta kilometri non presentano salite difficili. La prima, vera, con una media del 6%, è il Cote de Bellaire al 67 km, e al 74° il Cote de Bohissau con una pendenza media del 7,6%. Per le altre, impegnative, bisogna attendere gli ultimi 100 Km di gara. Prima del Muro di Huy, che sarà percorso tre volte durante la corsa, i corridori devono affrontare prima la Cote d’Ereffe, due chilometri con pendenza del 5% a sedici dalla conclusione e la Cote de Cherave a sei dal traguardo, con pendenza media superiore all’8% da percorrere per circa 1 Km. E’ qui, a pochi chilometri dall’arrivo, che i big devono fare la differenza cercando di uscire dal gruppo per affrontare in solitaria la cima di Huy con pendenza media del 9% e con picchi oltre il 20. Di sicuro, quest’ultimo tratto in salita serrerà i ranghi degli uomini in testa al plotone, mettendo nuovamente alla prova gli italiani che, sin dalla prima gara del trittico delle Ardenne, hanno mostrato di gradire i circuiti-saliscendi del Belgio.

cms_3773/Ulissi.jpg

Occhi puntati su Diego Ulissi della Lampre-Merida, Diego Rosa dell’Astana, Giovanni Visconti della Movistar, Enrico Battaglin della Lotto-Jumbo e ovviamente su Gasparotto. Al nastro di partenza non c’è Fabio Aru. Il corridore dell’Astana, reduce da una buona prova domenica scorsa in Olanda, ha dato forfait per il riacutizzarsi di un problema alla schiena.

cms_3773/valverde.jpg

Gli azzurri cercheranno di dare battaglia al favorito Alejandro Valverde, alla ricerca della quarta vittoria, in carriera, nella Freccia Vallone. Da segnalare, per il rush finale, Daniel Martin e Purito Rodriguez. Appuntamento alle 14.30 per la diretta su RaiSport.

Umberto De Giosa

Tags: Enrico Gasparotto, Wanty, Amstel Gold Race, Ardenne, Classiche del Nord, Freccia Vallone, Lussemburgo, Liegi, Marche-en-Famenne, Mur De Huy, Diego Ulissi, Diego Rosa, Giovanni Visconti, Enrico Battaglin, Fabio Aru, Alejandro Valverde, Freccia Vallone, Dan

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos