GRANDE SUCESSO PER IL POPOLARE ATTORE ANTONIO MILO A TEATRO CON “METTICI LA MANO”

1638073742GRANDE_SUCESSO_PER_IL_POPOLARE_ATTORE_ANTONIO_MILO_A_TEATRO_CON__METTICI_LA_MANO.jpg

Il teatro Diana di Napoli, dopo il lungo periodo di chiusura determinato dallo stato d’emergenza che ha toccato pesantemente anche il mondo dello spettacolo, ha deciso di ripartire con molteplici appuntamenti molto interessanti. Tra i vari appuntamenti in cartellone c’è lo spettacolo teatrale: “Mettici la mano” che vede tra i protagonisti l’attore partenopeo, Antonio Milo nato a Castellamare di Stabia il quattro maggio del 1968. Milo è da sempre stato appassionato dal mondo della recitazione ed è per questa passione che decide di conseguire gli studi presso l’accademia d’arte drammatica prendendo parte a diversi seminari di tecniche recitative. L’attoreha interpretato diversi ruoli sia nell’ambito cinematografico che in quello televisivo, ma è con la famosa serie tv di Rai 1: “Il commissario Ricciardi” che raggiunge la sua massima popolarità.

cms_23967/foto_1.jpg

In questi giorni lo vediamo per l’appunto impegnato nello spettacolo teatrale “Mettici la mano”, una commedia che ha già debuttato lo scorso 22 ottobre riscuotendo grandi consensi da parte del pubblico in sala. La pièce, scritta da Maurizio De Giovanni e diretta da Alessandro D’Alatri potrebbe figurare come uno spin-off della fortunata serie de “Il Commissario Ricciardi”. E’ il 1943, il sottofondo è quello delle bombe, cadono i calcinacci e Antonio Milo debutta sul palcoscenico vestendo i panni del BrigadiereRaffaele Maione in una Napoli devastata dalle conseguenze del nazifascismo, martellata da allarmi e bombardamenti, ma piena di quella carica di umanità e di amore per la vita. “Mettici la mano” rappresenta una garanzia artistica in equilibrio tra dramma e commedia che sicuramente ha restituito e restituirà al pubblico quella gioia di ritornare in platea. E’ senza dubbio una commedia in cui non mancano colpi di scena intervallati da momenti divertenti e scene di panico, ma c’è anche tanta umanità e intuito impregnato di saggezza popolare che solo un grande attore come Antonio Milo ha saputo interpretare.

cms_23967/foto_2.jpgIn questi giorni gli è stato chiesto quale fosse il linguaggio che più gli appartiene se quello televisivo o teatrale e a questa domanda l’attore napoletano ha risposto con la schiettezza tipicamente partenopea: “La televisione ti permette un guadagno più sostanzioso, ma il teatro è una protezione, un senso di libertà e non c’è altro luogo pari. Per me il teatro è come stare nel grembo della propria mamma e poi c’è un rapporto diretto con i pubblico”. Inoltre ha aggiunto: “questo è un periodo particolare, dobbiamo fare di più per il pubblico, la gente viene a teatro con la mascherina, questa è una sofferenza, eppure la gente riempie la sala. Il prossimo lavoro in cui lo vedremo protagonista sarà una serie tv targata Rai ambientata a Napoli ed anche per questo nuovo progetto gli facciamo un grande in bocca al lupo.

Anna Di Fonzo

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos