Hai un sito WordPress? Ottimizzalo.

Hai_un_sito_WordPress_Ottimizzalo_.jpg

Una campagna SEO ben orchestrata, tra cui l’ottimizzazione del tuo sito web in modo che sia i motori di ricerca sia gli utenti possano trovarlo e navigare più velocemente, significa nuovi clienti, maggiore credibilità del marchio e maggiore profitto.

cms_10697/2.jpg

I siti web costruiti su piattaforme di content management system (CMS) non sono generalmente molto popolari tra gli sviluppatori web interni perché, sostengono, un grande sito può essere costruito solo da zero.

Tuttavia, potresti essere sorpreso di sapere che molti siti web ben noti sono in realtà costruiti su WordPress , una delle piattaforme CMS più popolari. TechCrunch, The New Yorker, Disney - i siti Web di queste aziende sono solo la punta dell’iceberg.

Questi siti hanno investito molto nell’ottimizzazione dei motori di ricerca di WordPress (SEO) per ottenere visibilità in Google. Di conseguenza, ottengono un flusso di visitatori in costante crescita i cui termini di ricerca corrispondono a ciò che questi siti hanno da offrire.

Perché hai bisogno di investire in WordPress SEO?

cms_10697/3.jpg

Il New Yorker ha 30 milioni di visitatori al mese e quasi il 30 percento del traffico proviene dalla ricerca. Per ottenere quella quantità di traffico di ricerca, un sito WordPress ha bisogno di investimenti significativi in ​​SEO.

Questi siti stanno ovviamente investendo un sacco di tempo e denaro nel loro SEO . Questo è il motivo per cui l’ottimizzazione del tuo sito Web WordPress è essenziale. L’ottimizzazione dei motori di ricerca aiuta il tuo sito a classificarsi meglio nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), la visibilità delle unità e ti offre più traffico di ricerca.

Di cosa hai bisogno per ottimizzare sul tuo sito web WordPress?

Cosa ci vuole per un sito Web WordPress per salire di livello? Fondamentalmente, si tratta di garantire che tutte le pagine importanti del tuo sito siano indicizzate correttamente e quelle che non dovrebbero essere visibili attraverso la ricerca non lo siano. Questi passaggi ti aiuteranno a migliorare significativamente il traffico di ricerca e assicurarti che i nuovi contenuti abbiano maggiori possibilità di raggiungere la prima pagina nei risultati di Google (e di altri motori di ricerca).

Imposta Google Search Console

cms_10697/4.jpg

Nessun viaggio di ottimizzazione dovrebbe iniziare prima che l’analisi della tua posizione attuale sia stata completata. Per assicurarti che il tuo sito web WordPress sia indicizzato correttamente e non abbia problemi critici, configura Google Search Console (GSC).

Il rapporto sulla copertura mostra quante pagine hanno errori che influiscono sulla visibilità del tuo sito.

Quindi, controlla tutte le pagine indicizzate nel rapporto sul rendimento. Ti mostra il numero di impressioni ottenute da tutte le tue pagine, le loro posizioni medie e le percentuali di clic (CTR).

Ultimo ma non meno importante, rivedi la tua sitemap. Una sitemap è un file con un modello del contenuto del tuo sito web progettato per aiutare sia gli utenti che i motori di ricerca a navigare nel sito. Può essere un elenco gerarchico di pagine con collegamenti organizzati per argomento, un organigramma o un documento XML che fornisce istruzioni per i motori di scansione del motore di ricerca.

Una sitemap è un elemento essenziale per qualsiasi sito web che vuole essere sottoposto a scansione per contenuti nuovi o aggiornati e indicizzato regolarmente dai motori di ricerca.

Aggiungi il codice di Google Analytics

Per monitorare il modo in cui il pubblico interagisce con il tuo sito: su quali pagine si trovano, per quanto tempo rimangono e altri dati, devi abilitare Google Analytics. Questo viene fatto aggiungendo il codice di Google Analytics al tuo sito web. Ciò consente a Google Analytics di raccogliere le metriche sul comportamento degli utenti.

Tag del titolo, meta tag e URL

cms_10697/5.jpg

Titoli e meta tag non esistono solo nel codice sorgente del tuo sito web. Gli utenti li vedono quando si imbattono nel tuo sito web nei risultati di ricerca. Pertanto, a meno che tu non voglia che Google li generi automaticamente in base al suo sofisticato algoritmo di generazione del titolo , dovrai specificarli tu stesso.

Inoltre, assicurati che le parole chiave per le quali desideri classificare siano anche incluse nel titolo e nei metatag.

Sbarazzarsi di pagine orfane (archivio, categoria, pagine di paginazione o tag)

La magia di WordPress ha alcuni effetti collaterali. Uno di questi è la creazione di più pagine duplicate o mezzo duplicate che influiscono negativamente sul tuo SEO. Ad esempio, quando queste pagine vengono indicizzate, il SERP è pieno di risultati quasi identici dal tuo sito che possono confondere gli utenti e sembrare poco professionali.

Quando accade, invece di una pagina, ci sono dozzine di pagine simili che competono per le stesse parole chiave e diminuiscono la visibilità della pagina principale.

Una campagna SEO ben orchestrata, tra cui l’ottimizzazione del tuo sito web in modo che sia i motori di ricerca sia gli utenti possano trovarlo e navigare più velocemente, significa nuovi clienti, maggiore credibilità del marchio e maggiore profitto. Segui i miei suggerimenti e buon lavoro.

Maria Pia Iurlaro

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App