IL CORPO UMANO - IV^

IL_CORPO_UMANO_-_quarta_parte_Energia.jpg

Giunti alla fine di questo breve percorso sul corpo umano, abbiamo scoperto quanto esso sia molto più di ciò che vediamo e percepiamo; il corpo fisico è solo una parte - quella più visibile - di una realtà che va ben oltre ciò a cui siamo abituati. Per usare una metafora, potremmo dire che il nostro corpo è come una Matrioska dove, la parte più interna corrisponde al corpo fisico e la più esterna al CORPO CAUSALE, quello di cui parlerò in questo articolo.

Anche il Corpo Causale è collegato a tutti gli altri corpi sottili ma c’è qualcosa che lo distingue dagli altri e lo rende assolutamente unico: la potenza della sua “interferenza”.

A differenza di quello eterico, astrale e mentale, il corpo Causale sopravvive attraverso le diverse incarnazioni e, mentre gli altri corpi si dissolvono con la morte, lui sopravvive portando con sé la memoria di tutte le vite passate. È qui che risiede il KARMA ed è questo il motivo per il quale il corpo Causale influenza e condiziona sia gli altri corpi sottili che quello fisico.

cms_22390/FOTO_1.jpg

Vi è mai capitato di avere paura di qualcosa - ad esempio dell’acqua, dei serpenti, del fuoco, di cadere dalle scale - e di non sapere perché? Se non vi è nulla nella vostra vita attuale che possa ricondurre ad una tale fobia, molto probabilmente il trauma risale ad una vita precedente: questa memoria è impressa nel corpo Causale e può condizionare tutta la nostra esistenza a meno che non diventiamo consapevoli di questo processo.

Il corpo Causale è il “luogo” in cui convogliano tutte le esperienze dell’uomo nel corso delle sue varie incarnazioni, una memoria alla quale non abbiamo accesso diretto a meno di elevarci spiritualmente. Durante la nostra esistenza terrena ne subiamo certamente gli effetti - accennavo alle fobie ma questo vale anche in positivo - tuttavia per essere totalmente consapevole di queste memoria, l’individuo deve evolversi fino a comunicare in maniera diretta con la propria anima.

Ed ecco un altro punto fondamentale: il corpo Causale, essendo il più esterno e il più spirituale di tutti, è identificato e assimilato al concetto di ANIMA.

Essendo in contatto diretto con la Matrice, con l’Origine, con Dio è ciò che più gli assomiglia in assoluto: è “a sua immagine e somiglianza”, per riprendere un famoso passo biblico (Genesi 1,26). L’anima non è quindi “dentro” di noi, bensì “fuori”, nello strato più esterno - quindi più vicino all’Origine - del nostro corpo.

cms_22390/FOTO_2.jpg

Siamo quindi ben oltre la personalità, stiamo toccando l’essenza stessa dell’essere umano, la sua parte animica e immortale.

Qui il mondo materiale dei corpi fisico, eterico, astrale e mentale associati ai quattro elementi terra, acqua, fuoco e aria si sintetizzano nella quintessenza, cioè nel quinto elemento costitutivo dell’Universo. Qui si produce l’unità tra aspetto fisico, emotivo, sentimentale e mentale, che sono percepiti con tale simultaneità e chiarezza da darci un anticipo di ciò che può essere una vita vissuta al più alto livello di spiritualità.

Nel momento in cui riusciamo a fare silenzio dentro di noi, calmando i nostri pensieri e non lasciandoci sballottare dalle molteplici sollecitazioni legate ai piani inferiori del nostro corpo, inizieremo a percepire un mondo nuovo la cui parola d’ordine è CONSAPEVOLEZZA.

Il corpo Causale è chiamato anche UOVO AURICO a causa della sua forma simile, appunto, ad un uovo.

Di una luminosità dorata e molto intensa, circonda e contiene tutti gli altri corpi, estendendosi di circa 120 cm oltre il corpo fisico denso. Possiamo immaginarlo come una sorta di guaina che, se da un lato impedisce perdite di energia o la penetrazione di energie negative dall’esterno, dall’altro permette lo scambio di energia positiva tra il nostro corpo e il campo Universale.

cms_22390/FOTO_3.jpg

Nell’affresco del “Giudizio Universale” di Giotto possiamo contemplare la figura del Cristo circondato da strati di luce: è un’immagine molto frequente nell’iconografia cristiana, così come lo è l’aureola che si irradia dal capo di angeli e santi.

Questa luce che circonda il corpo di Gesù è l’Uovo Aurico, manifestazione tangibile del suo corpo fisico e spirituale: Uomo e Dio ad un tempo, “primogenito tra molti fratelli” (lettera ai Romani 8,29) egli è lo specchio di ciò che siamo anche noi, individui dotati di uno spirito incarnato.

Non vi confondete: questo splendore, questa immensa potenza e bellezza non sono appannaggio di Dio e dei santi ma è “l’abito” spirituale di cui TUTTI siamo rivestiti. Lo scrisse anche il profeta Isaia 765 anni prima della nascita di Cristo: “Alzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce, la gloria del Signore brilla sopra di te.” (Isaia 60,1). Il profeta esorta il popolo tutto e ciascun uomo in particolare ad essere CONSAPEVOLE del proprio splendore e di rivestirsene per essere in tutto simile a Colui che ne è l’origine.

Alla luce di queste brevi considerazioni, provate ad immaginare quali cambiamenti si possono produrre nella vostra vita se sviluppate il corpo Causale!

Più lavorate a questo livello, più la vostra consapevolezza si espande attraverso l’autocoscienza, santuario interiore nel quale solo voi e il vostro Creatore avete accesso. È lì che si consuma l’incontro, lì che si sancisce l’unione mistica tra spirito e materia, tra umano e divino. Lì ancora che diventate UNO con voi stessi, con la creazione, con il Creatore, sperimentando la coscienza di 5D.

cms_22390/FOTO_4.jpg

Queste sono le potenzialità che ciascuno di noi possiede e che possono farci accedere a livelli di consapevolezza fino ad ora impensabili.

La meditazione è uno strumento utilissimo in questo senso in quanto, aiutandoci a raggiungere il silenzio interiore, fa risuonare la voce spirituale soffocata dalla molteplicità dei nostri pensieri e delle nostre emozioni.

Meditando vediamo anche con chiarezza a quali comportamenti errati siamo attaccati e riceviamo la forza interiore di allontanarcene per ricevere in cambio qualcosa di decisamente migliore. Comprendiamo anche il nostro ruolo all’interno del grande Disegno Universale, elaborando idee creative per realizzarlo.

Attenzione, però, tutto deve essere equilibrato: un corpo Causale debole disperde energia e non assolve il suo compito mentre uno troppo forte non riuscirà a stare dietro alla molteplicità delle idee elaborate.

Il corpo Causale è così chiamato perché contiene le cause karmiche della presente incarnazione. Quindi, più ci sviluppiamo a questo livello, più velocemente e definitivamente scioglieremo i nodi che ci portiamo dietro dalle vite passate, oltre che da quella presente. Alla fine di questo percorso, il corpo Causale non necessiterà più di incarnarsi ma sarà libero di vivere per sempre nell’amore come pura energia intelligente.

Simona HeArt

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram