IL PIANO BRITANNICO PER LA GESTIONE DEI MIGRANTI FA DISCUTERE

Ue e Onu sul piede di guerra

1650068620IL_PIANO_BRITANNICO_PER_LA_GESTIONE_DEI_MIGRANTI_FA_DISCUTERE.jpg

"Sono stata informata della nuova strategia di migrazione del governo del Regno Unito, che credo sollevi interrogativi fondamentali sull’asilo e la protezione". Parole non certamente al miele, quelle pronunciate dalla commissaria UE agli Affari interni Ylva Johansson, che su Twitter lascia trasparire tutte le sue perplessità sull’operato del governo britannico. A seguito di queste dichiarazioni, anche l’Onu si è mostrata fermamente contraria all’invio, da parte del Regno Unito, di richiedenti asilo in Ruanda.

cms_25657/Foto_1.jpg

Il piano nazionalistico di Boris Johnson continua a riscuotere grande successo all’interno del paese, ma genera sospetti e maldicenze a livello internazionale. Intanto, Londra schiera la sua Marina Militare nella Manica, per frenare l’immigrazione illegale. Lo stesso Johnson afferma che questa misura sia stata assunta per la gestione dell’iter burocratico sulle richieste in attesa di ammissione.

cms_25657/Foto_2.jpg

Il ministro degli Interni Priti Patel ha in progetto di firmare un accordo con il governo del paese africano per ben 120 milioni di sterline. Nello specifico, il piano si propone di avviare pratiche rapide per alcuni richiedenti asilo, con l’impegno concreto del Ruanda nella gestione del processo di controllo.

In sintesi, si tratta di un vero e proprio piano anti-sbarco scaturito dal fatto che, secondo Downing Street, la situazione sarebbe diventa insostenibile. Infatti, stando alle loro fonti, nella giornata di mercoledì si è verificato un numero record di sbarchi di oltre 600 persone. Dal canto suo, Boris Johnson dichiara guerra ai trafficanti di esseri umani: "La nostra compassione può essere infinita, ma la nostra capacità di aiutare le persone no". Tematiche che sono destinate a far discutere molto, sebbene la strada tracciata dal governo britannico sembri ormai senza ritorno…

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram