IL REDDITO DISPONIBILE ED IL POTERE DI ACQUISTO DELLE FAMIGLIE ITALIANE

Il Q2 2020 ha fatto segnare un -5% sia del reddito disponibile sia del potere d’acquisto su base trimestrale. Entrambi gli indicatori sono cresciuti nel Q3 2020

1611007015Copertina.jpg

L’Istat calcola il valore del reddito disponibile e del potere di acquisto delle famiglie italiane. Di seguito è indicato l’andamento di entrambe le variabili nel periodo tra il Q1 2019 ed il Q3 2020.

Reddito disponibile lordo. Il valore del reddito disponibile lordo in milioni di euro è diminuito tra il Q1 2019 ed il Q3 2020. Nel Q1 2019 il valore del reddito disponibile lordo in milioni di euro è stato pari ad un valore di 287.283. Tra il Q1 2019 ed il Q2 2019 il valore del reddito disponibile lordo in milioni di euro è passato da un valore di 287.283 milioni di euro fino ad un valore pari a 289.649 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 2.366 milioni di euro pari ad una variazione di 0,82%. Nel passaggio tra il Q2 2019 ed il Q3 2019 il valore del reddito disponibile lordo delle famiglie italiane è passato da un ammontare pari a 289.649 milioni di euro fino ad un valore pari a 288.859 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -790 milioni di euro pari ad una variazione di -0,27%. Nel passaggio tra il Q3 2019 ed il Q4 2019 il valore del reddito disponibile per le famiglie è passato da un ammontare pari a 288.859 milioni di euro fino ad u valore pari a 288.122 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -737 milioni di euro pari ad una variazione di -0,26%. Nel passaggio tra il Q4 2019 ed il Q1 2020 il valore del reddito disponibile per le famiglie è passato da un ammontare pari a 288.122 milioni di euro fino ad un valore pari a 285.830 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -2.292 milioni di euro pari ad una variazione di -0,80%. Nel passaggio tra il Q1 2020 ed il Q2 2020 il valore del reddito disponibile per le famiglie è diminuito da un valore pari a 285.830 milioni di euro fino ad un valore pari a 270.055 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -15.775 milioni di euro ovvero pari ad un variazione di -5,52%. Nel passaggio tra il Q2 2020 ed il Q3 2020 il valore del reddito disponibile per le famiglie è diminuito da un valore pari a 270.055 milioni di euro fino ad un valore pari a 287.038 milioni di euro ovvero pari ad un valore di 16.983 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 6,29%. Nel complesso nel periodo tra Q3 2020 ed il Q1 2019 il valore del reddito disponibile è diminuito di un valore pari a 245 milioni di euro ovvero pari ad un variazione di -0,09%.

cms_20679/Foto_1.jpg

Andamento del reddito disponibile delle famiglie italiane. Fonte: Istat.

cms_20679/Foto_2.jpg

Reddito disponibile lordo in milioni di euro. Fonte: Istat.

Potere di acquisto delle famiglie. Il potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è stato pari ad un ammontare di 279.885 milioni di euro nel Q1 2019. Nel passaggio tra il Q1 2019 ed il Q2 2019 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un ammontare pari a 279.885 milioni di euro fino ad un valore pari a 282.267 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 2.382 milioni di euro pari ad un variazione di 0,85%. Nel passaggio tra il Q2 2019 ed il Q3 2019 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un ammontare pari a 282.267 milioni di euro fino ad un valore pari a 281.610 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -657 milioni di euro pari ad una variazione di -0,23%. Nel passaggio tra il Q3 2019 ed il Q4 2019 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un valore pari a 281.610 milioni di euro fino ad un valore pari a 280.247 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -1.363 milioni di euro pari ad una variazione di -0,48%. Nel passaggio tra il Q4 2019 ed il Q1 2020 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un valore pari a 280.247 milioni di euro fino ad un valore pari a 277.594 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di -2.653 milioni di euro pari ad una variazione di -0,95%. Nel passaggio tra il Q1 2020 ed il Q2 2020 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un valore pari a 277.594 milioni di euro ovvero pari ad un valore di 263.134 milioni di euro pari ad una variazione di 14.460 milioni di euro pari ad una variazione di -5,21%. Nel passaggio tra il Q2-2020 ed il Q3 2020 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un ammontare pari a 263.134 milioni di euro fino ad un valore pari a 280.470 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 17.336 milioni di euro pari ad una variazione di 6,59%. Nel passaggio tra il Q1-2019 ed il Q3-2020 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è passato da un ammontare pari a 263.134 milioni di euro fino ad un valore pari a 280.470 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 17.336 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 6,59%. Nel passaggio tra i l Q1 2019 ed il Q3 2020 il valore del potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro è aumentato di un valore pari a 585 milioni di euro ovvero pari ad un valore di 0,21%.

cms_20679/Foto_3.jpg

Potere di acquisto delle famiglie italiane in milioni di euro. Fonte: Istat.

cms_20679/Foto_4.jpg

Potere di acquisto delle famiglie consumatrici in milioni di euro. Fonte: Istat.

Conclusioni. Come risulta evidente, sia nel caso del valore del reddito disponibile delle famiglie italiane che nel caso del potere di acquisto delle famiglie italiane si è verificato un punto di crisi nel Q2 2020, ovvero nel secondo trimestre del 2020. Infatti sia il reddito disponibile che il potere di acquisto delle famiglie italiane è diminuito di circa 5,5% nel passaggio tra il Q1 2020 ed il Q2 2020. Tuttavia il Q3 2020 ha rappresentato un punto di crescita e di ripresa sia del reddito disponibile sia del potere di acquisto delle famiglie italiane.

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos