IL VATICANO È SOTTO SCACCO

Continua il silenzio assordante sul tema della pedofilia

1626654009IL_VATICANO_È_SOTTO_SCACCO.jpg

Detta in questi termini potrebbe risultare monotona e arrogante, ma quello che continua ad accadere tra le sacre mura è puramente imbarazzante. Il tema centrale non sono i nomi illustri di prelati, ma di giovani vite segnate per sempre. La pedofilia è un’atrocità senza precedenti, soprattutto se proviene da uomini di Dio, che promettono fedeltà alla chiesa e al suo popolo. Queste storie avvengono (purtroppo) con costanza e rischiano di cadere come sempre nel dimenticatoio. Proprio così, perché notizie del genere non ci sorprendono più e vengono dimenticate dopo qualche minuto. La “banalità del male” (affermava qualcuno) e in questo caso possiamo parlare della vera essenza del male. Nel corso dei secoli, la chiesa si è sempre mostrata reticente dinanzi alla pedofilia, tuttavia ha sempre scelto di insabbiare tutto per non creare scandalo. In realtà, il vero scandalo è quello dei tanti vescovi che affermano: “Per la buona fama del sacerdote sono costretto a fermarmi qui, non sempre si può dire tutto”. Tante, troppe volte affermazioni del genere hanno avuto il primato rispetto alla sfera sacra delle giovani vittime. I casi sono molteplici, elencarli tutti non è possibile anche se il filo conduttore è sempre il silenzio.

cms_22554/foto_1.jpg

A nulla sono valsi gli sforzi di Francesco nel cambiare la giurisprudenza canonica, perché anche il collaborare con la magistratura ha i suoi limiti. Brutto dirlo, ma il sistema attuato nella chiesa è così radicato che sarà difficile da debellare. I vescovi delle diocesi esercitano un forte potere politico sulle istituzioni civili e tutto questo fa arrabbiare e non poco i semplici fedeli. La cronaca odierna ci fa rivivere gli orrori del pre-seminario Pio X a Roma, conosciuto comunemente come il seminario dei chierichetti del Papa. In quel luogo, apparentemente accogliente si sono consumati abusi di ogni genere con la complicità degli stessi direttori. Tutti all’interno sapevano, ma nessuno ha fatto nulla per evitare tutto ciò. Alcuni di questi mostri (all’epoca minorenni) sono diventati sacerdoti con il benestare del vescovo di turno. Le condanne chieste cadranno nel nulla e le vite di queste anime innocenti sono compromesse per sempre. Le scuse avanzate dai diversi pontefici non bastano se non seguono interventi concreti. Pertanto, l’indignazione momentanea non basta, tutti i fedeli la devono smettere di appoggiare i vescovi attuando una assurda obbedienza. Occorre denunciare per salvaguardare il bene più grade, la dignità dell’individuo.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos