IMPORTANTI NOVITA’ NELL’ECONOMIA DEL PACIFICO

Nuovo trattato commerciale tra quindici paesi asiatici

1605560211Copertina.jpg

Vi sono importanti novità per i paesi asiatici dell’area del Pacifico, di cui quindici hanno stipulato il più importante trattato commerciale degli ultimi anni. È stata in realtà una trattativa molto lunga, durata più di 5 anni, ma alla fine si è giunti ad un’intesa che darà avvio a un cambiamento epocale.

Il trattato in questione prende il nome di Regional Comprehensive Economic Partnership. Esso rappresenta un punto di svolta, perché rispetto ad altri trattati economici, come ad esempio quelli stipulati tra i paesi dell’Unione Europea, mira ad abolire i dazi sugli scambi commerciali.

I paesi coinvolti sono Indonesia, Laos, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia, Vietnam, Australia, Cina, Giappone, Nuova Zelanda, Corea del Sud. Grande assente è l’India che, per diverse motivazioni, ha abbandonato i negoziati lo scorso anno.

cms_20001/Foto_1.jpg

Il Regional Comprehensive Economic Partnership si basa su alcuni principi fondamentali: il primo è che per l’abolizione dei dazi non saranno più necessarie trattative tra due stati, dato che da questo momento in poi i paesi del trattato saranno liberi di commerciare tra loro senza limiti; il secondo, invece, forse molto più importante, riguarda una maggiore cooperazione economica tra Cina, Giappone e Corea del Sud, cosa fino ad oggi impensabile, visto che non vi sono mai stati buoni rapporti tra questi tre paesi, la cui grande influenza nell’area del Pacifico è tuttora innegabile.

cms_20001/Foto_2.jpg

Il trattato appena stipulato, però, non abbraccia altri settori dell’economia, come ad esempio l’agricoltura, e soprattutto non impone standard riguardo ad alcuni prodotti.

Secondo gli analisti, vi è il forte rischio che questo nuovo accordo favorisca ulteriormente la Cina sui mercati stranieri, soprattutto per la mancanza dell’India, che avrebbe potuto frenarne le ambizioni economiche. Inoltre, questo cambiamento epocale potrebbe estromettere ulteriormente gli Stati Uniti dai mercati asiatici, processo in realtà già avviato negli anni scorsi quando Trump decise di ritirarsi dalle trattative per altri trattati commerciali che includevano paesi asiatici, tra cui proprio la Cina, destinata ancora una volta a essere, sui mercati internazionali, la maggior rivale del paese a stelle e strisce.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram