INDIA IN GINOCCHIO

Nel bel mezzo dell’emergenza Covid, arriva il ciclone Tauktae

1621275427Copertina.jpg

È la tempesta più insidiosa dal 1998 quella che si sta abbattendo sull’India, ad opera del ciclone Tauktae. Le violente piogge e le raffiche di vento fino a 200 km/h hanno già spezzato oltre 112 vite negli stati di Maharashtra, Goa e Karnataka; molte abitazioni sono andate distrutte e l’elettricità manca in diversi quartieri. Il dipartimento meteorologico ha fatto sapere che le condizioni si sono aggravate, tanto da poter parlare di una "tempesta ciclonica molto grave".

cms_21916/Foto_1.jpg

Si stima che anche Mumbai potrebbe essere travolta dal ciclone nelle prossime ore, tanto che molti dei 12 milioni di abitanti hanno abbandonato le proprie residenze alla volta dei rifugi comuni. Comportamenti che, volti a scampare alla furia di Tauktae, potrebbero tuttavia esporre la popolazione al concreto rischio di contrarre il coronavirus, che sta colpendo duramente l’India. 580 pazienti Covid sono stati trasferiti in alcuni ospedali civici per precauzione, smantellando i centri dedicati all’emergenza pandemica.

cms_21916/Foto_2.jpg

Il capo della delegazione per l’Asia meridionale della Croce Rossa, Udaya Regmi, ha tristemente dichiarato: “Questo ciclone sarà un terribile doppio colpo per milioni di persone in India le cui famiglie sono state colpite da infezioni e morti per Covid. Molte famiglie non riescono più a reggersi”.

Valentina Farina

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos